Un runner con iPod incorporato

di |
logomacitynet696wide

Life Fitness presenta a Rimini un runner da palestra con dock per iPod. Musica e video mentre si fa jogging anche al chiuso.

L’iPod finisce anche in un runner. L’integrazione del player di Apple in questa popolare apparecchiatura, conosciuta anche come treadmill, per l’esercizio fisico in palestra è stata ideata da Life Fitness, uno dei principali produttori mondiali di questo tipo di dispositivi.

Il sistema prevede un dock per la connessione del lettore grazie al quale non sono è possibile ascoltare musica, ma anche vedere i video. «L’accordo esclusivo concluso con Apple – dice Life Fitness in un un comunicato – è il fiore all’occhiello di una strategia che coniuga il modo più professionale di fare esercizio fisico agli aspetti ludici, entrambi necessari per accrescere gli elementi motivazionali. Il nuovo treadmill non si limita a mettere direttamente a disposizione, sul display LCD da 15″ o su una TV da 17″ opzionale, i contenuti audio e video del proprio iPod * ormai una vera e propria icona tecnologica * ma presenta una serie di caratteristiche tecniche e di accorgimenti progettuali, tali da farne un prodotto destinato ad influenzare in maniera profonda i futuri sviluppi di questo immancabile attrezzo»

Le playlist dell’iPod vengono riprodotte sullo schermo. La connessione permette anche la ricarica del lettore. Interessante la soluzione di connessione delle cuffie che possono essere collegate sia all’iPod che ad un plug ricavato sul runner.

Oltre all’integrazione con l’iPod, il nuovo treadmill Life Fitness mette a disposizione dell’utente ben due trainer virtuali (un uomo o una donna a scelta) che forniscono indicazioni personalizzate per eseguire al meglio il programma d’esercizi del singolo utente. Programma che, grazie ad un’altra novità  del Treadmill – la presenza di una porta USB -, può essere memorizzato, aggiornato e ricaricato semplicemente con l’utilizzo di una comune chiavetta USB. Il vantaggio maggiore consiste, per l’utente, nell’avere sempre a portata di mano il proprio “percorso”, e per il trainer, nell’essere in grado di gestire in maniera più semplice e immediata i molti utenti e le diverse tappe della loro crescita.