VLC su Mac morto? Falso: “Voci decisamente esagerate”

di |
logomacitynet696wide

La notizia che la versione per Mac OS X di VLC fosse in pericolo è un falso. Il team di volontari sta lavorando ad una release con nuova interfaccia e la prima versione potrebbe arrivare entro gennaio 2010.

Ieri molti siti (compreso il nostro) riportavano la notizia ripresa dal forum che raggruppa gli sviluppatori di VLC e dalla quale sembrava emergere un problema con la versione per Mac OS X del programma: la mancanza di sviluppatori volontari che si dedicassero al progetto. La notizia ha fatto il giro del web ed è stata pubblicata sui siti di mezzo mondo.

Sullo stesso forum compare ora un messaggio nel quale, parafrasando una vecchia frase di Mark Twain (ripresa qualche tempo addietro anche da Steve Jobs) si fa presente che “le notizie sulla morte di VLC per Mac OS X sono decisamente esagerate”. C’è effettivamente un problema con la versione Mac, ma è solo relativo all’ammodernamento dell’interfaccia. Il nocciolo di VLC e di molti suoi plug-in è scritto in C. Solo l’1% del codice della versione Mac è codice specifico per la piattaforma scritto in Objective-C. Ciò spiega alcuni problemi presenti nella versione 1.0.x per Mac e la decisione di non pubblicare al momento la versione 1.0.3 a 64 bit.

La vecchia interfaccia Cocoa di VLC non è attualmente in fase di manutenzione. La ragione è che il team è impegnato nella riscrittura di una nuova interfaccia che sfrutterà  un paradigma diverso. Il nome in codice è “Lunettes” (occhiali, in francese). Il motivo di una nuova versione? Semplice: l’attuale non è sufficientemente Mac-friendly. Detto ciò, la programmazione di Lunettes è ancora in fase di sviluppo, ma i programmatori prevedono il rilascio della nuova interfaccia per gennaio del prossimo anno.

Apple, secondo quanto riportato dagli sviluppatori volontari, non è d’aiuto nello sviluppo del progetto e anzi, sembra volerli bloccare rifiutando qualunque richiesta di spiegazioni. A chi su qualche sito ha chiesto cosa facessero dei soldi ricevuti in beneficenza (VideoLAN è un’organizzazione non profit che vive grazie a donazioni su account PayPal), i volontari fanno sapere che i soldi sono spesi per l’acquisto di hardware, server e meeting. Le donazioni ammonterebbero a meno di 10.000 euro l’anno. Le persone che lavorano allo sviluppo di VLC sono solo e soltanto dei volontari.

[A cura di Mauro Notarianni]