Uno sguardo all’interno dei nuovi nano

di |
logomacitynet696wide

Un analista apre i nuovi nano per andare alla scoperta delle componenti usate da Apple. Cupertino cancella i nomi dei produttori dai chip per ragioni di riservatezza?

Apple ha cambiato molto all’interno dei nuovi iPod nano e riesce a guadagnare più di quanto non guadagnasse in precedenza, nonostante la diminuzione di prezzo medio. Questo quanto è stato possibile scoprire dalla dissezione del player attuata da Craig Berger, un analista di Wedbush Morgan Securies.

La principale novità  in fatto di componenti è la scomparsa dei chip di PortalPlayer. L’abbandono del partner che fin dall’inizio ha accompagnato il trionfo del player di Apple non è certo una novità . Da mesi si sa che al posto della componente della società  californiana Cupertino avrebbe usato un chip di Samsung. In realtà  se non si conoscesse questo dettaglio da informazioni fornite sia da Samsung che da PortalPlayer sarebbe difficile individuare il processore in questione, in quanto sulla scheda madre tre “pezzi” portano semplicemente il nome di Apple, una scelta che forse è stata attuata per una scelta di riservatezza. Berger ha individuato il socket dove era collocato il vecchio processore PortalPlayer; qui si trova una componente marchiata con il numero 337S3291 8701, che secondo l’analista è proprio il chip Samsung Arm. Il chip 338s0310, sempre marchiato Apple è collocato nel luogo dove si trovava un processore costruito da Wolfson Micro che svolgeva il compito di decodificare l’audio. Berger non è in grado di dire se sia ancora la società  inglese a costruire il chip. Il terzo processore con il logo della Mela ha una funzione sconosciuta, come sconosciuto è il produttore. Potrebbe però trattarsi del controller dell’unità  di alimentazione, anche se l’analista ipotizza anche che Apple possa avere integrato unità  di alimentazione e audio codec nl chip Arm di Samsung.

L’aspetto più interessante è però nel costo dei materiali che sommati potrebbero portare iPod nano ad un costo lordo tra i 74,90 e i 143,90$. In pratica, soprattutto grazie ai cali di prezzo che hanno subito le Nand, Cupertino guadagna a seconda dei modelli dal 42,2 al 50,8%, una cifra molto significativa rispetto a quanto riesce a spuntare la concorrenza.