Vandali alla Blizzard

di |
logomacitynet696wide

Sono entrati, hanno rubato gli account e hanno cancellato centinaia di personaggi. Una banda di Cybervandali ha così impedito e continua ad impedire a moltissimi utenti di giocare a Diablo II sul sito di Blizzard. Divertimento stupido o vero e proprio furto con destrezza per ricavarne un profitto?

Sono entrati nei server, hanno rubato centinaia di account lasciando i legittimi proprietari privi di accesso ai server per il gioco in rete. Si tratta di una banda di Cybervandali, probabilmente ragazzini, che sfruttando una invidiabile conoscenza dei sistemi di hacking hanno letteralmente devastato Battle.net, il server utilizzato da Blizzard per consentire le battaglie in rete con i suoi giochi ed essenzialmente Diablo. Il risultato è stata la cancellazione di “personaggi” costruiti con fatica e portati a livelli molto alti che potranno essere raggiunti di nuovo solo a patto di enormi perdita di tempo. In altri casi sono andati perduti gli oggetti dell’inventario, il denaro accumulato e i gradi di “esperienza”
Il fatto è accaduto nelle scorse settimane ma è stato reso noto solo negli ultimi giorni quando si sono sommati moltissimi messaggi di protesta nei confronti della stessa Blizzard.
Sulla BBS del sito Battle.net, infatti, si sono moltiplicate le accuse nei confronti dei responsabili che avrebbero operato con leggerezza trascurando di garantire la sicurezza dei sistemi.
Blizzard al momento non ha ancora rilasciato alcuna dichiarazione ufficiale in proposito, ma ha già  smentito che l’accaduto sia dovuto ad un bug dei suoi sistemi. In aggiunta a ciò Blizzard ha garantito il ripristino dei livelli raggiunti dai giocatori fino al giorno 19 dicembre usando i propri back up. Le operazioni di restore saranno completate entro l’8 gennaio.
I motivi che hanno dettato questa operazione di vandalismo informatico non sono chiari; potrebbe trattarsi di pura sfida ma anche, sospetta qualcuno, di danaro. Su eBay alcuni dei personaggi di Diablo II, una volta raggiunto un livello di esperienza elevato, vengono venduti a cifre molto elevate, fino a 50$ l’uno. Gli hackers, o l’hacker, potrebbe avere tentato di “scassinare” i server per conquistare alcuni di questi personaggi per ricavarne un profitto.