Un crack per le canzoni di iTunes

di |
logomacitynet696wide

Gli hackers rilasciano un nuovo hack che colpisce il sistema di protezione della musica di iTunes. Richiede Windows, molto tempo e la speranza che Apple non aggiorni presto il software del negozio on line.

Dopo il software che cracca il sistema dei diritti digitali di Windows Media Audio ecco anche quello che apre FairPlay. Una nuova versione di QTFairUse che ripristina le funzioni della vecchia versione (frutto degli “sforzi” di programmazione di DVD Jon, il noto hacker norvegese che ha aperto la protezione dei DVD) è apparsa nel corso della giornata di oggi, a poco tempo di distanza dal lancio di un simile programma per WMA.

QTFairUse6 è una soluzione (ovviamente illegale) per sproteggere i file audio venduti su iTunes Music Store da cui elimina ogni sorta di limitazione. Il suo utilizzo è tutt’altro che intuitivo visto che prevede l’uso di Phyton e di diversi accorgimenti per creare un file AAC utilizzabile, oltre che di Windows (non esiste una versione per Mac)

In passato Apple ogni volta che è apparso un software in grado di eliminare il suo sistema di protezione dei diritti digitali ha prontamente rilasciato un aggiornamento di iTunes e del software di supporto (come QuickTime) che ne cancellava la funzione.