Troppa segretezza nuoce ad Apple?

di |
logomacitynet696wide

Secondo un analista la troppa segretezza scoraggia gli investitori. “Cupertino a chi compra le azioni chiede atti di fede”.

Troppa segretezza nuoce alle azioni Apple. Quest quello di cui è convinto Herb Greenberg, un analista ed osservatore dell’andamento dei corsi di Wall Street. Greenberg esprime le sue convinzioni in un articolo di fondo pubblicato da Marketwatch.

Secondo Greenberg uno degli aspetti più controversi e che contribuiscono a suscitare incertezza è la scelta di non fornire indicazioni di profitto per prodotto ma solo per regioni. Altri problemi, sempre secondo l’analista, arrivano dal fatto che Apple non comunica neppure i margini lordi su un prodotto importante come iPod.

Tutto questo funziona fino a quando il business tira, ma quando le cose non andranno così bene come oggi, inevitabilmente sarà  molto difficile fare previsioni, lasciando agli analisti il compito di indovinare. E questo non è positivo secondo Greenberg.

“Apple – si legge su Marketwatch citando l’analista Robert Renck – oggi rapresenta un investimento fideistico che richiede fiducia quasi cieca”