Un Palm a 200 Mhz

di |
logomacitynet696wide

Motorola lancia l’offensiva nel settore dei palmari e presenta oggi il Dragonball MX1, il primo chip per PalmOs capace di arrivare a 200 MHz. Si apre un nuovo scenario per i computer da tasca.

Duecento Mergahertz e il supporto a Bluetooth intergrato sono le principali caratteristiche del nuovo processore Dragonball MX1 di Motorola.
Il chip destinato al mondo dei palmari è stato annunciato oggi ufficialmente e rappresenta il primo frutto della collaborazione tra la società  di Schaumburg e ARM. Alla base del Dragonball MX1, infatti, c’è l’architettura dell’ARM209T, un processore considerevolmente più veloce dei Dragonball in commercio fino a ieri. L’acquisto dei diritti per l’utilizzo dell’architettura ARM consentirà  anche a Motorola di mantenere la fornitura dei chip a Palm che aveva annunciato di avere in progetto l’abbandono dei processori basati su 60×0 quali i Dragonball di vecchia generazione.
Motorola, oltre ad adottare l’architettura ARM, ha strategicamente integrato il supporto a Bluetooth, il sistema wireless che Palm intende abbracciare in maniera massiccia nei prossimi modelli dei suoi PDA. L’uso di un Dragonball MX1 consentirà  senza ulteriori spese e ulteriori complicazioni alla scheda madre di supportare la connettività  senza fili con stampanti, periferiche e cellulari.
UIn aggiunta il Dragonball MX1 supporta direttamente e nativamente dispositivi USB, Memory Stick (usate nei PDA di Sony Clié), le Secure Digital Card (utilizzate da Palm) e schermi a colori.
I primi Palm basati sul nuovo processore che dovrebbe proiettare il mondo dei Palmari in una nuova dimensione dovrebbero essere rilasciati alla fine dell’anno e raggiungere un’ampia diffusione nei primi mesi del prossimo anno.
Motorola, intanto, ha anche presentato una versione potenziata dei Dragonball di vecchia generazione; si tratta del Super VZ che gira a 66 MHz, il doppio dei Dragonball più potenti usati oggi nei Palm.