WhatsApp come iPhone è nel mirino: governo USA alla guerra nucleare contro la cifratura

di |
whatsapp

Non solo iPhone ma qualsiasi altro dispositivo e servizio che usa meccanismi di cifratura è nel mirino del Dipartimento di Giustizia USA. Attivista della privacy: «Sono pronti alla battaglia nucleare con la Silicon Valley».

Il New York Times riferisce che mentre il Dipartimento di Giustizia USA combatte con Apple per stabilire un precedente che consenta di accedere agli iPhone bloccati con codice, sta studiando in che modo creare un altro caso in modo da avere accesso anche a conversazioni e chiamate WhatsApp, il noto servizio di messaggistica da qualche tempo di proprietà di Facebook.

WhatsApp, come noto, consente di inviare messaggi e fare chiamate su internet. Lo scorso anno gli sviluppatori hanno integrato un meccanismo di cifratura per le conversazioni, rendendo impossibile la loro intercettazione. Per uno specifico caso in esame presso il Dipartimento, gli investigatori avrebbero bisogno di accedere alle conversazioni WhatsApp e stanno valutando se muoversi ora o attendere un caso più importante per obbligare Facebook a integrare una backdoor o meccanismo simile a quello richiesto ad Apple consentendo loro di accedere ai dati quando necessario.

Non è la prima volta che emergono problematiche del genere. Lo scorso anno una disputa con Apple ha riguardato la cifratura degli iMessage per un caso che riguardava traffico di armi e stupefacenti. Nello specifico Apple è stata in grado di aiutare il governo e il Dipartimento di Giustizia si è fatto da parte, tornando poi all’assalto per il nuovo caso che riguarda l’iPhone di San Bernardino.

Jan Koum, il creatore di WhatsApp, è nato in Ucraina e in passato ha spiegato le paure della sua famiglia nell’eventualità che alcune conversazioni telefoniche potessero di nascosto essere ascoltate dal governo. Così se WhatsApp poteva in precedenza conoscere i messaggi che passavano sui suoi server, dalla fine del 2014 sfrutta un meccanismo di codifica end-to-end ideato in modo che solo l’utente che riceve un messaggio sia in grado di decifrarlo.

Secondo Chris Soghoian, analista esperto in tecnologia che lavora per conto dell’American Civil Liberties Union, il governo è pronto a battagliare su tutti i fronti cifratura. “Sono pronti a dichiarare la guerra nucleare alla Silicon Valley”: contro Apple, WhatsApp e chiunque altro si opponga alla volontà di fornire accesso ai dati che vogliono.

13whatsapp1illo-articleLarge

 

  • Macuser

    Già ho postato questo commento ad un’altra notizia, ma qui non potrei scrivere diversamente:

    È l’inizio della “clandestinizzazione” del software di cifratura …

    … ad un secolo dall’introduzione del The Noble Experiment in USA che fu il terreno fertile per uno sviluppo di una criminalità organizzata mai vista prima e mai potente come rimase anche dopo …

    La cifratura legalmente resterà appannaggio esclusivo delle forze dell’ordine con tutto quel che ne consegue …

    • Max

      Sicuramente hai centrato il punto! Ed il parallelo col proibizionismo di un secolo fa è molto corretto!
      Giusto per rendere il discorso più accessibile… Supponiamo che un giorno la cifratura delle informazioni personali diventi illegale e tutti i sistemi operativi ufficiali dovranno adeguarsi.
      Cosa impedirebbe alle grandissime organizzazioni criminali di sviluppare un proprio sistema operativo totalmente criptato e di dotare i propri adepti nei punti chiave di un dispositivo in gradi di comunicare in modo totalmentw non intercettabile con gli altri dispositi analoghi??
      Il risultato sarebbe devastante!
      I criminali continuerebbero ad essere NON intercettabili mentre tutti i comuni cittadini non avrebbero diritto alla privacy e sarebbero controllabili, ricattabili e manipolabili!!
      E l’unico modo per i normali cittadini per avere anche loro accesso a dei sistemi protetti sarebbe quello di rivolgersi alla criminalità per avere un dispositivo “illegale”!
      Si creerebbe un mercato illegale ed immensamente redditizio di tecnologia oggi accessibile a tutti!
      Non è fantascienza dal momento che è esattamente quello che è successo un secolo fa con il proibizionismo di alcolici in usa!! Si ottenne solo la creazione di un mercato nero miliardario per la criminalità di allora che crebbe e divenne potentissima!!
      Vi immaginate il protagonista Boardwalk Empire che spaccia telefonini “liberi” sottobanco….

      • Gianni Ceccano

        Concordo, con una precisazione molto importante. Creare sistemi crittografia forte è semplice, non servono grandi organizzazioni criminali, ma solo computer capaci di scandagliare numeri primi abbastanza grandi. Come tutte le invenzioni tcniche, la crittografica non può essere disinventata, a meno che non si vogliano rimuovere tutti i certificati che garantiscono la sicurezza degli acquisti ed ogni altro elementare sistema di protezione dei dati.
        Una politica che, se anche ipoteticamente possibile, renderebbe marginali i dispositivi prodotti negli US, i quali non sarebbero più vendibili in Europa e nel resto del mondo.
        Ce la vedi la Merkel, già intercettata in passato, con un telefono bucato?

      • iLollus

        Forse l’inconfessabile verità è che vogliono avere accesso indiscriminato sulle comunicazioni dei “normali” cittadini, e che quella di intercettare i criminali o i terroristi sia solo una foglia di fico.

  • Imatio

    …gli argomenti che portano a queste richieste da parte dei governi sono anche giuste, ma un vecchio proverbio recita “la via per l’inferno è lastricata di buone intenzioni…”

    Oggi le chat, domani cosa sarà?

  • CAIO MARIZ®

    Il dipartimento di giustizia USA è una vergogna

  • frabelli

    Ora che non possono più spiare gli altri non sanno come fare. Peggio di un governo dittatoriale.