Windows Media Player 9 per Mac: un progresso a metà 

di |
logomacitynet696wide

Atteso dagli utenti della mela per rimpiazzare l’ormai vetusta e inadeguata versione 7 per Mac OS ma soprattutto per sfruttare i servizi online che necessitano obbligatoriamente la versione 9. E ora che è arrivato?

A meno di un mese dal rilascio quanto è migliorata la nostra vita sul web grazie a Windows Media Player 9? La domanda se la staranno facendo in molti constatando che la disponibilità  del player che doveva aprire agli utenti della nostra piattaforma un universo multimediale fino a qualche settimana fa riservato solo gli utenti Win, fallisce nel suo obbiettivo.

Il punto di più scottante attualità , la gestione dei DRM, ovvero Digital Right Management, è di sicuro tra i più dolenti.

Come dimostrato da alcune esperienze di Macity, infatti pare che continui ad esserci una differenza tra Windows Media Player 9 per Win e Windows Media Player 9 per Mac.

I vari siti nati, dopo iTunes Music Store, per vendere musica digitale e che utilizzano il sistema di Microsoft, (tra cui Tiscali, OD2 e Messaggerie Digitali) sembrano non fornire alcuna compatibilità  con la versione Mac. Per non parlare di Napster 2 che nemmeno mostra la home page e solo perché usiamo il sistema operativo Mac.

A questa situazione, già  di per sè frustrante, si somma la segnalazione di MacFixIt secondo cui Win Media Player 9 Mac non è in grado di mostrare i filmati di MSNBC network televisivo NBC, paradossalmente gestito in collaborazione con Microsoft.

E che non si tratti di un problema sconosciuto lo conferma il supporto tecnico di MSNBC: “Il nostro servizio Video richiede Windows 98SE o superiore, Microsoft Internet Explorer 5.5 o superiore, Windows Media Player 9 o superiore, Macromedia Flash Player 7 o superiore e Microsoft .NET Passport; MSNBC Video non è in grado di supportare alcuni sistemi operativi, tra i quali Macintosh. Ci dispiace dell’inconveniente e vi ringraziamo per la pazienza”.