Un nome per un prodotto di successo

di |
logomacitynet696wide

IEEE 1394 ha un grande successo ma il suo impatto a livello commerciale è ridotto per la proliferazione di nomi: FireWire, iLink e molti altri. Il consorzio che ne cura la diffusione ha qualche idea…

IEEE 1394 è un successo dal punto di vista della diffusione, ma la confusione che regna sul modo con cui è stato proposto al mercato ne frena l’impatto a livello di marketing. Come fare per rafforzarne l’immagine e, soprattutto, il nome nella mente dei consumatori?
Questo uno dei tanti argomenti che si stanno dibattendo a Redmond, dove presso la sede di Microsoft è iniziata l’annuale conferenza degli sviluppatori di IEEE 1394, ovvero di FireWire, come è noto lo standard nel mondo Mac o iLink, come esso viene chiamato nel settore consumer dell’elettronica e in particolare da Sony.
Proprio il fatto che Sony ed Apple, i due maggiori protagonisti della diffusione dello standard, chiamino IEEE 1394 in modi diversi è all’origine del dibattito cui facevamo cenno poco più sopra. Secondo la maggior parte degli espertyi del settore e di coloro che si occupano della sua diffusione (come ad esempio James Snider che è il presidente del consorzio) credono che sia urgente una unificazione dei marchi e dei logos. Tanto più che, man mano che FireWire prende piede, sorgono sempre nuovi logos e nuovi nomi per descrivere la stessa tecnologia. “Il risultati è che la gente – dice Snider – si chiede se si tratta di un unico standard o di più standard e non comprende se le varie periferiche e dispositivi digitali sono in grado di operare tra loro”
Al momento il consorzio è in fase di stallo sull’argomento. Non esistono infatti le risorse necessarie per pubblicizzare un logo così come sono in grado di fare Apple e Sony e che a loro volta non vogliono rinunciare a FireWire e iLink.
L’ipotesi più probabile è che i membri dell’associazione che raggruppa i promotori dello standard scelga di utilizzare un “badge” che identifichi i prodotti in grado di interoperare affiancandosi ai vari marchi che i produttori utilizzeranno. In questo modo sulla scatola delle periferiche, cineprese ecc. ecc. comparirà  un simbolo riconoscibile.