Tempi bui anche per Microsoft

di |
logomacitynet696wide

Il numero dei computers venduti cala e anche Microsoft perde colpi. Ora a Redmond si spera di salvare il trimestre grazie a Windows2000 e al mercato professionale

Non sono stati solo i produttori di hardware ad essere puniti a Wall Street. Ieri anche Microsof ha subito una pesante scoppola perdendo il 12% del suo valore.
La brutta performance della società  delle finestre, la terza per dimensione negli ultimi dieci anni, ha di fatto portato il titolo a dimezzare il suo valore nel corso del presente anno. L’arretramento delle azioni di Microsoft non deve stupire. Se il mercato informatico cede e i produttori di PC vendono meno macchine anche Microsoft vende meno licenze e meno prodotti.
Questa situazione potrebbe però essere ancora più grave se si considera che la società  di Redmond ha appena lanciato un nuovo sistema operativo, WindowsMe, e che sta elaborando una costosa strategia per integrare nei suoi piani di mercato lo sviluppo nell’ambito delle reti. Per questo ora qualcuno comincia a credere che Microsoft per il quarto fiscale che si chiude il 31 dicembre potrebbe mancare gli obbiettivi di profitto.
Secondo alcuni analisti, ora, le speranze per Microsoft sarebbero tutte riposte nel settore professionale con Windows2000. I più ottimisti prevedono infatti un rimbalzo nel comparto che potrebbe lenire i deludenti risultati nell’ambito consumer.