Un po’ di Apple nel Signore degli Anelli

di |
logomacitynet696wide

Le due torri, il secondo episodio de “Il signore degli anelli” è il regno incontrastato di Shake. Il software per la postproduzione acquistato recentemente da Apple utilizzato per rendere credibile e fantastico il mondo della Terra di Mezzo

Ci sono anche tecnologie Apple al lavoro nel secondo episodio de “Il signore degli anelli”.

Secondo quanto riportato da un articolo pubblicato da Apple, infatti, nel secondo (in uscita a gennaio nelle sale italiane) episodio della saga, Le Due Torri, e nel terzo, Il ritorno del Re, buona parte degli effetti speciali di post produzione sono stati realizzati utilizzando Shake.

Il potente software acquistato da Apple qualche mese fa è stato alla base del lavoro della Neozelandese WETA Digital, che ha curato buona parte degli effetti visivi dei due episodi del film.

L’uso di Shake è stato intensivo. Ben il 90% della pellicola sottoposta a ritocco è stata sottoposta ad effetti realizzati con Shake. In diverse situazioni Shake è stato anche utilizzato in abbinamento con Maya.

Tra gli altri effetti Shake è stato utilizzato anche per rendere altissimo Gandalf e piccoli gli Hobbit, ma anche per creare centinaia di altri effetti che renderanno il film indimenticabile.

Chi desidera leggersi i dettagli dell’utilizzo di Shake in Il Signore degli Anelli troverà  pane per i suoi denti nelle ben 4 pagine allestite da Apple