Windows modulare si materializza in tribunale

di |
logomacitynet696wide

Una versione modulare di Windows farà  la sua comparsa in tribunale il prossimo 15 maggio. Sarà  frutto del lavoro di uno sviluppatore indipendente presentato dagli Stati “ribelli”. Microsoft si oppone, ma il giudice dice “sì”

La versione “modulare” di Windows, priva di Internet Explorer e Windows Media Player, sarà  presto una realtà , anche se solo per pochi e anche se solo in via sperimentale.
A chiedere di vedere come potrebbe funzionare Windows XP privato di alcune componenti è stata la giudice Kollar-Kotelly, che presiede il tribunale chiamato a decidere sulla richiesta di alcuni stati americani per punizioni più severe nei confronti di Redmond. Tra queste punizioni, appunto, anche l’obbligo di vendere una versione di Windows privata di alcune componenti come il navigatore per Internet e il riproduttore di contenuti digitali.
Microsoft ha sempre detto che una versione di XP di questo tipo non è fattibile e se lo è il prodotto che ne risulterebbe sarebbe in un tempo meno ricco ma anche più frustrante per gli utenti. Per non parlare dei problemi che un simile sistema determinerebbe sia a livello di sicurezza che nella gestione delle infinite versioni che si genererebbero.
Secondo gli Stati le affermazioni di Microsoft non sono attendibili e per provarlo avrebbero commissionato essi stessi una versione modulare di IE, affidando l’incarico al consulente informatico James Bach.
Si tratterebbe di un sistema operativo fondato su Windows Embedded e che, secondo le stesse parole di Bach, è robusto ed affidabile e si è detto disposto a presentare la sua “creazione” in tribunale.
Nonostante la forte opposizione in proposito da parte degli avvocati di Gates, la giudice ha ammesso la prova “poiché è rilevante ascoltare chi si ha provato a creare una versione di Windows che può essere personalizzata”.
Bach sarà  in tribunale il prossimo 15 maggio