Visual Voicemail non sarà  disponibile ovunque

di |
logomacitynet696wide

Non tutti i 22 paesi in cui il nuovo iPhone 3G sarà  commercializzato a partire dall’11 luglio disporranno della funzionalità  Visual Voicemail. Una ricerca condotta dal sito iLounge conferma che Vodafone inizierà  a vendere iPhone 3G senza fornire i servizi di rete necessari per Visual Voicemail: tra gli esclusi Italia, l’Australia, la Nuova Zelanda.

Visual Voicemail è un’altra innovativa funzione di iPhone: permette all’utente di visualizzare l’elenco di tutti i messaggi presenti in segreteria, in questo modo è possibile ascoltare solo i messaggi desiderati e nell’ordine che si preferisce. Si tratta di una funzione presente fin dalla prima generazione di iPhone così come nel nuovo modello ma per funzionare, richiede un consistente lavoro da parte dell’operatore mobile. Negli Stati Uniti questa funzione era disponibile già  nei primi giorni di commercializzazione di iPhone, purtroppo Visual Voicemail non seguirà  di pari passo l’imminente estensione geografica di iPhone.

A questo risultato è giunta la redazione del sito Internet iLounge che ha intervistato i principali operatori che commercializzeranno iPhone nei primi 22 Paesi a partire dall’11 luglio. Per quanto riguarda Vodafone un portavoce della multinazionale ha confermato che Visual Voicemail non sarà  disponibile al lancio e che la società  sta valutando di attivare il servizio successivamente. Questo significa che Italia ma anche Australia, Nuova Zelanda e Portogallo non disporranno della funzione almeno per i primi tempi.

Più fortunati i futuri utenti iPhone in Spagna (con l’operatore Telefonica) Germania e Austria (T-Mobile): entrambe le società  infatti supporteranno la funzione dal giorno uno. Rimangono in forse il Portogallo e l’Olanda infine, tornando al nostro Paese, l’indagine condotta da iLounge lascia in sospeso anche Tim.