Wireless, la rivincita degli infrarossi?

di |
logomacitynet696wide

Un nuovo sistema per la trasmissione dei dati, basato sui raggi infrarossi, rilancia questo sistema passato in disuso e collocato alle spalle dell’imperante radiofrequenza. I suoi vantaggi: la maggiore sicurezza.

Nella regione inglese del Warwickshire, poco a nord di Londra, l’Università  di Warwick, sta da tempo svolgendo intensi studi che ora hanno prodotto un’antenna ottica per migliorare la sicurezza delle reti wireless.
Gli scienziati e professori di quella università , Roger Green e Roberto Ramirez-Iniguez, hanno sviluppato un dispositivo ottico (un particolare prisma con superfici inclinate ad angoli calcolati con lunghi studi e dotato di filtri), circa cento volte più preciso dei precedenti sistemi della stessa categoria, capace di scoprire una singola lunghezza d’onda in un solo raggio di luce.
Le antenne ottiche trasmettono/ricevono segnali infrarossi e la loro applicazione in network wireless come Wi-Fi e Bluetooth, dicono gli studiosi della Warwick, potrebbero essere nettamente più controllabili e gestibili, grazie al ristretto angolo di diffusione tra il ricevente e il trasmittente, a tutto vantaggio della sicurezza, che attualmente rivestono il maggior problemi delle attuali tecnologie WLAN via radio
La tecnologia ottica può fornire banda larga di comunicazione fino ad una distanza di quasi 5 km (senza ostacoli intermedi).
La parte migliore di questa notizia è che il dispositivo è già  pronto per essere immesso sul mercato.
Optical Antenna Solutions di Nottingham è la prima azienda licenziataria del brevetto e durante l’imminente Comdex di Las Vegas dimostrerà  i prodotti basati su questa tecnologia utilizzandola trasmettere, mediante un collegamento all’infrarosso, i dati delle carte di credito usate alle pompe di rifornimento di benzina e supermercati.