Texas Instruments, il chip per i cellulari di domani

di |
logomacitynet696wide

Taxas Instruments rivela il primo chip per PDA con tecnologia da 0,09 micron. Più veloce degli attuali del 40%, consuma la metà . Potrebbe finire nei Palm in arrivo nella prossima primavera.

Significativo annuncio da parte di Texas Instruments. La società  americana ha infatti rivelato oggi il primo processore della serie OMAP con tecnologia a 0,09 micron.

Il chip, destinato al mercato dei cellulari, è l’€™OMAP1710. Le sue prestazioni, stando ad un comunicato stampa, sono del 40% superiori rispetto alla serie precedente; il suo consumo è ridotto della metà .

Secondo Texas Instruments il processore è anche in grado di offrire significativi vantaggi in campi sempre più cruciali anche per i dispositivi da tasca come il multimedia e l’€™audio. IL nuovo set di istruzioni migliora e rende più stabile la connettività  delle periferiche ed è ottimizzato per comunicare con i chipset GSM/GPRS/EDGE, cdma2000 1X e UMTS usati nei telefoni cellulari.

Tra i dispositivi che ad oggi usano i processori di Texas Instruments della serie OMAP ricordiamo i Tungsten T, T2 ed E, lo Zire 71, 21 e il Treo 600.

Il nuovo OMAP1710 sarà  distribuito ai produttori di cellulari e PDA nel primo quarto del 2004 e potrebbe comparire in prodotti commerciali entro la primavera.