Xbox micro, opera struggente di un solitario genio

di |
logomacitynet696wide

Ci sono voluti sei mesi di duro lavoro e tanta, tanta passione. Ma un hacker di campagna è riuscito, negli Usa, a fare una tale dieta dimagrante alla prima Xbox che adesso sembra un TomTom dell’ultima generazione. Ecco com’è.

Ingannare il tempo e lo spazio, giocare con l’hardware, cambiare le carte in tavola. Tutti dovremmo avere un progetto personale: un nuovo romanzo, la cucina da ripitturare, una replica della Jacuzzi da costruire per il bagno di servizio. Insomma, le solite cose. E soprattutto quelle che riguardano la nostra vecchia Xbox, frutto del peccato adesso abbandonata in soffitta.

Senza speranza? No, per un hacker di campagna l’idea di fare un lavoretto di fino si è dimostrata una tentazione invincibile. E dai risultati che hanno fatto il giro del mondo soprattutto grazie a un noto sito di cose inutili rese utili, gadget del XXI secolo.

Xbox Micro, come vedete nelle foto qui sotto, è davvero sottile. Una storia choccante di lavoro di fino: ridisegnare tutta una architettura, sfruttando la potenza della miniaturizzazione delle componenti, per farla stare in uno scatolino alto neanche un pollice. Un lavoro certosino ai cui risultati sono di tutto rispetto. Vedere per credere…