Ufficiale: Apple vuole il PowerBook G5

di |
logomacitynet696wide

Un manager di Apple conferma che la volontà  di Cupertino è di infilare il G5 in un PowerBook. Prima o poi. C’era qualcuno che aveva dei dubbi al proposito?

Dave Russell, capo del marketing dei portatili di Apple, dichiara a ComputerWorld che: “la possibilità  di vedere un PowerBook con G5 è concreta, solo che ci vorrà  un po’ di tempo, e poi il G4 avrà  lunga vita nei nostri portatili”.

Il maggior problema di un PowerBook con G5 è lo studio di un sistema di raffreddamento adeguato: “si osservi bene l’interno del PowerMac G5 e si capirà  quanto tempo è stato necessario per progettare un sistema così complesso”.

La grande novità  che questa intervista indica è, più che altro, l’aver spezzato quella specie di embargo imposto a tutta Apple riguardo ai prodotti e progetti futuri.

Interpellato anche sui problemi che stanno affliggendo alcuni modelli di PowerBook 15″, definito “il bilanciamento perfetto tra portabilità  e prestazioni”, Russell si è limitato per ora a ribadire la posizione ufficiale di Cupertino: “stiamo ancora investigando sul problema e chiunque abbia problemi deve contattare Apple per farci avere il computer difettoso, il che ci aiuterà  a studiare le cause, stiano tranquilli tutti gli acquirenti che riavranno un nuovo computer ben funzionante” .

Per quanto riguarda il modello da 12 pollici, Russell ha avuto modo di spiegare come hanno risolto il problema del surriscaldamento notato con la prima versione del piccolo portatile: “abbiamo ridisegnato l’intera architettura per una migliore dispersione del calore e abbiamo aggiunto un accoppiatore termico sull’hard disk e ora abbiamo un PowerBook più fresco”. Dal punto di vista di MacityNet non possiamo che confermare che i nuovi modelli di PowerBook 12″ sembrano avere un sistema di raffreddamento migliore.

Quanto agli iBook con G4, il responsabile dei portatili ha dichiarato: “abbiamo voluto portare al livello consumer le alte prestazioni, è la macchina per l’intera famiglia e ne vendiamo un sacco anche nelle scuole […] e proprio da loro abbiamo accettato la richiesta del drive con slot-loading”, pare che il cassetto del CD/DVD fosse troppo fragile, specie quando maneggiato con scarsa cura. Un evento frequente per chi ha in casa dei bambini.

Per quanto riguarda la possibile cannibalizzazione del mercato PowerBook da parte dei nuovi iBook con G4, Russel non pare avere timori: “I professionisti guardano approfonditamente all’interno del computer e i PowerBook offrono molta più potenza e capacità  d’espansione rispetto agli iBook, anche se ora entrambi montano il G4″

Una curiosità  finale: Dave Russel quando viaggia, specialmente in aereo, lo fa in compagnia di un PowerBook 12″, mentre a casa propria preferisce il modello PowerBook 17”, una macchina che, parole sue, lo fa felice mentre lo utilizza.