VPC lento su Mac OS X: ecco perché

di |
logomacitynet696wide

Virtual PC gira su Mac OS X ma le sue prestazioni sono insoddisfacenti secondo molti utenti. Connectix ammette problemi di prestazioni ma precisa: “Colpa della struttura del sistema operativo”

Nei giorni scorsi Connectix ha presentata la versione 5.0 di VirtualPC. Tra le novità  di maggior rilievo il fatto che con l’update ora l’emulatore gira anche su Mac OS X.
In realtà , dopo qualche test, molti utenti si sono lamentati sui newsgroup e anche presso la stessa Connectix di un rallentamento dell’applicazione quando questa utilizza il nuovo sistema operativo.
La stessa Connectix ora ammette che VPC è più lento in Mac OS X ma fornisce anche una spiegazione molto dettagliata e con risvolti a carattere tecnico in un forum del suo sito.
Secondo Connectix VPC lanciato nel nuovo Os è quantificabile tra il 20 e il 35%; un calo di prestazioni sensibile e immediatamente percepibile anche a “occhio nudo” per chi ha avuto occasione di usare l’emulatore nella sua versione per Classic.
Una delle ragioni è nella complessità  del nuovo sistema operativo, spiega Connectix, la cui struttura rende più difficile per le applicazioni raggiungere direttamente l’hardware per dialogare con esso questo perchè di messo, ci sarebbero, per usare un linguaggio non tecnico, stratificazioni più “spesse”. Questa scelta determinerebbe una maggiore stabilità  del sistema ma anche rallentamenti per le applicazioni che devono sempre usare il sistema operativo come “mediatore”.
Una seconda ragione è nel multitasking reale di Mac OS X che consente se da una parte consente a tutte le applicazioni di girare senza prendere interamente possesso del processore dall’altra impedisce ad un’applicazione di usare interamente la CPU. Se in Mac OS 9 VPC poteva usare anche il 95% della potenza della macchina in Mac OS X ci sono sempre processi attivi, anche in background che usano parte del processore. Raramente, spiega Connectix, VPC in Mac OS X arriva ad usare l’80% del processore, a volte si assesta addirittura al 60%.
In alcuni casi poi ci sono problemi specifici se si parla di lentezza delle applicazioni. In particolare Connectix ha identificato lanci di programma anche di 20 volte più lenti se si usano programmi a 16 bit in Windows 2000 o XP.