Tiger costerà  149 euro

di |
logomacitynet696wide

A poche ore dall’anteprima Apple annuncia prezzi e disponibilità  di Tiger. Il nuovo sistema operativo arriverà  entro la prima metà  del prossimo anno e costerà  149 euro. Con il prezzo ecco riassunte in un articolo le principali novità  del nuovo OS così come ce le presenta ufficialmente Cupertino.

Tiger sarà  disponibile dalla prima metà  del 2005 ad un prezzo di 149 euro. A comunicare in maniera ufficiale prezzi e tempi per il nuovo sistema operativo è la stessa Apple che ha emesso questa sera un comunicato nel quale riassume anche alcune delle principali innovazioni dell’aggiornameto.

«Tiger – si legge nel comunicato – continua a mantenere sostenuto l’incredibile ritmo verso l’innovazione di Apple con oltre 150 nuove eccezionali funzionalità  fra cui Spotlight, un modo rivoluzionario di trovare all’istante qualsiasi tipo di file, documento o informazione creato da qualsiasi applicazione sul Mac; Safari RSS, una nuova versione del famoso web browser di Apple che incorpora l’accesso istantaneo a dati RSS (Really Simple Syndication) sul web; Dashboard, un nuovo incredibile modo per accedere istantaneamente ad una nuova collezione di “Widgets” accessori e una nuova versione del client di instant messaging di Apple iChat con la prima conferenza video e audio multi-persona in una incredibile interfaccia 3D”

Spotlight, spiega Apple, è il nuovo modo ultra veloce di trovare qualsiasi file, documento, o informazione creata con qualsiasi applicazione sul Mac. In modo molto simile a quello con cui gli utenti riescono a trovare facilmente una canzone su iTunes attraverso il nome, l’artista o l’album, Spotlight permette agli utenti di trovare istantaneamente qualsiasi cosa-incluse email, presentazioni, immagini, appuntamenti e documenti Microsoft Office-per poi organizzare automaticamente e mostrare i risultati per genere, data o persona. La tecnologia Spotlight permette inoltre gli Smart Folders nel Finder, Smart Mailboxes in Mail e Smart Groups nella Rubrica che funziona come le Smart Playlist di iTunes per mantenere le informazioni dell’utente automaticamente organizzate e aggiornate.

Tra le novità  di Safari l’utilizzo dello standard Internet emergente RSS per fornire accesso immediato alle informazioni più ricorrenti su importanti siti come The New York Times, BusinessWeek e la BBC. Safari RSS trova automaticamente un sito abilitato RSS e mostra una icona speciale, che, una volta cliccata, trasforma istantaneamente Safari in un reader RSS in grado di visualizzare i dati (feed) RSS trovati. Con Safari RSS, gli utenti possono facilmente creare il proprio servizio di rassegna stampa personale con le informazioni dettagliate da diversi feed RSS confluiti in una interfaccia facile da leggere.

Dashboard permette agli utenti l’accesso istantaneo ad una nuova classe di applicazioni accessorie chiamate “Widgets”. Basata sulla tecnologia Exposè di Apple, introdotta con Panther, Dashboard fornisce accesso immediato a quasiasi tool e informazione come quotazioni di azioni, webcam, calendari e calcolatrici. Tiger include diversi Widgets e fornisce un ricco ambiente di sviluppo per gli sviluppatori che vogliano ampliare Dashboard con Widgets terze parti.

iChat in Tiger supporta il nuovo video codec standard di mercato H.264 per qualità  di immagine sensibilmente migliorata senza richiedere l’aumento della capacità  di banda. Inoltre il nuovo iChat aggiunge anche capacità  di conferenza audio e video multi direzionale, in modo da permettere agli utenti di fare una conferenza audio con un massimo di altre 10 persone e video conferenze con un massimo di 3 altre persone utilizzando una incredibile nuova interfaccia 3D.

Tra le altre novità  elencate da Apple nel suo comunicato ci sono

* Core Image e Core Video forniscono la base per nuove applicazioni di processazione immagini e video, basandosi sul successo di Core Audio che sta guidando la prossima generazione di sviluppo di innovative applicazioni audio;

* Supporto QuickTime per il video codec H.264 MPEG-4 di prossima generazione fornisce massima scalabilità  su su tutte le ampiezze di banda possibili, dalle reti mobile-media 3G al broadcast in alta definizione e oltre;

* Tiger può elaborare nativamente processi a 64-bit per applicazioni di database, ingegneristiche e scientifiche, traendo vantaggio delle migliorate prestazioni rese possibili quando si accede ad enormi quantità  di memoria e consentendo di utilizzare contemporaneamente le applicazioni esistenti a 32-bit;

* .Mac Sync utilizza un motore Sync completamente nuovo in Tiger, garantendo ai sottoscrittori di .Mac di poter sincronizzare i propri contatti, i bookmark, le preferenze email e il calendario su più macchine;

* Automator, una applicazione innovativa e facile da utilizzare che automatizza operazioni semplici, complesse o ripetitive senza richiedere all’utente di scrivere degli script;

* Importanti miglioramenti verso gli standard aperti nelle fondamenta UNIX-based fra cui un kernel aggiornato allo stato dell’arte con scalabilità  SMP migliorata, memoria virtuale a 64-bit, servizi di rete modernizzati e Xgrid, il software Apple per il computing distribuito facile da usare;

* Compatibilità  con Windows migliorata che utilizza potenti tecnologie di rete basate su standard aperti per facilitare ulteriormente agli utenti di Mac OS l’accesso a home directory basate su Windows e l’autenticazione su Active Directory di Microsoft;

* Xcode(tm) 2, la versione più recente della potente suite Apple di tool di sviluppo, pensati per rendere ancora più facile e veloce la costruzione di innovative applicazioni Mac OS X.

“Con OS X Apple è diventata, ancora una volta, l’innovatore nel mercato dei sistemi operativi e Tiger marcherà  ulteriormente questa distanza,” ha affermato Steve Jobs, CEO di Apple. “Altri stanno ora inseguendo la scia di OS X, e Tiger gli renderà  ancora più difficile raggiungerlo.”