Tra Orange ed Apple problemi a finalizzare l’accordo su iPhone?

di |
logomacitynet696wide

Un giornale economico francese paventa problemi nel trovare un accordo finale tra Orange ed Apple per la vendita di iPhone nel paese trasalpino. Le due controparti dissentono sulle percentuali di profitto sugli abbonamenti.

Problemi all’€™orizzonte per l’€™accordo tra Orange ed Apple per la vendita di iPhone? A paventare la possibilità  che il carrier francese e la società  della Mela siano in una fase difficile se non addirittura sull’€™orlo della rottura del rapporto, evidentemente non ancora formalizzato, è Challenges, un periodico francese specializzato in materia economica.

La materia del contendere tra le due parti sarebbero le percentuali di profitto che Orange dovrebbe riconoscere ad Apple sui contratti stipulati. Inizialmente Apple si sarebbe accontentata (si fa per dire…) di una quota del 33%. Un esame più approfondito dell’€™accordo avrebbe indotto successivamente Cupertino a rivedere l’ipotesi di contratto questo perché in base alla legge francese che proibisce esplicitamente la vendita di un servizio abbinato ad un prodotto (nel caso di iPhone la connettività  e il telefono) avrebbe finito per dover rinunciare ad una parte dei profitti. Questa norma viene rispettata vendendo telefoni con sussidio ma legati ad una linea, telefoni senza sussidio o semplici abbonamenti, cosa che nel caso di iPhone non si sarebbe potuta fare o, meglio, Apple non vuole fare.

Il risultato della querelle è che il dibattito tra Orange ed Apple, in corso da tre settimane, è ora giunto ad un punto critico. Se non ci sarà  un accordo formale entro la prossima settimana il cellulare di Cupertino, ben che vada, non sarà  nei negozi francesi prima di Natale, venendo rinviato a dopo il lucroso periodo delle feste anche se potrebbe essere sempre ipotizzabile anche una rottura totale.

Ricordiamo che Apple ha annunciato ufficialmente fino ad oggi un accordo unicamente con T-Mobile in Germania e O2 nel Regno Unito; per quanto riguarda la Francia c’€™è stato solo un semi-annuncio, in sordina, proprio di Orange che ha detto ad alcuni media locali di avere avuto l’€™esclusiva per iPhone. Jobs, però, non si è mai presentato di fronte alla stampa locale come invece ha fatto in Germania ed in Inghilterra, una differenza di trattamento che ora appare più chiara nelle sue ragioni.