Wireless, il Pentagono esamina e giudica

di |
logomacitynet696wide

Da un lato il DOD (Dipartimendo della difesa USA) prosegue lo sviluppo di tecnologie wireless perché le ritiene di grande aiuto ma dall’altro il problema della sicurezza mina sempre di più la strada.

I tecnici del Dipartimendo della difesa degli Stati Uniti sono in continua osservazione di nuove tecnologie applicate al wireless ma dal 30 luglio 2001 una moratoria interna del Pentagono ha praticamente bloccato le applicazioni pratiche per problemi di sicurezza, ancora troppo carente.
Nel documento di oltre un anno fa si fa sapere che “la regola è di approcciarsi al wireless in modo bilanciato per mitigare i rischi di vulnerabilità  e al contempo supportare l’introduzione di nuove tecnologie”.
A fine settembre di quest’anno però il DOD ha chiesto alla NSA – National Security Agency di elaborare un database di tutte le tecnologie wireless catalogandone i vari livelli di vulnerabilità  ed eventualmente suggerire le soluzioni per mitigarle (specialmente con password o autenticazioni basate su chiavi pubbliche o biometriche).
Il Pentagono attualmente esclude, in casi d’emergenza, di operatività  tattiche o in aree “classified”, le comunicazioni radio (compresi i telefoni cellulari e i PDA), ma d’ora in poi la regola sarà  rivista annualmente in base alla nuova richiesta fatta alla NSA e denominata “Pentagon Area Common Information Technology Wireless Security Policy”.