Windows 8, appaiono le prime schermate

di |
logomacitynet696wide

Il sito Win7China ha pubblicato alcune schermate (pochissime per la verità) del futuro Windows 8 e, a quanto c’è dato sapere, dovrebbero essere le prime che si vedono circolare sul web.

Il sito Win7China ha pubblicato alcune schermate (pochissime per la verità) del futuro Windows 8 e, a quanto c’è dato sapere, dovrebbero essere le prime che si vedono circolare sul web (la veridicità è confermata anche da WinRumors). Secondo quanto riportato nel sito in questione le schermate riguardano la Milestone 2 (una versione molto vicina a quella che dovrebbe essere la versione finale). Da quel poco che si riesce a capire dalle sole schermate, Microsoft prevede di integrare Windows Live nella shell di Windows. Quando si collega una periferica (esempio, un mouse USB) questa è rilevata con il solito meccanismo ma, anziché visualizzare in basso a destra un’icona generica che avvisa del rilevamento in corso, è visualizzata un’icona che rappresenta visivamente ciò che è stato riconosciuto (mouse, stampante, ecc.).

Curiosa la presenza nelle schermate di sfondo di scritte con l’invito a non divulgare il lavoro (“shhh… let’s not leak our hard work”). Alcuni rappresentanti di Redmond hanno in passato dichiarato che la nuova interfaccia sarà molto diversa da quanto visto finora, al punto di spingersi a definirla “la mossa più rischiosa mai intrapresa da Microsoft”. Ron George (designer responsabile di vari team Microsoft) parla di un passaggio da GUI (Graphical User Interface) a NUI (Natural User Interface) andando al di là del concetto di punta e clicca, menu e finestre. Dai (pochi) elementi visibili nelle schermate pubblicate, tuttavia, non pare di vedere (almeno al momento) nessuna interfaccia rivoluzionaria. Può darsi che Microsoft ancora non voglia sbilanciarsi troppo e qualche team sia in realtà al lavoro sulla nuova interfaccia; così come può anche essere che Microsoft abbia deciso di tornare sui propri passi e non implementare, almeno per ora, cambiamenti notevoli al sistema.

Come abbiamo già riportato qui, poco altro è dato sapere su Windows 8: nei mesi passati è ad ogni modo emerso che il sistema sfrutterà non meglio precisate tecnologie avanzate a 64 bit (qualcuno ipotizza addirittura a 128 bit) includerà un sistema ancora più avanzato per la gestione del multi-touch, sarà integrato col cloud computing (completamente connesso alla rete). Il futuro Windows 8 userà un modello di sviluppo applicativo denominato “Jupiter” con una nuova interfaccia utente leggera, XAML based, separata e tecnicamente in cima alle API e ai framework per la gestione di grafica, testo e input e che in sostanza consentirà agli sviluppatori di adattarsi alle varie versioni di Windows, comprese le versioni Embedded funzionanti sui tablet (Microsoft ha già fatto sapere che Windows 8 sarà scalabile e in grado di funzionare su dispositivi tablet con CPU ARM, una mossa non propriamente gradita da Intel).

[A cura di Mauro Notarianni]