Tutto in una scatola

di |
logomacitynet696wide

Client e-mail integrato, agenda elettronica e poi Word, Excel e tutto quello che avete sempre chiesto al vostro computer. La promessa è di Microsoft che rivela un pezzetto del nuovo Office e dice “Non potrete più farne a meno”

Si chiama dunque Alpaca, e consentirà  di gestire e-mail, appuntamenti, indirizzi, il nuovo componente che farà  il suo debutto nel prossimo Office 2001 di Microsoft.
Il nome in codice e le principali funzionalità  di quella che, al momento, appare essere la più rilevante novità  della nuova release della suite per ufficio di Microsoft, sono state rivelate oggi dalla società  di Redmond in un comunicato, con alcune interviste ad organi di stampa americani e con anticipazioni sul suo sito Web.
Alpaca, di fatto, integra in se le caratteristiche di Outlook (non Outlook Express) già  visto su Windows, una sorta di agenda elettronica capace di interagire con le applicazioni di Office aggiungendo le principali funzionalità  di Outlook Express, l’e-mail client già  oggi disponibile per Mac.
“Outook Express – dicono alla Microsoft – continuerà  ad essere utilizzato da chi non usa Office. Chi, invece, acquisterà  Office certamente privilegerà  Alpaca che rende disponibili tutte le funzioni di un e-mail client ma beneficia anche di molte di quelle di Office”.
Non solo, infatti, sarà  possibile utilizzare i moduli di correzione ortografica e grammaticale all’interno del programma di posta, ma sarà  anche possibile legare documenti a particolari messaggi, raggruppare gli stessi messaggi o gli indirizzi intorno ad un documento e accedere da ogni programma di Office e da ogni documento di office alle funzioni di e-mail.
In aggiunta a ciò Alpaca sarà  strettamente connesso ad un’agenda elettronica personale che conterrà  un calendario degli appuntamenti e un indirizzario (completo di dati personali della persona e campo per la fotografia). Infine l’agenda sarà  sincronizzabile facilmente con Palm.
“Da quando rilasciammo la prima versione per Mac – dice Erik Kwong, product manager del settore Apple di Microsoft -é molte cose sono cambiate. Allora la stragrande maggioranza degli acquisiti venivano fatti da società . Oggi giungono, invece, da singoli utenti che acquistano il pacchetto per uso personale e per piccoli business. Per questo il nuovo Office sarà  studiato proprio per soddisfare questa nuova utenza”
Alla Microsoft tengono molto a sottolineare che Alpaca,che non ha ancora un nome ufficiale e definitivo, non è l’unica innovazione presente in Office. Altre saranno le novità  e saranno rivelate gradualmente.
Secondo alcune fonti di stampa al momento la società  di Redmond è ancora in ritardo nella definizione delle caratteristiche definitive di Office che non è ancora disponibile neppure in versione beta e questo sarebbe il motivo alla base della difficoltà  con cui vengono rilasciate informazioni più precise sul resto dei componenti. Alla Microsoft non sono specifici neppure sulla data di rilascio fissata genericamente entro la seconda metà  dell’anno.
In molti, compreso Macity, hanno supposto che una data propizia potrebbe essere il prossimo MacWorld Expo, in coincidenza con la presentazione di MacOs X. L’indiscrezione non viene smentita dagli sviluppatori che però escludono che Office possa essere disponibile fin da subito per MacOs X. “Una versione per il nuovo Os ci sarà  – dicono alla Microsoft – ma non immediatamente. Prima ci concentreremo su versioni per MacOs 8 e 9, che è poi lo standard universale degli utenti Mac”.
Sembra invece che fin da subito, ovvero da luglio, potremmo vedere IE e Oulook Express in versione “carbonizzata”. “Il nostro obbiettivo – ha detto Kwong – è distribuirli con il CD di MacOs X”.