Yahoo sfida Apple nella musica digitale

di |
logomacitynet696wide

Lo scenario della musica digitale si arricchisce di un nuovo protagonista. Si tratta di Yahoo che acquista Musicmatch per 160 milioni di dollari. La prossima in fila per sfidare Apple sarà  Amazon?

160 milioni di dollari. Questo quanto Yahoo ha pagato per acquistare ieri Musichmatch e competere con i grossi calibri della musica digitale. La società  nota per il suo portale e per essere tra i primissimi protagonisti del mondo di Internet su scala mondiale, ha annunciato l’accordo ieri, con una mossa non certo inaspettata, ma che mette nuova benzina sul fuoco nel già  animato scenario dove Apple è protagonista.

“Il nostro obbiettivo * ha dichiarato Terry Semel CEO di Yahoo * è quello di diventare un importante fattore nel campo della vendita di musica on line. Vogliamo catturare il crescente numero di clienti che si orientano ad essa”.

Musicmatch è stato uno dei pionieri della musica digitale. Fondata nel 1997 era diventata popolare per l’offerta di canzoni “on demand” grazie alla quale si poteva ascolta musica in streaming. Successivamente ha aperto un negozio di musica digitale vero e proprio arrivando ad avere un catalogo di 700.00 canzoni. Il player di Musicmatch, Jukebox, è stato per alcuni mesi fornito da Apple come software ufficiale per iPod fino a quando iTunes non è stato rilasciato anche in versione Windows.

L’acquisto di Musicmatch è solo l’ultimo passo di Yahoo nel campo della musica digitale. In precedenza aveva acquistato Launch che si occupa di streaming audio e video e successivamente raggiunto un accordo con Napster per la distribuzione dei suoi servizi, accordo che ora pare decisamente in pericolo.

Secondo diversi analisti Yahoo non avrà  però vita molto facile. Non solo dovrà  competere con concorrenti affermati e che hanno nel campo un’immagine più consolidata (come Apple) o un peso di molto superiore (come Microsoft), ma dovrà  anche fare i conti con il fatto che non esiste per Musicmatch un player hardware di riferimento. Il valore aggiunto potrebbe essere però Jukebox, un ottimo prodotto che consente di fare molte cose, come estrarre tracce, organizzare la musica, attuare ricerche e che è il leader mondiale nel campo del software per la musica digitale con 55 milioni di utenti registrati.

La mossa di Yahoo ha suscitato, in ogni caso, grande interesse tra gli osservatori del settore, in particolare perché è opinione comune che essa spingerà  qualcuno dei grandi protagonisti che ancora mancano a fare il loro ingresso su questo proscenio. E’ il caso di Amazon che in tempi recenti aveva cercato di acquistare proprio Musicmatch senza riuscirci e che ora, sulla spinta delle scelte di Yahoo, potrebbe fare un analogo tentativo con Napster.

yahoo musicmatch