Tiger, da Data Port interesse e acquisti

di |
logomacitynet696wide

Tra le tante “Serate della Tigre” quelle che si è svolte nei negozi di Data Port [sponsor] hanno avuto un interesse particolare. Ecco come sono andate le cose presso lo storico rivenditore toscano.

E’€™ stato un week end di grande eccitazione anche in Italia per il lancio di Tiger.
Moltissimi gli eventi di cui anche Macitynet ha dato conto. Tra gli altri uno dei più partecipati, per le tradizioni e la ‘€œstoricità ‘€ del rivenditore Apple (è il primo e il più vecchio in attività  in Italia), è stato quello che si è tenuto nei locali di Dataport [sponsor] a Firenze.

Il pomeriggio, partito con puntualità  alle 18, ha visto affollarsi moltissime persone interessate al nuovo sistema operativo di Apple. «Tanti curiosi ‘€“ ci ha detto il proprietario Dario Conti – ma anche tanta gente interessata all’€™acquisto».
Per tutto il pomeriggio e parte della serata sono andate avanti dimostrazioni, sessioni di prova, test, con un pubblico estremamente attento a fare domande specifiche sull’€™uso di Tiger anche nell’€™ambito della produttività  della stampa, del pre-press e dei piccoli uffici, confortati dalla competenza sull’€™argomento dei dimostratori, oltre che dalle prelibatezze enologiche e gastronomiche offerte da Enotria e dalla Cantina di Castello Banfi che hanno contribuito con i loro prodotti a rendere il clima più famigliare.

Alla fine della giornata, intorno alle 22, molti clienti se ne sono andati soddisfatti con la loro copia di Tiger sottobraccio. Altri si sono ripromessi, fatte le debite riflessioni, di acquistarlo successivamente, ma praticamente tutti hanno dovuto ammettere che Tiger è effettivamente un grande passo avanti rispetto a tutto quanto si sia visto oggi sul mercato nel campo dei sistemi operativi.

Qui sotto, nelle due immagini, il primo cliente ad avere acquistato Tiger e, a destra, uno scorcio del negozio con il pubblico che assiste alla dimostrazione di Tiger.

dataport