Windows Vista: ogni somiglianza con Mac OS X è puramente casuale

di |
logomacitynet696wide

David Pogue recensisce Windows Vista e lo mette a confronto con Mac Os X. A a sorpresa (ma non troppo) scopre più di qualche somiglianza con Mac Os X. Un video illustra l’esplorazione.

David Pogue ha creato la serie di manuali The Missing Manual, Il Manuale che non c’€™è, è l’€™autore di uno dei più completi volumi sul sistema operativo Mac OS X, infine Pogue scrive di tecnologia per in New York Times. Con questo curriculum non sorprende che Pogue si sia imbattuto nella recensione di Windows Vista, per la precisione una video recensione reperibile sia nel sito personale dell’autore che nel sito web del New York Times.

Per chi ha dimestichezza con l’€™inglese la recensione si rivela una divertente sorpresa. Innanzitutto Pogue spiega che dopo anni di attesa e milioni di righe di codice, Windows Vista è arrivato ma un gran numero di persone si lamenta perché sostiene che le innovazioni di Vista siano copiate da Mac OS X. Così Pogue si propone di dimostrare l’€™impossibile: l’€™infondatezza dell’€™accusa. Il filmato visualizza una directory in cui premendo l’€™icona triangolare questa si gira per visualizzare l’€™elenco dei file della sottodirectory: lo stesso sistema è utilizzato in Mac OS X e in Vista. Ma sia questo esempio sia la funzione calendario, identica nell’€™aspetto nei due sistemi, vengono subito classificati come poco importanti o non significativi e quindi accantonati. Stessa sorte tocca al programma per la gestione delle foto digitali: il video dimostra come l’€™ingrandimento e il ridimensionamento istantanei introdotti da iPhoto siano presenti anche nell’€™imminente Vista.

Le immagini sono inequivocabili ma il sardonico Pogue sostiene che Microsoft non ha rubato le idee di Apple e la prima dimostrazione consiste nel confronto tra Spotlight e la funzione di ricerca di Vista. Anche qui i due ambienti lavorano in modo molto simile, ma Pogue dimostra che si tratta di due cose completamente diverse perché Spotlight si trova nell’€™angolo superiore destro, mentre la funzione di ricerca di Windows è posizionata nell’€™angolo opposto, cioè in basso a sinistra.

Pogue passa così alla seconda dimostrazione che prende in considerazione i piccoli applicativi che permettono di tenere sotto controllo previsioni del tempo, ultime notizie, conversioni in valuta e andamenti di mercato. Inutile dire che anche in questo caso le funzioni e l’€™aspetto risultano identici in Mac e in Vista, ma Pogue in tono convincente sostiene che Widget è un nome ben diverso da Gadgets, potendo così passare all’€™ultima e definitiva dimostrazione. Questa prende in esame niente meno che il gioco degli scacchi in 3D: nel Mac il materiale della scacchiera può essere scelto tra marmo, legno, erba e marmo. In Vista si hanno opzioni identiche ma invece del marmo l’€™utente può scegliere la porcellana e questo è quanto!

àˆ inevitabile che Vista pian piano si insinuerà  nella vita di tutti i giorni attraverso i nuovi PC venduti che lo ospitano di serie, se non altro però gli utenti Mac più smaliziati potranno accogliere l’€™evento con il sorriso sulle labbra.