Windows vs Linux, la contesa del cruscotto

di |
logomacitynet696wide

Sistemi operativi a quattro ruote: dopo il gruppo FIAT adesso la Volvo e Hummer con Windows ma anche DaimlerCrysler e Honda con Linux.

Concentrati di tecnologia le automobili d’oggi, nonostante un motore a scoppio sostanzialmente uguale da 100 anni, ma quale sarà  il cuore dei sistemi informatici che le dovranno governare nel terzo millennio?

Omnipresenza Windows quale sistema operativo anche nelle utilitarie, berline, SUV o spider? Non proprio per fortuna visto come si stanno muovendo le case costruttrici.

Pare che gli schieramenti siano fondamentalmente due, (ovviamente escludiamo l’esperimento amatoriale bizzarro segnalato tempo fa sulle nostre pagine e riguardante il Mac OS in una vettura Tatra, quale sorgente multimediale): Windows CE o Linux.

Il gruppo FIAT (FIAT, Alfa Romeo, Lancia, Ferrari e Maserati) aveva già  fatto la sua scelta qualche mese fa per i 23 nuovi modelli che usciranno nel 2005, in collaborazione con l’azionista d’oltreoceano General Motors, optando per Windows, ora si viene a sapere come si completano gli schieramenti.

I “gipponi” modaioli Hummer del gruppo GM e le svedesi Volvo del gruppo Ford si associano a FIAT per l’utilizzo di soluzioni Windows, mentre DaimlerCrysler (Mercedes-Benz, Smart, Maybach, Chrysler, Jeep, Dodge) e Acura (il brand statunitense di Honda) si fanno convincere dal Linux supportato da IBM.

Anche BMW sta studiando con IBM soluzioni non ben ancora precisate, ma aspettiamo soluzioni reali perché se dovessimo basarci sugli annunci cosa dovremmo pensare del proclama del 2000 tra Sun e GM “Java sarà  lo standard nell’industria delle automobili”?

Nelle auto GM il software e l’elettronica (gestione della marcia e intrattenimento a bordo) sono già  oggi responsabili per oltre un terzo dei costi del veicolo, IBM sostiene che entro cinque anni il 90% dei costi saranno imputabili a questo settore.

Microsoft ha una sezione preparata per il mercato dell’auto, si chiama Automotive Business Unit e sembrerebbe che già  dieci produttori ne integrino il notissimo sistema operativo, mentre l’ingresso di Linux è novità  dell’ultima ora, grazie al sostegno che IBM da qualche anno ha dato al sistema operativo open source.