Virgin denuncia Apple

di |
logomacitynet696wide

Apple esercita in maniera illegale il suo monopolio con iPod e schiaccia gli altri negozi di musica on line? Virgin crede di sì e denuncia Cupertino davanti alla commissione per la libera concorrenza in Francia.

Apple con il rifiuto a concedere in licenza il suo sistema di protezione dei diritti digitali danneggia la concorrenza. Con questa accusa Virgin Mega, il negozio di musica on line di proprietà  del colosso dell’intrattenimento musicale Virgin che opera anche sul mercato francese, ha deciso di denunciare Apple davanti alla commissione per la libera concorrenza del paese transalpino. L’azione intrapresa da Virgin è venuta alla luce nel corso della giornata di ieri, quando Apple ha presentato il 10Q, il dettagliato resoconto sulle operazioni finanziarie che ogni società  quotata in borsa deve inviare alla SEC, la Security Exchange Commission, che vigila sulla borsa americana.

Tra le vicende che, in futuro, potrebbero avere un impatto sulle finanze della società  e la sua organizzazione operativa, tra cui cause legali e controversie, appare proprio l’esposto di Virgin Mega avanzato alla commissione francese nel corso del mese di giugno.

Apple non descrive in maniera dettagliata nel Q10 la vicenda, ma è molto probabile che Virgin prospetti un’operazione di trust fondata sul legame tra iPod e il negozio di musica digitale. In pratica Apple non concedendo in licenza FairPlay renderebbe impossibile alla concorrenza accedere ad iPod, che anche in Francia è di gran lunga il lettore di musica digitale più venduto, obbligando i clienti a rivolgersi al suo negozio di musica digitale e rendendo difficile agli altri negozi competere con esso.

Virgin non si sarebbe limitata a chiedere alla commissione un esame della vicenda, ma preme per misure temporanee non specificate, in attesa che il caso venga esaminato. In pratica si avanza la necessità  di un intervento tampone e d’autorità  che impedisca che ci siano danni irreparabili in attesa di un’udienza, che dovrebbe essere a ottobre o novembre, e del giudizio.

Il caso si inserisce e internazionalizza un contesto, quello della concessione di FairPlay alla concorrenza, già  di per se stesso piuttosto intricato e ricco di controversie. Basti pensare alla vicenda americana di Real Networks che ha sviluppato Harmony, un tecnologia che consente a tutte le canzoni di essere caricate su iPod. La mossa, come noto, ha suscitato le ire di Apple che minaccia azioni legali e la modifica del firmware del lettore di musica digitale.

Quali saranno gli sviluppi della vicenda francese al momento è difficile da dire, anche perché Apple rifiuta ogni commento e la stessa Virgin, interpellata dai media americani, ha anch’essa preferito declinare interviste. Quel che è certo è che Virgin, che ha robustissimi interessi nel campo musicale, ha le potenzialità  per innalzare il livello dello scontro, portandolo su scala ancora più elevata, sfruttando la sua presenza in vari paesi del vecchio continente.