Un futuro universale per il disco della PSP?

di |
logomacitynet696wide

L’€™UMD, il nuovo disco che verrà  impiegato dalla PlayStation portatile, ha un futuro universale nel campo dell’€™intrattenimento digitale? A sperarlo è Sony che ne presenta le qualità  agli studi di produzione cinematografici e musicali.

Nessun profitto per la PSP nei primi mesi dal lancio. A rendere noto che la PlaySation portatile annunciata ufficialmente nel corso dell’€™E3 di Los Angeles non porterà  soldi in cassa è la stessa Sony che non si attende profitti per un certo tempo.

Le ragioni per cui la PSP non produrrà  profitti sono quelle che solitamente affliggono questo tipo di dispositivi per l’€™intrattenimento interattivo e in particolare le console: i costi di sviluppo e le componenti hardware, molto costose, farebbero superare al gadget il livello massimo accettabile dal mercato e, dunque, ne frenerebbero la diffusione. Di qui la necessità  di venderlo sottocosto per imporne lo standard e accrescere lo sviluppo di giochi, quest’€™ultimo il fattore di maggior profitto per il produttore che vende in licenza i tools e le tecnologie per la loro programmazione.

La PSP, d’€™altra parte, contiene tecnologie significative anche per il resto dell’€™industria che Sony spera di imporre anche in altri campi. E’€™ il caso del disco UMD (Universal Media Format) al quale si sarebbero interessate sia le case cinematografiche che quelle musicali. UMD, per dimensioni fisiche, la capacità  e il sistema di protezione dei dati potrebbe essere utile anche per la distribuzione di contenuti digitali in futuri dispositivi portatili. Sony, per bocca del responsabile della filiale americana Kaz Hirai, ammette di essere ambiziosa sul futuro di UMD di puntare alla sua diffusione anche in altri ambiti e per questo di avere avviato un colloquio con altre realtà  che operano nel campo hardware.

La PSP, il progetto più importante nell’€™ambito dei giochi per Sony dal lancio della PlayStation 2, arriverà  in Giappone prima di Natale. Il debutto in Europa è atteso per i primi mesi del 2005.