VLC per iPad, filmati AVI e DiVX sul tablet Apple

di |
logomacitynet696wide

Su iPad arriva VLC. Grazie al popolare programma per la riproduzione di tutti i formati video ora sul tablet si possono caricare via iTunes filmati .DiVX o .AVI e di molti altri tipi fino a oggi non compatibili. Qualche problema di velocità alle risoluzioni più alte e qualche crash nella prima prova di Macitynet. Gratis su App Store e versione per iPhone in arrivo.

VLC da questa sera è disponibile anche in versione per iPad. Il programma in edizione mobile del notissimo player per contenuti video è un importantissimo passo avanti per chi in passato ha sempre lamentato la mancanza di flessibilità di iOS nella riproduzione dei formati universalmente più impiegati come DivX.

Grazie a VLC Media Player per iPad diventa ora possibile trasferire facilmemte, anche se sempre usando iTunes, non solo film in DivX, ma anche in H.264, Ogg, DivX, MKV, TS, MPEG-2, mp3, MPEG-4, aac ecc. ecc.  Trasferire i film è facile come aprire iTunes, accedere alla sezione delle Applicazioni e in condivisione documenti selezionare VLC. Nella finestra è possibile aggiungere i filmati scegliendo il bottone aggiungi o trascinando i filmati nella finestra apposita. VLC a quel punto fa tutto da solo: importa il filmato e lo colloca nella sua propria libreria all’interno della quale troveremo una volta terminata l’operazione, per aprire i filmati dovremo lanciare VLC trovando al suo interno la lista dei filmati che abbiamo caricato.

Nel corso della nostra prova, svolta molto rapidamente dopo avere scaricato VLC, abbiamo constato come il funzionamento è effettivamente molto semplice e l’universalità dei formati una cosa davvero molto interessante. Abbiamo caricato ed eseguito filmati in AVI e DivX e OGG. VLC digerisce anche i sottotitoli in formato SRT e li presenta regolarmente sullo schermo; quando un filmato è in HD questo viene segnalato con un “nastrino” sul bordo dell’icona e se abbiamo parzialmente visto un filmato abbiamo un segnale a forma di “torta” che ce lo indica.

Va anche detto che nel corso del breve test abbiamo verificato che iPad fatica moltissimo a riprodurre filmati a risoluzione elevata. In qualche occasione è lo stesso VLC che ce lo segnala, in qualche altra occasione il software non si accorge e prova ugualmente a lanciare il filmato che diventa una sorta di proiezione di diapositive squadrettate. In altre occasioni ancora il player è semplicemente andato in crash. I problemi di “scattosità” dei filmati si verificano anche con filmati a risoluzione ridotta, ma solitamente spariscono dopo l’avvio; in altre occasione si hanno dei crash saltuari. Abbiamo anche provato a caricare un filmato in M4V, lo stesso che viene usato da iTunes e dobbiamo dire che anche qui abbiamo verificato significativi problemi; un film che con l’applicazione “Video” di iPad viene riprodotto fluidamente e perfettamente, in VLC praticamente è inguardabile. Trattandosi di una prima versione però bisogna dare tempo al tempo. Molto probabilmente c’è ancora del lavoro da fare da parte di Applidium, la società che ha eseguito il porting; nel frattempo il consiglio, per chi vuole provare VLC, è di testarlo con filmati a bassa risoluzione e non troppo pesanti senza pensare di poter del tutto sostituire l’applicazione nativa di iOS.

VLC per iPad (una versione per iPhone è in arrivo) si scarica da qui ed è gratis.