Un palmare di Apple? Sì, ma solo virtuale

di |
logomacitynet696wide

Non si tratta del tanto atteso erede di Newton, il primo palmare della storia realizzato ovviamente da Apple. Bensì di un modo per far girare dentro un iPaq un sistema operativo migliore…

Grazie a un programma di emulazione, cioè un software che “simula” virtualmente un altro computer (proprio come VirtualPc per Mac) è possibile trasformare un iPaq in un piccolo Mac portatile. Il software che compie il piccolo miracolo è Basilisk, noto emulatore open source del Mac sulla piattaforma Pc e su quella della stessa Apple (per far funzionare nuovamente gli applicativi 68k sui G3 e G4, disponibile anche per Os X).

Adesso, grazie agli sforzi di uno sviluppatore giapponese (ma per le spiegazioni bisogna leggere l’idioma nipponico) è possibile caricare l’emulatore e il sistema operativo del Mac su un PocketPc. Ovviamente, l’emulazione è limitata, oltretutto rivolta alle vecchie versioni del sistema operativo della casa di Cupertino. Niente Os X, dunque. Ma almeno la possibilità  di stupire qualche amico e ritrovare una mela sorridente dentro le macchinette di Hp.