Vittoria di Pirro

di |
logomacitynet696wide

Sony ripresenta la causa contro Connectix che aveva ritirato giovedì scorso. “Speriamo che tutti capiscano che l’emulazione aumenta l’impatto sul mercato”, dicono i produttori di VGS

La vittoria di Connectix su Sony è durata solo lo spazio di un pomeriggio. Dopo avere dismesso la causa che aveva ancora pendente con il produttore di Virtual Game Station, il colosso Giapponese ha infatti inoltrato la domanda per un nuovo processo.”La decisione – dicono alla Sony – è stata presa per evitare vizi procedurali che sarebbero stati appellabili”.Torna così ancora in primo piano il confronto legale che oppone Sony e Connectix sulla realizzazione dell’emulatore per PSX. Secondo il produttore l’operazione di reverse engineering messa in atto da Connectix avrebbe implicato l’utilizzo di proprietà  intellettuali coperte da Copyright.La prima udienza dovrebbe tenersi il prossimo primo di settembre. In quella occasione verrebbero discusse le rimanenti due accuse di una precedente causa che ne elencava nove e di cui il giudice ne aveva cassate sette. Successivamente Connectix e Sony torneranno di fronte alla corte di San Francisco per discutere anche le questioni legali avanzate alla fine della scorsa settimana.Secondo alcune fonti questi intoppi di carattere legale non dovrebbero pregiudicare lo sviluppo di alcuni progetti di emulazione che Connectix dovrebbe presentare al MacWorld Expo. “Speriamo che Sony e altre realtà  capiscano che in molti casi l’emulazione su diverse piattaforme aumenta la penetrazione del mercato”.