Un cantiere per il Dock e il Finder

di |
logomacitynet696wide

Apple lavora alacremente per modificare il dock e il Finder di MacOs X, rispettivamente il problema numero due e numero uno del nuovo sistema operativo. Le prime indiscrezioni su che cosa cambierà 

Mentre Apple continua a lavorare all’implementazione di migliorie per la maggior parte di piccola entità , a Cupertino si sta anche sudando al primo grande update di MacOs X.Nome in codice Puma, MacOs X 10.1 (questo dovrebbe essere il nome con cui verrà  distribuito), presenterà  una serie di modifiche in termini di funzionalità  e di estetica che fanno seguito alle indicazioni ricevute dagli utenti che in questi mesi hanno tempestato Apple con segnalazioni di bugs ma anche con richieste di modifiche.Tra le novità  principali, sostiene MacOs Rumors, quelle imposte al Finder e al dock.Per quanto riguarda il Finder Apple starebbe cercando di migliorarne la scarsa velocità , il problema numero uno di MacOs X come hanno confessato lo stesso Jobs e Ave Tevanian nel corso della conferenza degli sviluppatori di San Josè. In particolare Apple starebbe cercando di aumentare le prestazioni implementando nuovi elementi scritti in Cocoa e lavorando sul multithreading oggi insoddisfacente. Sarebbero allo studio anche variazioni all’estetica come ad esempio la possibilità  di controllare il numero degli elementi contenuti nel sottomenù che consente di richiamare gli elementi più recenti. Gli ingegneri cercheranno anche di migliorare la resa a video dei nomi lunghi dei files e di integrare una serie di opzioni di vista nelle preferenze del Finder.Il dock, il problema numero due sempre nelle parole di Jobs e Tavanian, sarebbe sottoposto ad altrettante modifiche. Secondo MacOs Rumors una di queste sarebbe la possibilità  per il dock di essere collocato in locazioni multiple. Ad esempio potremo avere in alto le applicazioni, a destra le finestre minimizzate. Apple intenderebbe, infatti, rendere più distinti i vari elementi del dock anche utilizzando diversi modi di rappresentazione. Le applicazioni attive potrebbero pulsare e le finestre ridotte in dimensioni potrebbero avere delle etichette con i loro nome.Fin qui il misto di indiscrezioni e supposizioni su Puma. E’ bene però precisare che Apple è riuscita a mantenere una grande segretezza intorno al nuovo sistema operativo e che molte delle sue caratteristiche sono sempre state rivelate solo nel corso degli eventi dei quali il nuovo Os era il protagonista. Non sono da escludere quindi sorprese, magari anche grandi, in occasione del lancio dell’update.Al momento la data più probabile per la presentazione di Puma è il prossimo MacWorld Expo che si terrà  a New York dal 18 al 20 luglio.