Termina “un Cappuccino per un PC” per esaurimento dei fondi

di |
logomacitynet696wide

I finanziamenti per l’iniziativa che agevolava l’acquisto di un computer per gli studenti universitari sono terminati e l’operazione conclusa. Fino a nuovo finanziamento?

Se non avete approfittato fino ad oggi dell’offerta per studenti che permetteva l’acquisto a condizioni agevolate non vi resta che sperare in una prossima riattivazione, con nuovi fondi, dell’iniziativa.
Il grande successo dell’attuale formula ha rapidamento esaurito gli stanziamenti previsti e dal 20 giugno tutti le nuove richieste sono bloccate.

Ecco i dettagli dal comunicato inviato dalla Sogei agli operatori del settore:

“… dal 20 giugno 2006 l’iniziativa “un Cappuccino per un PC” sarà  temporaneamente sospesa a causa di esaurimento dei fondi.

Pertanto non sarà  possibile inserire nuove pratiche, mentre tutte quelle avviate entro il 19 giugno e che entro tale data sono state finanziate dai soggetti finanziatori, potranno essere successivamente completate accedendo all’elenco delle vendite.

Tutte le pratiche con bonus che risultano regolarmente completate saranno rimborsate.

Visto il successo riscontrato dall’iniziativa (ad oggi sono stati acquistati oltre 45.000 PC portatili ed erogati oltre 44 milioni di Euro), sono state attivate tutte le procedure amministrative necessarie al fine di poterla riattivare quanto prima (indicativamente dopo la pausa estiva).

Dal 20 giugno 2006, NON sara’ pertanto possibile:
1. Chiedere nuovi PIN alle universita’
2. Chiedere nuovi preventivi ai rivenditori
3. Chiedere finanziamenti alle banche convenzionate

Tutti gli studenti gia’ in possesso di PIN o di preventivo che ancora non hanno proceduto all’acquisto del PC portatile, potranno richiedere un nuovo PIN alla ripresa dell’iniziativa.

Gli studenti che invece sono in attesa di ricevere un finanziamento da una delle banche convenzionate devono rivolgersi alla propria banca per ottenere informazioni circa lo stato del finanziamento stesso. Presso le banche interessate non saranno accettate dal 20 giugno 2006 nuove domande di adesione all’iniziativa. Si dara’ comunque seguito a tutte le domande di adesione già  pervenute”.