Videogiochi fuori legge in Grecia

di |
logomacitynet696wide

Niente più videogiochi in Grecia. Una legge ne proibisce l’€™uso a tutti i livelli. Proteste e stupore nel vicino paese ellenico.

Niente più Doom, Unreal, Quake, Simcity e persino Pac-Man, Mario’€™s Bros. Niente più serate e nottate davanti allo schermo a cercare di finire un livello o a trovare una soluzione ad un enigma. Questo il triste destino che vi tocca se siete greci.

Il Governo ellenico ha infatti disposto una nuova legge che prevede multe per decine di migliaia di euro e persino la prigione per chi vende ed utilizza giochi elettronici.

L’€™incredibile provvedimento trae le sue ragioni dalla decisione di proibire i videopoker. Nell’€™incapacità  di distinguere a livello legislativo i giochi d’€™azzardo in genere e innocui titoli ludici, il Governo ha deciso per la proibizione totale.

Al momento la reazione degli appassionati e ovviamente anche dell’€™industria ellenica legata al mondo dei giochi è un misto di rabbia e di stupore. In programma ci sono già  proteste, alcun delle quali anche plateali come sit-in, ma si sta pianificando anche una risposta legale.

E le rimostranze non saranno accolte dal governo locale il caso potrebbe finire di fronte alla corte europea.

Intanto tutti coloro che non hanno pianificato una vacanza in Grecia farebbero bene a controllare bene che cosa si stanno portando dietro. Il provvedimento è valido anche per i turisti e colpisce ogni genere di programma per l’€™intrattenimento ludico, persino quelli contenuti nei telefoni cellulari e nei GameBoy. In questo caso si rischiano fino a 12 mesi di prigione e dai 5000 ai 75000 euro di multa.

Meglio rinviare le partitine quotidiane a Tetris al ritorno a casa’€¦