Vodafone: nessun blocco al VOIP e offerta in linea con le leggi

di |
logomacitynet696wide

Vodafone a stretto giro di posta risponde con un comunicato che, punto per punto, contrasta il duro documento lanciato nel tardo pomeriggio da Skype con il quale la società del Voip accusava l’operatore mobile di ridurre, con i vincoli imposti alle chiamate telefoniche su Interet, la libertà di scelta dei clienti e invocava l’intervento delle autorità italiane ed europee. «Non blocchiamo il VOIP – dice la società di telecomunicazioni – e la nostra offerta è perfettamente in linea con il quadro regolamentare»

Non si è fatta attendere al risposta di Vodafone a Skype. L’operatore mobile italiano, oggetto (anche se non direttamente menzionato) di un duro attacco da parte della società leader nel campo del Voice Over IP, replica a stretto giro di posta alle accuse di ridurre la libertà di scelta nella fruizione della rete con un comunicato con il quale viene respinta la principale accusa: bloccare i servizi Voip: «Vodafone – si legge nel documento diffuso alla stampa – non opera nessun blocco ai servizi VOIP, offrendo a tutti i clienti la possibilità di scegliere e utilizzare tali servizi sia da computer che da cellulare o smartphone. Gia’ da tempo Vodafone offre ai propri clienti un’ampia gamma di offerte in grado di soddisfare le diverse esigenze di comunicazione: da quelle piu’ evolute che includono anche servizi avanzati (quali il VOIP) a quelle più elementari, con tariffe più economiche per clienti interessati solo ad alcune tipologie di servizio».

Vodafone puntualizza anche a margine dei riferimenti sulle «limitazioni ed eccezioni» che, sempre secondo Skype, renderebbero l’offerta degli operatori «non in linea con la nuova normativa europea delle telecomunicazioni o con le aspettative degli utenti; «Il cliente – dice l’operatore mobile – è sempre informato in maniera trasparente sulle offerte che consentono di utilizzare il Voip, attraverso i materiali informativi disponibili nei punti vendita e sul sito www.vodafone.it». E per quanto riguarda l’appello di Skype alle «autorità in Italia e a Bruxelles» perchè «diano il buon esempio, e proteggano i consumatori e gli innovatori come Skype in concreto, non solo a parole, e il più presto possibile», Vodafone si dice sicura che «l’attuale offerta è perfettamente in linea con il quadro regolamentare vigente e futuro, rispetta la neutralità della rete, consentendo al cliente di scegliere in maniera chiara e  trasparente la tipologia di offerta e i servizi inclusi».