Cook: «Non ci serve un iPhone economico per continuare a crescere»

di |
miglior gennaio apple

Tim Cook arringa i dipendenti di Apple in un incontro alla sede di Cupertino. Tocca tutti i temi più caldi del momento, incluso il presunto prossimo arretramento di iPhone. «Abbiamo spazio per crescere per decenni – dice il CEO – e non ci serve un telefono economico»

«Non faremo mai un iPhone economico, non ne abbiamo bisogno». Il concetto era chiaro già da molto tempo ma Tim Cook l’ha ripetuto chiaro e tondo anche oggi di fronte ad un consesso molto autorevole, la riunione dei dipendenti di Cupertino, seduti di fronte al CEO e il COO, Jeff Wilson.

L’incontro, citato da 9to5Mac, in cui si è parlato di tutti i più recenti temi caldi dell’azienda, ha avuto come snodo centrale proprio iPhone di cui molto hanno discusso analisti e semplici utenti. In primo luogo Cook ha smentito l’opinione di chi sostiene che iPhone è al suo massimo “picco”, affermato che, invece, “il più grande mercato del futuro”.  «Possiamo crescere per decenni», ha detto Cook per essere ancora più chiaro ed esplicito sul livello di fiducia su questo prodotto, indicando i paesi emergenti come quelli dove ci sono le più ampie possibilità di conquista di mercato. «In alcuni paesi – ha aggiunto il CEO – non c’è ancora una larga diffusione di LTE e qui abbiamo grandi potenzialità». Uno di questi paesi sarebbe  l’India  dove stanno per arrivare negozi Apple.

Per questo motivo, dice Cook, non esiste nessuna ragione di rilasciare prodotti economici se questo significa presentare un prodotto depotenziato. Le ricerche di mercato di Apple dicono che i clienti sono disposti a spendere per un prodotto che offre tutte le funzioni che ci si attende da esso.

L’affermazione arriva a margine delle voci che vogliono Apple prossima al lancio di un iPhone con schermo da 4 pollici, il ben noto 5Se. Questo telefono, in effetti, non si presenta nelle anticipazioni come un cellulare a basso costo né come un prodotto privo di funzionalità, ma come una sorta di piccolo iPhone 6s, intendendo con “piccolo” esattamente quel che questo termine significa: un dispositivo a dimensioni ridotte, ma non un dispositivo sminuito nelle sue funzioni.

Cook ha poi parlato anche di iPad, dispositivo che nelle previsioni di Apple dovrebbe tornare a crescere prima di fine anno. Cook ha addirittura affermato di essere «molto ottimista sul futuro del dispositivo», il che suona in contrasto con quel che la maggior parte degli analisti prevedono, secondo i quali i computer tavoletta sono destinati a un domani in cui non vedranno più i fasti dei tempi andati.

Apple pare poi interessata a offrire agli utenti Android alcuni dei servizi che sono oggi riservati al mondo Apple. Questa strategia è in corso di valutazione con il lancio di Apple Music per il sistema operativo del robottino. Se le cose andranno bene, potremo forse vedere anche altri servizi passare a iOS ad Android.

Per quanto riguarda Apple TV e tvOS, l’amministratore delegato della Mela ne ha parlato indicando per loro un futuro “brillante”, non specificando però se Apple intenda o no gestire i contenuti in streaming accordandosi con i vari provider (altra indiscrezione che da tempo circola con insistenza).

Cook ha poi fatto un breve cenno a prodotti che vanno oltre l’anno in corso, senza dire nulla di essi, ha detto che il campus Apple dovrebbe aprire entro fine anno (i primi dipendenti entreranno a inizio 2017) e annunciato che i diritti al congedo temporaneo per padri e madri di un bambino sono in corso di estensione a diversi paesi del mondo dove Apple è presente.

iphone economico cook

  • CAIO MARIZ®

    bravo cook, mai tradire le radici dell’azienda, Apple da sempre fa i migliori prodotti con la miglior user interface con il miglior supporto e con la miglior assistenza, per crescere bisogna migliorare e non arretrare, non si può pensare di crescere preoccupandosi solo dello share, il quale non porta vantaggi né agli utenti né all’azienda (vedi android o windows)

    • canarinonero

      Migliorare vuol dire anche non prendere in giro i clienti con 16gb di storage su giocattoli da 700 euro.
      Il giorno che rinunceranno a una manciata di dollari di margine per mettere sui modelli entry almeno 64gb sarà sempre un giorno di troppo.

      • Pilade

        Totalmente d’accordo.

        Su questa china accade poi che la gente smette di essere contenta, perché appunto si sente un po’ presa in giro.

        E quando la gente non è più contenta, le vendite iniziano a calare davvero.

        I due esempi più clamorosi sono lo storage e l’incidenza della sezione cell sugli iPad.

        Sulla ram ok sorvolare perché Apple è brava ad ottimizzare. Idem sulle cpu. Ma i due parametri di prima sono clamorosamente delle prese in giro!

        • canarinonero

          Esatto RAM e SoC fanno storia a se ma oggettivamente lo storage minimo di un telefono che dice di voler dare all’utenza una esperienza premium non può essere almeno da 2 o 3 anni inferiore a 64gb, stesso discorso per gli iPad Wi-Fi vs. Wi-Fi+Cellular…

      • CAIO MARIZ®

        Non parlavo di quello, facevo riferimento al prodotto in generale, certamente sarebbero da menare per quella politica spilla soldi, ma purtroppo finché il 16 GB venderà tanto lo terranno, ad esempio nel 2014 il 50% degli iPhone 6 erano da 16 GB, nel 2015 il 30% degli iPhone 6S era da 16 GB, probabilmente con iPhone 7 toglieranno quel taglio

        • canarinonero

          Il 16 rende tanto perché spendere 850 euro/dollari in un telefono non è alla portata di tutti… E insita nella tua giustificazione c’è il problema, Apple non fa onore alla sua posizione sul mercato mantenendo quel taglio di memoria.

      • Stefanø

        Secondo me invece non è un fatto di costi.
        È lo stesso discorso delle porte USB nel MacBook o, prima ancora, del lettore CD ed del floppy. Spingono per eliminare qualcosa che non vedono più come necessario, in quanto il futuro sarà in cloud.

        Certo, risulta una forzatura, come ogni volta che hanno eliminato qualcosa, però alla fine la storia gli ha dato ragione.

        Il problema è che, in questo caso, il passaggio risulta più difficile delle altre volte, anche perché per poter pensare ad un futuro dove i contenuti saranno salvati principalmente in cloud, deve esserci dietro una solida struttura per la connessione dati, che non abbia zone morte e soprattutto che non continui ad offrire dei miseri piani da 1Gb, facendoteli passare come un favore.

        Vedremo tra qualche anno se questa politica gli avrà dato ragione, o se cederanno sull’ampliare finalmente la memoria negli entry-level.

      • Stefanø

        Secondo me invece non è un fatto di costi.
        È lo stesso discorso delle porte USB nel MacBook o, prima ancora, del lettore CD ed del floppy. Spingono per eliminare qualcosa che non vedono più come necessario, in quanto il futuro sarà in cloud.

        Certo, risulta una forzatura, come ogni volta che hanno eliminato qualcosa, però alla fine la storia gli ha dato ragione.

        Il problema è che, in questo caso, il passaggio risulta più difficile delle altre volte, anche perché per poter pensare ad un futuro dove i contenuti saranno salvati principalmente in cloud, deve esserci dietro una solida struttura per la connessione dati, che non abbia zone morte e soprattutto che non continui ad offrire dei miseri piani da 1Gb, facendoteli passare come un favore.

        Vedremo tra qualche anno se questa politica gli avrà dato ragione, o se cederanno sull’ampliare finalmente la memoria negli entry-level.

      • Stefanø

        Secondo me invece non è un fatto di costi.
        È lo stesso discorso delle porte USB nel MacBook o, prima ancora, del lettore CD ed del floppy. Spingono per eliminare qualcosa che non vedono più come necessario, in quanto il futuro sarà in cloud.

        Certo, risulta una forzatura, come ogni volta che hanno eliminato qualcosa, però alla fine la storia gli ha dato ragione.

        Il problema è che, in questo caso, il passaggio risulta più difficile delle altre volte, anche perché per poter pensare ad un futuro dove i contenuti saranno salvati principalmente in cloud, deve esserci dietro una solida struttura per la connessione dati, che non abbia zone morte e soprattutto che non continui ad offrire dei miseri piani da 1Gb, facendoteli passare come un favore.

        Vedremo tra qualche anno se questa politica gli avrà dato ragione, o se cederanno sull’ampliare finalmente la memoria negli entry-level.

        • canarinonero

          Fosse come dici i BK su iCloud verrebbero fatti in automatico anche su rete cellulare, il problema non è di costi è di margine di guadagno e non paragonerei questa scelta scellerata a altre prese da Apple.

        • canarinonero

          Fosse come dici i BK su iCloud verrebbero fatti in automatico anche su rete cellulare, il problema non è di costi è di margine di guadagno e non paragonerei questa scelta scellerata a altre prese da Apple.

        • canarinonero

          Fosse come dici i BK su iCloud verrebbero fatti in automatico anche su rete cellulare, il problema non è di costi è di margine di guadagno e non paragonerei questa scelta scellerata a altre prese da Apple.

        • canarinonero

          Fosse come dici i BK su iCloud verrebbero fatti in automatico anche su rete cellulare, il problema non è di costi è di margine di guadagno e non paragonerei questa scelta scellerata a altre prese da Apple.

        • canarinonero

          Fosse come dici i BK su iCloud verrebbero fatti in automatico anche su rete cellulare, il problema non è di costi è di margine di guadagno e non paragonerei questa scelta scellerata a altre prese da Apple.

  • silvergold84

    Eh ok , dati alla mano Apple ha venduto come l’anno record scorso circa iPhone quando gli android sono a bagno. Dati alla mano chi ha Apple ama i suoi dispositivi .. Però si parla di prese in giro da parte di utenti (o finti ) . Ma il mercato non vi considera neanche .. Non frega niente a nessuno . La verità sta nei prodotti migliori : Apple.

    • IlNonno

      Il tasso do fedeltà è alto per tutti ma va considerato tutto Android insieme , il giochino di separare per fare più bella figura non regge più.

      • silvergold84

        I dati di vendita degli android li rilasciano le stesse compagnie .. È una catastrofe per loro . Il giochino di vendere dispositivi scadenti che si bloccano , hanno lag, e che devi cambiare dopo neanche un anno non funziona più. La gente vuole Apple. È un dato di fatto. E hanno ragione

        • IlNonno

          Il giochino di Android porta l’80% di share quindi direi che funziona benissimo, ovviamente se ci sono mille produttori le vendite vanno divise tra tutti.

          Per il resto è il tuo solito post copia incolla.

          • silvergold84

            Il giochino ha portato in passato android ad avere quel share e lo porta ad avere , per le aziende che lo adottano , un calo inarrestabile di vendite

  • Davide

    Stessa cosa gli hd meccanici da 7200 ( o 5400 non ricordo ) nei Mac. Vergognoso come i 16 gb in iPhone. D’accordo non fare un iPhone economico, nonostante ogni anno se ne parli solo per fare articoli attira click. Basterebbe guadagnare un “pelino” meno e togliere sti benedetti 16 gb. Ma c’è un fatto: gli conviene tenerli, primo per dare la possibilità di avere un prezzo più basso per chi non può spender 900 euro in un telefono, secondo, per costringere o indirizzare l’utente verso iCloud con un abbonamento annuale. In quel caso te ne freghi dei 16 gb perché hai tantissimo spazio sulla nuvola. Apple d’altronde non fa nulla per niente,tutto è sempre mirato al guadagno,anche perché non è un ente di beneficenza.

    • Pilade

      Secondo me è semplice miopia, fatto che poi le aziende pagano, magari domani e non oggi (ok), ma poi pagano.

      C’è un discrimine sottile, che anche il canarino nero cerca di spiegare, ed è quello fra un dispositivo premium, cioè che costa e fa di più, ed un dispositivo costoso, che costa solo di più.

      Il giudizio finale spetta al mercato, ma nella storia Apple è capitato tante volte che per pigrizia o miopia i suoi prodotti scendessero da premium a costosi e basta.

      Con iPhone dovrebbero dare qualche segnale, o sul prezzo o sulle features a parità di prezzo. Io propenderei per il prezzo, ma ci si potrebbe accontentare di un miglioramento di qualche altro parametro come lo storage, anche tenendo conto che Apple non supporta le espansioni Sd, mettendo in imbarazzo un po’ mezzo mondo fra chi le vuol pure bene.

      • canarinonero

        all’uscita del 5c dissi che quello non era un telefono pensato per un target era un telefono pensato per sfruttare una fascia di prezzo cosa che va contro all’idea di un prodotto premium che come dici non vuol dire solo costoso a prescindere.
        il 5c doveva essere all’epoca pensato come l’ipod che telefona per i giovani o per i fanatici della musica/fotografia per dare anche a itunes store un po’ di ossigeno probabilmente. 128GB di storage e lasciare alla clientela la decisione se avere un telefono con tantissimo spazio per la musica e le foto con hardware vecchio o un telefono nuovo con features e caratteristiche distintive… 5c è stato uno dei sopra menzionate scivoloni. che sicuramente ha venduto questo non lo metto in dubbio ma rimangono le perplessità sul prodotto in se.
        probabilmente hanno proiezioni di vendita che li tengono tranquilli ma la narrativa di apple deve cambiare, hanno aperto su tutti i mercati profittevoli, possono sperare in una espansione in cina forse qualcosa in india ma poi si arriva alla saturazione del target a cui il business si indirizza, e con il solo ricambio dei terminali vecchi non si fanno i bilanci e i margini su cui apple basa la sua narrativa per convincere sviluppatori e terze parti a investire sulla piattaforma, ci vogliono numeri e quei numeri con il tempo diventeranno sempre meno interessanti.
        hanno i soldi e il tempo per cambiar le cose ma prima cominciano meglio sarà.

  • Davide

    Guarda Silvergold, che amare Apple NON significa essere piegati a 90 sempre e comunque,esiste pure criticare le scelte dell’azienda che si ama,se c’è qualcosa che non va. Non ci vedo niente di male, e non serve criticare chi la pensa così.

  • Endiuorrol

    In India però, pur di venderli, gli iPhone sono diventati magicamente economici. In Europa invece te li fa pagare come il sangue. Se solo volessero potrebbero abbassare il prezzo di molto.

    • CAIO MARIZ®

      in usa il prezzo come vedi è al netto dell’IVA, al nostro iPhone togli IVA, Siae etc, e arrivi and un prezzo molto simile a quello USA, l’unica cosa è quella di sperare nel rafforzamento dell’euro sul dollaro così calerebbero i prezzi di tutti i mac e forse anche degli iPhone

      • Fan di tecnologie

        Hahahahaahaha non mi sembra esatto quello che dici

        • CAIO MARIZ®

          invece lo è, purtroppo abitiamo in italia e in europa

          • Fan di tecnologie

            ma che dici. non mi risulta che quando l’euro stava 1.4 al cambio con il dollaro l’iphone costasse di meno. Proprio non mi risulta.

          • CAIO MARIZ®

            invece si, costava 50 euro in meno nel 2014

    • CAIO MARIZ®

      in usa il prezzo come vedi è al netto dell’IVA, al nostro iPhone togli IVA, Siae etc, e arrivi and un prezzo molto simile a quello USA, l’unica cosa è quella di sperare nel rafforzamento dell’euro sul dollaro così calerebbero i prezzi di tutti i mac e forse anche degli iPhone

    • CAIO MARIZ®

      in usa il prezzo come vedi è al netto dell’IVA, al nostro iPhone togli IVA, Siae etc, e arrivi and un prezzo molto simile a quello USA, l’unica cosa è quella di sperare nel rafforzamento dell’euro sul dollaro così calerebbero i prezzi di tutti i mac e forse anche degli iPhone

    • CAIO MARIZ®

      in usa il prezzo come vedi è al netto dell’IVA, al nostro iPhone togli IVA, Siae etc, e arrivi and un prezzo molto simile a quello USA, l’unica cosa è quella di sperare nel rafforzamento dell’euro sul dollaro così calerebbero i prezzi di tutti i mac e forse anche degli iPhone

    • CAIO MARIZ®

      in usa il prezzo come vedi è al netto dell’IVA, al nostro iPhone togli IVA, Siae etc, e arrivi and un prezzo molto simile a quello USA, l’unica cosa è quella di sperare nel rafforzamento dell’euro sul dollaro così calerebbero i prezzi di tutti i mac e forse anche degli iPhone

    • bravodillo

      Vero. Infatti l’India è e sarà il paese per vendere le eccedenze di casa Apple a prezzi bassi. Funziona così: Apple ha delle eccedenze? Si. Non può venderle a prezzi normali. Deve quindi ribassare il prezzo. Ma se vende in Europa o USA a prezzo ribassato rovina il mercato. Lo deinflaziona. E poi non potrebbe più vendere i suoi prodotti in Europa o USA a prezzi normali. Soluzione: vendere le eccedenze ai paesi emergenti, come l’India. Il bacino di utenza è giusto delle dimensioni delle eccedenze. Capisci il trucchetto? 😉

      • Endiuorrol

        Sai qual é il trucchetto di Apple? Farti credere che venda eccedenze in India.. In India l’iPhone 6 da 16gb (é una eccedenza per il mercato europeo?) viene venduto a 330€. Stesso prezzo per i gonzi come te?

        • bravodillo

          Che vuoi dire?

          • Gygerch

            Niente, non prenderlo sul serio, sta messo peggio di te.

        • Gaznevada

          Puoi mettere un link o un riferimento per questo prezzo ?

    • Marco Meneghello

      Grazie al cazzo, stiamo parlando di un paese dove lo stipendio medio è tra i 100 e i 200 euro al mese, ti pare che possano vendere un telefono a 900?

      Guarda Apple non è una ferramenta, i conti li fa tornare a livello globale.

      • Endiuorrol

        Quindi 300€ é il valore reale di un iPhone 6 che a te però la simpatica Apple fa pagare 750€.

        • Marco Meneghello

          Quello che tu chiami “valore reale” è probabilmente ciò che tu vorresti pagare per un iPhone, ma è chiaro che si tratta di una cifra sparata a caso.

          • Endiuorrol

            In India iPhone 6 16gb costa 330€ (25000 rupie) quindi quello é il valore reale. Se tu lo hai pagato 730€ hai regalato 400€ a Apple. Punto.

          • Marco Meneghello

            Che sciocchezza..

          • paolo russo

            No, no, Marco. Stavolta sbagli tu. È Apple che è ottusamente malvagia come nessun altro al mondo. Infatti, se compri una maglietta con il coccodrillino sopra la paghi esattamente lo stesso prezzo in tutto il mondo. Mica 30 euro in Italia e 2 in India.
            😉

          • paolo russo

            No, no, Marco. Stavolta sbagli tu. È Apple che è ottusamente malvagia come nessun altro al mondo. Infatti, se compri una maglietta con il coccodrillino sopra la paghi esattamente lo stesso prezzo in tutto il mondo. Mica 30 euro in Italia e 2 in India.
            😉

          • Marco Meneghello

            Io credo tu abbia ragione.

            Applicando lo stesso ragionamento, credo che invece di pagare 1.000 euro al mese il personale gliene daremo 120 come in India, perché quello è il giusto valore. Punto.

          • IlNonno

            Però porti tutte le tasse e i prezzi di tutto come in India.

          • paolo russo

            Ma continuando a vendere le Lacoste a 30 euro a manica, però!

        • Saccente

          Definisci “valore reale”.

          • IlNonno

            Quello che ti permette di pagare le spese più un ricarico allineato alla media dei tuoi concorrenti, il resto è sovrapprezzo.

          • Saccente

            Quindi quanto vale un chilo di spinaci, secondo il tuo “valorometro”?

          • IlNonno

            Se la media dei supermercati lo vende ad un euro , ed il negozietto figo dove va Belen lo vende a 3, direi 1 ed il secondo sovrapprezza.

          • Saccente

            Ma come, il tuo valorometro non funzionava in base alle spese più un ricarico allineato alle media? Ora invece si basa sul prezzo medio di vendita? Quello di prima s’è rotto?

          • IlNonno

            Il prezzo medio di venduta deve usarlo il consumatore per capire chi ci sta marciando sopra , non avendo altri strumenti.

            Spese più il ricarico medio applicato dal mercato , se tutti vendono allo stesso prezzo stanno applicando lo stesso ricarico , se qualcuno vende a prezzo più alto o più basso sta sovrapprezzando o sottoprezzando.

            Tutti i produttori vendono i loro top a 400 dopo qualche mese, ora Apple sta vendendo iphone a 300 in India.
            Tolte alcune tasse e spese che possiamo ipotizzare più basse in india (trasporti , stipendi ecc) sta du fatto applicando il ricarico standard del mercato smartphone; in tutto il resto del mondo sovrapprezza.

            Cos’ altro non capisci ?

          • Saccente

            Non capisco perché svicoli sulla voce “spese” del tuo “valorometro” (o forse “valorimetro” suona meglio).

          • IlNonno

            Come consumatore non posso conoscere i dettagli delle spese ma vedo solo il prezzo finale ed i guadagni di quella società.

            Se mi dai un prodotto analogo alla concorrenza ad un prezzo più alto della media , riportando guadagni molto più alti , abbassandolo poi notevolmente quando ti fa comodo , evidentemente stai applicando un margine altissimo.

            Tutto bene ma non ci si offenda quando viene fatto notare.

          • Saccente

            Ah ecco, quindi il tuo valorimetro lo puoi buttare nella spazzatura, visto che è inutilizzabile.

            “ma vedo solo il prezzo finale ed i guadagni di quella società.”

            Esatto.

            “Se mi dai un prodotto analogo alla concorrenza ad un prezzo più alto della media”
            E come fai a determinare che è analogo? Analogo non è.

            “riportando guadagni molto più alti , abbassandolo poi notevolmente quando ti fa comodo , evidentemente stai applicando un margine altissimo.”

            L’evidenza del margine altissimo sta nello stesso foglio di carta dove leggi i “guadagni di quella società”, ovvero i rapporti trimestrali e annuali resi pubblici per legge.

            “Tutto bene ma non ci si offenda quando viene fatto notare.”
            Nessuna offesa, avere margini elevati non è disdicevole.
            È invece disdicevole produrre in perdita, come fanno quasi tutti i concorrenti Apple. Si chiama concorrenza sleale e quando avviene all’estero è addirittura punita dalla legge.

          • IlNonno

            Riparto dall’inizio: guardando la media dei prezzi di oggetti analoghi riesco subito a capire quali sono coerenti e quali venduti sottoprezzo o sovrapprezzo, è la cosa che fanno tutti i consumatori quando devono acquistare una cosa; prova e diverrà utilizzabile anche per te.

            Un iphone, un 950 un s6 ecc hanno hardware analogo e svolgono le stesse funzioni nello stesso modo (filmati di comparazione reale alla mano, non le pagelle da fantacalcio dei benchmark), a parte i relativi settori di eccellenza, quindi sono dello stesso livello.

            Le preferenze personali, a cui il software è molto soggetto, non fanno testo ovviamente.

            Partono dallo stesso prezzo di listino, che però viene ridotto mantenendo un giusto margine (per il mercato smartphone nell’anno di crisi 2016), anche da apple in india ad esempio.

            Pensavo fosse superfluo il discuterne visto che abbiamo 3 sistemi concorrenti ed è ovvio che i relativi top siano comparabili, cosa che viene puntualmente fatta da numerose testate giornalistiche molto più competenti di te e di me.

            Trovo mille comoparazioni iphone 6 – s6 e nessuna iphone 6 galaxy ace, forse perchè la prima ha senso e la seconda no?

            Abbiamo già discusso pratiche come il vendere sottocosto terminali entry level (fa cosi paura?) o regalare suite office per contrastare la concorrenza a pagamento o strangolare i partner per strappare condizioni di favore che altri non hanno, sono pratiche non cristalline ma evidentemente ammesse perchè non punite.

  • edu

    Okay che non ha detto “quale” percentuale di crescita si aspetta (1%, 0.1%, , 0.001%), ma quando sento parlare di crescita ininterrotta per anni e anni mi viene in mente la frase di Albert Allen Bartlett, secondo cui “The greatest shortcoming of the human race is our inability to understand the exponential function” (ci sono anche i suoi video su youtube).

    Se penso che solo nell’ultimo trimestre Apple ha venduto 75 milioni di iPhone non posso fare a meno di notare che questo è un valore molto vicino all’intera popolazione della Germania (ca. 80 milioni)!
    Si parla solo di un trimestre!!!!! Di quando si vuole continuare a crescere?
    Ad un certo il numero di persone in grado di comprare nuovi iPhone ad un prezzo medio di 650$ finisce!!!!

    • Marco Meneghello

      Non capisco lo stupore.

      Mica ha detto che sarebbero cresciuti per sempre, ha solo detto che c’è ancora margine.

      • edu

        “decenni” è un lasso di tempo enorme!

        Come ho scritto, non c’è menzione del tasso di crescita che potrebbe essere piccolo (0.1%) ma resta il fatto che anche con numeri “piccoli” tipo il 2% o 3% annuale si ottengono numeri “interessanti” se si aspetta qualcosa come 30 anni.

        Ad un certo punto anche la popolazione mondiale smetterà di crescere. Non so perché parla dell’iPhone come questo rappresenterà ancora per molto Apple.

        Mi pare un segnale preoccupante. La Apple del Mac, dell’iPod e del primo iPhone aveva voglia di mettersi in gioco e spero che sia davvero ancora così!

        • Marco Meneghello

          No ‘decenni’, ha detto almeno ‘un decennio’. Davvero credi che nel 2026 non ci saranno più iPhone? Per carità, tutto può essere, ma non ti pare un po’ esagerato agitarsi adesso?

          • edu

            Dall’articolo di 6to5mac:
            Cook is said to have called the iPhone the “greatest business of the
            future,” noting that Apple has room to grow the iPhone for decades

            Se davvero la pensa così c’è un po’ da preoccuparsi

          • Marco Meneghello

            Hai ragione, mi era scappato il plurale. Ha anche detto che non faranno altro, nel frattempo? 😛 Direi di no..

            Rimango ragionevolmente certo, quindi, che comunque iPhone non sparirà. I Mac li fanno da decenni, non vedo perché mai per iPhone dovrebbe essere diverso.

            Comunque, chi vivrà vedrà.

          • edu

            No non penso che sparirà. Mi preoccupa solo il fatto che anche per il futuro si punti molto su di esso. Tutto qui 😉

          • Marco Meneghello

            Ah, ok, devi scusarmi, avevo inteso proprio un’altra cosa. 🙂

            Ti lascio con questa riflessione: quanto vale il ‘resto’ del business di Apple, tolto iPhone?

            The iPhone made Apple 63 percent of its revenue in the last reported quarter. 100 minus 63 is 37. It’s true! Look it up. Apple made $51.5 billion in revenue in their most recently reported quarter. If you multiply $51.5 times 0.37 you get $19 billion which is apparently their “little else”. You know how much revenue Microsoft made in total during its most recently reported quarter? $20.4 billion.

          • IlNonno

            Peccato che sono organizzati e strutturati per il Big else.

          • edu

            Sì Marco tutto vero, ma una considerazione però la devo fare. Il 63% delle revenue è tanto ma se consideri i profitti, dall’iPhone, per via dei suoi margini, Apple fa l’80% dei profitti! E’ oggettivamente una situazione un po’ sbilanciata. Tutto qui.

          • Marco Meneghello

            Prendo per buono quel numero. Quanto vale Quel 20% che rimane?

        • paolo russo

          Non prenderei la frase in senso troppo letterale.
          Comunque, magari poi sbagliano i loro calcoli, ma il livello dirigenziale delle multinazionali non ha bisogno di leggere i forum per sapere con che numeri avranno a che fare. Puoi star certo che delle proiezioni di crescita a 20-30 anni se le sono fatte per impostare le scelte di lungo periodo sia sul fronte dei costi che su quello dei ricavi. Per esempio, vengono fatte analisi molto attente sull’evoluzione del mercato dei metalli per assicurarsi per tempo le forniture a prezzi controllati o almeno per costruire proiezioni attendibili sui costi e indirizzare il lavoro dei laboratori di ricerca sui materiali per iPhone… direi 10 o 11 in questi giorni. Stessa storia per i ricavi: evidentemente le analisi di Apple dicono che lo smartphone è un prodotto che ha ancora spazio di crescita nel mondo per decenni. Poi certamente l’iPhone del 2025 sarà molto diverso da quello del 2015, ma questo lo sa anche Apple prima di tutti noi. Te la metto in questo modo: hai ragione nel dire che la popolazione numericamente più di tanto non può crescere, ma… non sarebbe bello pensare un mondo nel 2050 nel quale le condizioni di vita generali sono migliorate così tanto che ci saranno 3 miliardi di potenziali acquirenti per un gingillo costoso come iPhone invece che i 7-800 milioni di adesso?
          Penso che in Siria oggi come oggi ci metterebbero la firma ad avere come maggiore problema il prezzo dell’iPhone fra 20 anni. Magari Cook è un inguaribile idealista! 🙂

          • edu

            Mi immagino/spero anche io che a certe problematiche la dirigenza Apple ci pensi. Ma ciò non toglie che qualche volta le analisi di lungo termine di grandi aziende si rivelano sbagliate o disastrose (RIM o NOKIA come esempi).
            E’ interessante il discorso sui minerali, ma alla fine si può dire che “the next big thing” indipendentemente da cosa sarà, sarà probabilmente qualcosa di (opto)-elettronico 😉
            Mi piacerebbe pensare come te che un giorno le condizioni di vita saranno migliori per molte più persone rispetto ad oggi… ma sembra che la disuguaglianza sia qualcosa di fondamentale almeno in questo sistema socio-economico…
            vedi per esempio il principio di Pareto: 80% delle ricchezze è posseduto dal 20% delle popolazione.

          • Marco Meneghello

            RIM e Nokia non potevano prevedere Apple. Nessuno avrebbe potuto prevedere l’impatto di iPhone, neppure Apple.

          • edu

            Sarei curioso di sapere a cosa pensavano i mangement di RIM e Nokia all’apice del loro successo… non pensavo forse all’iPhone ma avranno pur avuto dei progetti, una qualche idea del futuro che non fosse una mera perpetuazione dell’esistente… il punto è che non si è materializzato nulla. O hanno sognato troppo poco (RIM), o hanno realizzato troppo poco e in modo confusionario (Nokia)
            Sul fatto che Apple non potesse prevederlo non sono completamente d’accordo… Steve Jobs sapeva di avere un grosso vantaggio sulla concorrenza.

          • Marco Meneghello

            Sarebbe interessante saperlo, sì.

            Su Apple, non so essere più preciso, ma mi sembra di ricordare di aver letto qualcosa in proposito, se lo ritrovo lo riporto qui.

            Sapere di avere un vantaggio è un conto, prevedere una rivoluzione di quella portata è un altro.

          • Marco Meneghello

            Sarebbe interessante saperlo, sì.

            Su Apple, non so essere più preciso, ma mi sembra di ricordare di aver letto qualcosa in proposito, se lo ritrovo lo riporto qui.

            Sapere di avere un vantaggio è un conto, prevedere una rivoluzione di quella portata è un altro.

          • Marco Meneghello

            Sarebbe interessante saperlo, sì.

            Su Apple, non so essere più preciso, ma mi sembra di ricordare di aver letto qualcosa in proposito, se lo ritrovo lo riporto qui.

            Sapere di avere un vantaggio è un conto, prevedere una rivoluzione di quella portata è un altro.

          • Marco Meneghello

            Sarebbe interessante saperlo, sì.

            Su Apple, non so essere più preciso, ma mi sembra di ricordare di aver letto qualcosa in proposito, se lo ritrovo lo riporto qui.

            Sapere di avere un vantaggio è un conto, prevedere una rivoluzione di quella portata è un altro.

          • edu

            Sarei curioso di sapere a cosa pensavano i mangement di RIM e Nokia all’apice del loro successo… non pensavo forse all’iPhone ma avranno pur avuto dei progetti, una qualche idea del futuro che non fosse una mera perpetuazione dell’esistente… il punto è che non si è materializzato nulla. O hanno sognato troppo poco (RIM), o hanno realizzato troppo poco e in modo confusionario (Nokia)
            Sul fatto che Apple non potesse prevederlo non sono completamente d’accordo… Steve Jobs sapeva di avere un grosso vantaggio sulla concorrenza.

          • edu

            Sarei curioso di sapere a cosa pensavano i mangement di RIM e Nokia all’apice del loro successo… non pensavo forse all’iPhone ma avranno pur avuto dei progetti, una qualche idea del futuro che non fosse una mera perpetuazione dell’esistente… il punto è che non si è materializzato nulla. O hanno sognato troppo poco (RIM), o hanno realizzato troppo poco e in modo confusionario (Nokia)
            Sul fatto che Apple non potesse prevederlo non sono completamente d’accordo… Steve Jobs sapeva di avere un grosso vantaggio sulla concorrenza.

          • edu

            Sarei curioso di sapere a cosa pensavano i mangement di RIM e Nokia all’apice del loro successo… non pensavo forse all’iPhone ma avranno pur avuto dei progetti, una qualche idea del futuro che non fosse una mera perpetuazione dell’esistente… il punto è che non si è materializzato nulla. O hanno sognato troppo poco (RIM), o hanno realizzato troppo poco e in modo confusionario (Nokia)
            Sul fatto che Apple non potesse prevederlo non sono completamente d’accordo… Steve Jobs sapeva di avere un grosso vantaggio sulla concorrenza.

          • paolo russo

            Ti do una brutta notizia: la legge di Pareto in questo caso è stata largamente confutata. C’è stato un grosso spostamento di ricchezza negli ultimi 10-20 anni – grazie soprattutto alle speculazioni finanziarie – e l’80% delle ricchezze è ormai nelle mani di meno dell’1% della popolazione mondiale. Se ho tempo, più tardi ti cerco il link ad una infografica relativa ai soli USA che mostra la differenza tra come la gente pensa che sarebbe giusto che la ricchezza fosse distribuita, come pensa che sia distribuita realmente e come è davvero distribuita. L’ho vista un paio di anni fa e ogni tanto mi da ancora gli incubi…

          • edu

            Quindi è molto peggio!
            Fammi sapere se trovi il link, sono molto interessato.

          • paolo russo

            Eccolo: https: // youtu. be / QPKKQnijnsM
            Con i soliti spazi infilati nel link.
            La memoria cala e i numeri non sono esattamente quelli che ti ho detto, ma il senso non si sposta di molto.
            Ecco… ora che l’ho rivisto, mi torneranno altri incubi 🙁

          • edu

            grazie!

          • edu

            Quindi è molto peggio!
            Fammi sapere se trovi il link, sono molto interessato.

    • paolo russo

      Bella la frase di Bartlett!

      • edu

        su youtube c’è anche una bella raccolta di video in proposito che vivamente consiglio 😉

  • edu

    Okay che non ha detto “quale” percentuale di crescita si aspetta (1%, 0.1%, , 0.001%), ma quando sento parlare di crescita ininterrotta per anni e anni mi viene in mente la frase di Albert Allen Bartlett, secondo cui “The greatest shortcoming of the human race is our inability to understand the exponential function” (ci sono anche i suoi video su youtube).

    Se penso che solo nell’ultimo trimestre Apple ha venduto 75 milioni di iPhone non posso fare a meno di notare che questo è un valore molto vicino all’intera popolazione della Germania (ca. 80 milioni)!
    Si parla solo di un trimestre!!!!! Di quando si vuole continuare a crescere?
    Ad un certo il numero di persone in grado di comprare nuovi iPhone ad un prezzo medio di 650$ finisce!!!!

  • edu

    Okay che non ha detto “quale” percentuale di crescita si aspetta (1%, 0.1%, , 0.001%), ma quando sento parlare di crescita ininterrotta per anni e anni mi viene in mente la frase di Albert Allen Bartlett, secondo cui “The greatest shortcoming of the human race is our inability to understand the exponential function” (ci sono anche i suoi video su youtube).

    Se penso che solo nell’ultimo trimestre Apple ha venduto 75 milioni di iPhone non posso fare a meno di notare che questo è un valore molto vicino all’intera popolazione della Germania (ca. 80 milioni)!
    Si parla solo di un trimestre!!!!! Di quando si vuole continuare a crescere?
    Ad un certo il numero di persone in grado di comprare nuovi iPhone ad un prezzo medio di 650$ finisce!!!!

  • edu

    Okay che non ha detto “quale” percentuale di crescita si aspetta (1%, 0.1%, , 0.001%), ma quando sento parlare di crescita ininterrotta per anni e anni mi viene in mente la frase di Albert Allen Bartlett, secondo cui “The greatest shortcoming of the human race is our inability to understand the exponential function” (ci sono anche i suoi video su youtube).

    Se penso che solo nell’ultimo trimestre Apple ha venduto 75 milioni di iPhone non posso fare a meno di notare che questo è un valore molto vicino all’intera popolazione della Germania (ca. 80 milioni)!
    Si parla solo di un trimestre!!!!! Di quando si vuole continuare a crescere?
    Ad un certo il numero di persone in grado di comprare nuovi iPhone ad un prezzo medio di 650$ finisce!!!!

  • edu

    Okay che non ha detto “quale” percentuale di crescita si aspetta (1%, 0.1%, , 0.001%), ma quando sento parlare di crescita ininterrotta per anni e anni mi viene in mente la frase di Albert Allen Bartlett, secondo cui “The greatest shortcoming of the human race is our inability to understand the exponential function” (ci sono anche i suoi video su youtube).

    Se penso che solo nell’ultimo trimestre Apple ha venduto 75 milioni di iPhone non posso fare a meno di notare che questo è un valore molto vicino all’intera popolazione della Germania (ca. 80 milioni)!
    Si parla solo di un trimestre!!!!! Di quando si vuole continuare a crescere?
    Ad un certo il numero di persone in grado di comprare nuovi iPhone ad un prezzo medio di 650$ finisce!!!!

  • Gnacca

    Appena ho letto la frase «Possiamo crescere per decenni» riferito ad iPhone ho sgranato gli occhi.
    Decenni? 10 anni fa non esisteva nemmeno iPhone, 20 anni fa internet cominciava appena a diffondersi commercialmente invece che essere appannaggio di università e smanettoni. Dove cavolo pensa saremo tra 10 anni Tim Cook? Ancora lì a gingillarci con un ipotetico iPhone 11S? Spero proprio di no! Ma che capacità di visione a lungo termine per il ceo di Apple! Mi auguro che qualcuno porti avanti nuove idee se non lo fa Apple.
    Ho il timore che oggi abbiamo visto per la prima volta la vera Apple di Cook. La cui unica abilità è mungere la vacca finché non crolla.
    Penso che finora abbiamo visto tutti prodotti che Jobs deve aver già avvallato in prototipazione e temo che la nuova amministrazione non abbia fatto altro che concretizzarli ed adagiarsi sugli allori.
    Spero di sbagliarmi ma la mia impressione è questa.

    • edu

      anche io spero che non sia così. Certo che trucchetti come i 16 GB dell’iPhone non lasciano ben sperare.

    • bravodillo

      Hai ragione. Oramai l’hanno capito tutti. Ma Cook sembra ostinato. Secondo me Apple tra 10 anni si occuperà quasi esclusivamente di servizi, non produrrà piu i Mac perché poco redditizi e sarà surclassata da altre aziende produttrici di smartphone.

      • Marco Meneghello

        Segnato. Ne riparliamo nel 2026.

  • Enrysoft

    Finora le considerazioni di Tim Cook sono poco appuntabili. Vengono dal CEO della prima azienda al mondo che ha conosciuto e conosce successi continui e che e’ chiaramente in una posizione di forza soprattutto lato smartphone. Su iphone ha sempre avuto ragione e i numeri sono decisamente dalla sua parte. Oggettivamente pero’ credo poco che ci siano decenni di crescita davanti, specialmente con smartphone da 800 € a salire. Presto o tardi sara’ necessario proporre un iPhone nuovo che costi la meta’, se non meno, rispetto al flagship. Sulle versioni da 16 GB di cui tanto si discute, per quanto possa essere d’accordo, finora Apple ha avuto ragione e ovviamente finché si potra’ si continuera’ su questa strada. Per iPad invece io vedo una strada in salita. Quello che c’era da proporre al mercato lo si è proposto e la minestra, sostanzialmente, rimane la stessa da 6 anni. O saranno in grado di evolvere la tavoletta in qualcosa di piu’ rispetto ad un semplice tablet, soprattutto in relazione al costo che ha, o la china negativa di vendite in contrazione ogni volta continuera’ come infatti continua ormai da 2 anni. Certo numeri sempre consistenti, ma consistenti anche i cali e consistente la durata di questi cali, causa concorrenza, costo eccessivo, non volonta’ di sostituzione con un prodotto aggiornato certo ma sostanzialmente identico. Le ragioni sono molteplici ma su iPad, continuando sempre con la stessa formula dal 2010 in poi, non vedo riprese di nessun tipo, a meno che non si cambi progetto.

  • Xanderoby

    1. I 16Gb sono una mossa commerciale, servono per i telefoni in abbonamento e, per quelli comprati senza abbonamento, trainano l’acquisto del 64.
    2. I servizi Apple, tra cui iCloud, sono una voce di guadagno interessante per l’azienda, che vuole diversificare e le serve avere dell’hw da traino per le vendite dei servizi sw.
    3. Se una parte di mondo gozzovigliante la smettesse di mettersi al centro del creato forse riuscirebbe a pensare, cosa che ora le viene difficile, e capire che a Cook come a qualsiasi altro amministrazione di una enorme multinazionale delle seghe mentali di quella parte di mondo non gli importa ‘na sega, i soldi sono soldi anche se arrivano da Timbuktu o dalle Pleiadi, e quelli sono tutti mercati più o meno vergini dove vendere servizi di alta gamma ha ancora discreti margini.
    4. Se e quando qualcuno imparerà a far di conto e conoscerà come si forma un prezzo allora capirà che aziende come Apple i prezzi devono mantenerli in fascia alta perché incasellati in un organigramma di prodotto e una gestione oculata del marketing dell’azienda, ma forse prima toccherebbe comprendere che le aziende sono aziende, non chiese né opere di beneficenza.
    5. Cook avvisa oggi i soliti mortidifame della blogosfera che a prendere il proprio pubblico per tordi non ci fanno una gran figura, e che l’azienda non ha problemi a smontare rumors, affrontandone le conseguenze finanziarie.

    • Marco Meneghello

      Ecco, fa’ conto che abbia messo un + 1.000

      • canarinonero

        io invece gli metterei 1000 downvote pur condividendo tutto quello che scrive per il semplice motivo che la narrativa di apple, il come apple si presenta e è percepita dal mercato e dai clienti, non è apple fa soldi con prodotti cari usando espedienti meschini come il 16/64GB invece di passare a 32 eliminando 16 e 64 e lasciando il 128 e magari un 256GB, che sarebbe un disastro, ma, apple fa soldi perchè nonostante i suoi prodotti siano incontrovertibilmente cari sono prodotti premium con caratteristiche superiori, e non mi riferisco ai core del SoC, e una esperienza utente superiore alla concorrenza… e ora non venitemi a dire che 16GB nel 2016 sono parte di una esperienza superiore.

        • Mauro_Paradiso

          tutto questo giro per ribadire unicamente che 16gb ti stanno stretti?

          • canarinonero

            italiano 47%

          • Pilade

            Questa battuta che fai ogni tanto non la capisco

          • canarinonero

            cerca OCSE italia 47% 😉

          • Pilade

            Trovato. Agghiacciante…

          • canarinonero

        • Xanderoby

          I 16gb servono all’azienda per vendere i 64 e i servizi, agli operatori per vendere pacchetti, ai clienti per avere un terminale nuovo entry level.
          Può non piacerti, può non piacermi, ma sono lì per più di un motivo, e continueranno a restarci.
          Compralo solo da 64 in su e goditelo.

          • canarinonero

            ti ricordi qual era la media dello storage quando apple ha portato i suoi telefoni a 16GB?

            è facile trovare giustificazioni, ma la giustificazione alla perdita di status premium come la trovi? oppure sei uno dei tanti che pensa che apple non faccia prodotti premium ma solo prodotti costosi?

            puoi scrivere tutte le giustificazioni di questo mondo ma non cambia che un telefono che per la narratica aziendale deve essere un premium con 16GB di storage non lo è…

            mi godo i 64GB da un bel po’ non ti preoccupare…

          • Xanderoby

            Io non devo cercare giustificazioni perché non sono socio dell’azienda, e se fossi socio me ne batterei il culo delle analisi da bar che trovo sul web.
            Vuoi una mia opinione come utente? Vorrei che gli iPhone partissero almeno da 64Gb.
            Vuoi una mia opinione da disgraziato che lavora in proprio? Apple fa bene a vendere quel che vende, che tiene contenti tutti, finché vende.
            Non c’è una sola verità in questo caso, dipende da che punto di vista guardi le questioni.

          • canarinonero

            che belle le opinioni da bar… ognuno ha il suo punto di vista.

          • Xanderoby

            Non capisco perché te la prendi tanto a cuore, che i 16GB siano lì non per meschinità, per fare un dispetto a canarinonero e ad altri, mi pare sia noto e pure abbastanza ovvio. Se devi farne una guerra personale ok, io mi tiro fuori e sposo la causa, è pieno di mulini a vento da combattere. 😉

          • canarinonero

            appunto è pieno di mulini a vento e di bar… scegli il tuo e stai sereno.

        • Marco Meneghello

          Mai detto.

          Io dico solo che frignare per una banale pratica commerciale, che chiunque faccia impresa mette in atto, è sciocco ed inutile.

          Siamo tutti d’accordo che sarebbe meglio partissero da 32 o 64. Non lo fanno. Quindi? Battiamo i piedini finché Cook non ci ascolta? Tratteniamo il fiato? Facciamo lo sciopero della fame?

          Da che mondo è mondo funziona così: domanda e offerta.

          Peraltro, ne conosco un bel po’ di persone che vogliono quello da 16 perché ritengono quello da 64 uno spreco.

          • canarinonero

            ma davvero davvero stiamo ancora a questi livelli?
            definire frignare l’analisi non condivisa di una azienda? ancora con gli io conosco?

            io conosco almeno 4 persone che hanno un iphone5 o 5s e non ci pensano minimamente a spendere 850 euro per un iphone, li posso biasimare? no, posso solo consigliare di riflettere sulle problematiche di android e se proprio sono convinti, di comprare un nexus. sapendo che poi sarò io a genstirmi tutta la trafila degli aggiornamenti.

            poi se anche tu pensi che sia legittimo farsi prendere per i fondelli da apple “per una banale pratica commerciale, che chiunque faccia impresa mette in atto” ok… ma la prossiama volta che ti sento, o sento dire da cchi giustifica questa presa per i fondelli, apple fa prodotti premium, o apple è la ferrari della telefonia gli rido in faccia.

          • Marco Meneghello

            E ridi, chi se ne frega, scusa, eh.

            Stai prendendo questa cosa un po’ troppo seriamente, secondo me.

            Sono aziende, non è tua morosa che ti dice che non ti lascerà mai.

            Bah.

          • canarinonero

            no, bah te lo dico io… e ti saluto. stai allo stesso livello dialettico del nonno oggi.

          • Pilade

            Marco, si cerca (anche invano) di far capire che una azienda sa bene quando propone mezze truffe e quando propone innovazione premium, con relativo prezzo.

            La storia di Apple è costellata di simili prodotti che poi hanno invariabilmente creato rimbalzi negativi, perché accade la bruttissima cosa che si chiama DELUSIONE del cliente. Che scopre che attorno a lui ci sono prodotti con caratteristiche migliori che sono costati meno o addirittura molto meno. E allora la persona si rende conto che la narrativa Apple è stata bugiardella, e si arrabbia.

            Ora te mi dirai: ma tu chi piffero sei? E infatti hai ragione. Ho l’onestà di ammettere che sono ormai 3 anni che dico la stessa cosa e che nel frattempo ha sempre avuto ragione cook, non solo in termini di vendite, ma anche di soddisfazione del cliente.

            È chiaro che c’è anche una soggettività che in me è scattata prima. Centinaia di milioni di persone comprano l’iPhone da 16gb a cuore più leggero di me, a quanto pare.

            Io auguro ad Apple, lo sai, che “il sogno continui” ma sono anni che vado ripetendo che “di sogno si tratta” perché se in giro ci fosse un minimo di consapevolezza Apple dovrebbe calare i prezzi di colpo! E di parecchio!

            3… 2… 1…
            Parte il paragone automotive?
            Vi prego no…

          • Marco Meneghello

            Mettiamola così. Se tu prevedi che piova, ed invece c’è il sole, i casi sono due: o ha sbagliato il clima o hai sbagliato tu la previsione.

            È così semplice.

            Il prezzo lo fa il mercato. Se quel prodotto ancora tira, significa che il prezzo è giusto, con buona pace di chi vorrebbe di più a meno.

            ‘Giusto’ è il prezzo che i compratori sono disposti a pagare. È chiaro che quel prezzo non è uguale per tutti. È altrettanto chiaro che un venditore cercherà di trovare il giusto equilibrio.

            Di cosa ci stiamo lamentando? Di un prodotto che ‘per noi’ costa troppo. Ma è un costare troppo ‘per noi’. Non ‘per tutti’. Noi non siamo *tutti*.

            Detto questo, potrebbe Apple aumentare questa benedetta ram di base? Certamente. È sicuramente nei loro programmi. Per molti aspetti trovo anch’io che sia opportuno.

            Quel che non trovo opportuno è il lamento, la disperazione, la rabbia, il battere i piedini (non mi riferisco a te, parlo in generale). Mi pare solo uno spreco di forze, tutto qui.

          • canarinonero

            oppure piove sulla tua testa e tutto intorno a te ma tu guardi al sole da un’altra parte… esattamente quello che sta succedendo con apple, esclusion fatta per il mercato americano apple non ha alcun traino o attrattiva per la fonte di interesse primaria a una piattaforma software ossia gli sviluppatori, e siamo fortunati che in america abbia il 50% altrimenti ciao ciao applicazioni e giochini su iOS…
            dicevo tu il sole lo guardi ma è il sole dell’america del nord, dove il prezzo è nascosto dalla tipologia di mercato a contratto che iphone e della cina dove ci sono tanti ricchi quanti americani nei quai 2 miliardi di persone che la popolano, forse dell’india e già li i disposti sono molti meno… e poi?

            quando dicevo che le trimestrali di apple le ha salvate l’apertura al mercato cinese dicevo una ovvietà, il mercato occidentale è o saturo o non configurato per assorbire i costi di iphone. e infatti non c’è crescita… ci si accontenta di qualche punto percentuale qua e la.

            la ram? ma chi ha parlato della ram? la ram è subordinata all’ottimizzazione del software, lo storage per scattare foto o installare applicazioni un po’ meno… ecco dove scatta la critica, apple è consapevole che 16GB di storage sono pochi e quando gruber ha avuto il coraggio di farlo notare a Schiller questi ha dato una risposta evasiva in stile Balmer.

            nessuno è disperato, non ti preoccupare semplicemente trovo molto infantile liquidare l’analisi di una situazione in quel modo, per quello mi fai ridere il tuo attuale comportamento come mi fanno ridere i domani domani dei fanboy ms.

            ma hai ragione, il venditore deve cercare di trovare il giusto equilibrio ma l’onestà intellettuale vorrebbe che si perculasse google e i suoi fan sul don’t be evil tanto quanto il tacito e palese motto di apple i’m greedy, face it…

          • Marco Meneghello

            Ovviamente intendevo dire storage. Sul resto, c’è differenza, per quanto mi riguarda, tra una critica e una frigna. E tu sei giorni che frigni con sta roba.

          • canarinonero

            e tu sei giorni che frigni dalla tua posizione che qualcun’altro ha una opinione diversa dalla tua e l’unica cosa che sei riuscito a dire oltre a quello è che apple ha il diritto di scegliere come posizionarsi sul mercato, che è una ovvietà sacrosanta… ma siccome non siamo sul sito di donna moderna ma su un sito che parla di tecnologia sei libero di partecipare alla discussione che può anche essere o risultare tediosa per coloro a cui certi argomenti non interessano e che per sua natura, visto il mezzo, può essere anche lenta, e poi “giorni” come ebbi modo di scrivere a uno dei buffoni di macity le iperboli fanno solo sembrare più stupidi e non aggiungono nulla alla discussione alla quale puoi agevolmente evitare di partecipare.

            quindi chi è che frigna?

          • Marco Meneghello

            Tu. Guarda quante righe per non dire nulla.

          • canarinonero

            Ma vai a cagare

          • Pilade

            Facciamo un respiro e proviamo a capirsi. Quello che tu scrivi è per forza corretto, perché è una legge economica comprovata.

            Nelle considerazioni mie e presumo del canarino c’è anche il tentativo di guardare un po’ in prospettiva. Giudicare una strategia, insomma, non solo la fotografia in questo istante.

            Io nel mondo della tecnologia ci debbo lavorare e ti assicuro che il pennuto ha ragione quando dice che l’eco sistema Apple si regge anche sul contributo degli sviluppatori. E che questi sono più linearmente sensibili al market share, cioè ai pezzi venduti. Perché mentre iPhone può costare anche il 300% di un device Android, la propensione all’acquisto del software non è così sbilanciata a favore di Apple. Quindi il rapporto fra utenti iOS e utenti Android incide molto sulla propensione a investire in una piattaforma o nell’altra.

            Del resto è questo il motivo per cui Windows. Phone stenta, tu lo sai bene.

            E allora se si vuol curare il fatto che non solo iPhone venda bene, ma che l’eco sistema duri nel tempo, bisogna anche curare il numero di persone che lo compra, ma per far questo la gente non deve incorrere in delusioni o peggio sentirsi presa in giro.

            Quindi le nostre critiche si rivolgono al vicino domani, non all’oggi.

            Persino il canarino scrive chiaramente che Apple ha tutto il tempo e i soldi per porre rimedio (si, pensiamo che il 2016 darà qualche grossa delusione ad Apple), quindi è ovvio che si parla di futuro, non di presente.

            Poi si sa che mentre parliamo con te, come dice il detto, “tu fai il tuo lavoro e noi paghiamo”, ma voglio concludere con una ultima osservazione: nel 2008 quando BlackBerry andava come un treno un tuo omologo meneghello-Berry avrebbe scritto sputate le stesse cose, a chi si fosse permesso di dire che BlackBerry stava facendo degli errori!

            Con questo chiudo perché in tre anni non ti ho mai visto dar ragione a nessuno e non penso proprio che inizierai oggi.

            Ciao ciao

          • Marco Meneghello

            Comincio dalla fine.

            Se in tre anni non mi hai mai visto dare ragione a qualcuno è solo perché, evidentemente, non hai letto tutti i messaggi che ho scritto.

            Il che non è un problema, ci mancherebbe, ma la dice lunga sul tuo metodo di ‘discussione’, ovvero alla scarsa attenzione che riponi in ciò che scrivono gli altri.

            Per la fredda cronaca, l’ultima volta che ho dato atto ad un altro di avere ragione è stata proprio in questa pagina.

            Nel merito, non ho mai contestato il fatto che Apple non commetta errori, ancora una volta poca attenzione a ciò che scrivo. Peraltro ho anche scritto che questa cosa dei 16 andrebbe sistemata.

            Quel che contesto è che la state menando troppo con sta cazzata, come se fosse questione di vita o di morte. Ho letto di prese per il culo, di affronti, morte e distruzione, le cavallette, sviluppatori offesi, e chi più ne ha più ne metta.

            Per carità, ognuno passa il proprio tempo come meglio crede.

          • canarinonero

            rinnovo il consiglio, le iperboli lasciale agli stupidi.

          • Marco Meneghello

            Dimenticavo: tu credi che il calo di vendite (rectius minor aumento) dell’ultimo trimestre (ma su un +20% annuale) sia dovuto ai 16 giga del modello base?

          • silvergold84

            Mah chiamalo calo … e di quanto è cresciuta htc o samsung o Sony mobile? Cosa ha riferito come dati fiscali lg qualche giorno fa ?

          • IlNonno

            Huawei ha riferito +35%, xiaomi +44%, Google azienda più capitalizzata al mondo ad esempio.

          • canarinonero

            le trimestrali degli ultimi anni le hanno salvate le apertere a mercati dove apple non era presente… quei mercati sono finiti. la narrativa di apple è a un bivio.
            vediamo come risolveranno il problema. e questo non vuol certo dire domani falliscono o disastri e cataclismi ma sembra che si siano dei blocchi cognitivi su questo argomento.

          • Xanderoby

            Ma davvero, sono curioso, fai analisi di mercato?
            Perché qui di narrativa al bivio ne vedo una sola, che poi è come quella dell’orologio sempre rotto, 2 volte al giorno una giusta la becca.

          • canarinonero

            No non sei curioso, sei certo che ho scritto discorsi da bar e nulla potrebbe farti cambiare idea… Quindi non perdiamo tempo. Buon sabato

          • Xanderoby

            No in realtà sono curioso delle competenze, perché cerchi di portarla su quel piano ed allora vorrei approfondire.

          • canarinonero

            tu hai le allucinazioni

          • Xanderoby

            E non sono l’unico, noto.

          • canarinonero

            un allucinato nota sempre cose, poi bisogna vedere se riesce a distinguere la realtà dalle proprie allucinazioni.

          • Xanderoby

            Puoi alzare la polvere che ti pare, far cagnara e insultarmi, finora tutte ste competenze da analista sono rimaste nei post precedenti e quando le ho additate come minchiate da bar e ti ho chiesto lumi non sei riuscito a produrre altro che fughe e insulti.
            In bocca al lupo.

          • canarinonero

            Lol

          • Xanderoby

            No, sono curioso.
            Sembri voler mostrare competenze nel campo, voglio approfondire tali competenze.

          • silvergold84

            Ma veramente i dati nelle principali nazioni riferiscono che Apple è cresciuta

          • bravodillo

            Magari non battiamo i piedini, ma sarebbe il caso di boicottare un prodotto se in odore di presa per i fondelli. Il punto è che il consumatore non ha una grande scelta, quindi spesso sceglie il meno peggio. E questo non vuol dire che la domanda/offerta ha trovato la sua soluzione spontanea. Significa che chi ha una posizione dominante sul mercato, lo domina. Il cliente si sente preso per i fondelli, ma può fare ben poco se vuole un prodotto con certe caratteristiche. Io sono per un mercato libero, ma fino ad un certo punto. È dimostrato che il mercato abbia bisogno di regole e limiti.

          • Xanderoby

            Il mercato funziona così.
            Quell’altra roba che è il boicottaggio ha questioni più serie delle mammolette che si creano problemi per un telefono e quell’altra roba ancora è socialismo che, come tutte le cose, ha i suoi pregi e i suoi difetti.
            Pensare che il mercato possa essere regolato è una bella favola, nel momento in cui cerchi di arginarlo ci sono già spinte underground che stanno creando il nuovo default del sistema.

          • bravodillo

            Il fatto che il mercato funzioni così non vuol dire che sia giusto. 1) Ci sono uomini che stuprano le donne. Cosa dici? La libido funziona così? No. 2) L’uomo è ladro. Lo dimostra il fatto che in ogni porta di casa ci sia una serratura. È così. È giusto? No! Quindi, a volte, quella che tu chiami “quell’altra roba”, io la chiamo soluzione 🙂

          • Xanderoby

            Io la chiamo illusione.
            E non si parlava di giustizia, che è una cosa ben diversa dalla realtà, caro romantico sognatore.
            Ti invidio.

          • Xanderoby

            Io la chiamo illusione.
            E comunque si stava parlando di realtà, non di giustizia, che resta più un sogno e una speranza, caro il mio romantico sognatore. Ti invidio. 😉

          • bravodillo

            Come diceva il famoso filosofo Immanuel Marzullen “I sogni aiutano a vivere meglio” 🙂

        • silvergold84

          E comprati un brodello Android da 100 giga che vuoi che ti dica . Contento te …

          • canarinonero

            Italiano 47%

  • bravodillo

    Cook: «Non ci serve un iPhone economico per continuare a crescere».
    Bravodillo: «Ci serve un GRANDE PENNELLO! CINGHIALE». LOL

  • admersc

    Con i prodotti economici non si cresce.. vedi acer e similari.. Si parla di iPhone economico, iphone mini ecc, dal 2009 quando Apple fatturava meno della metà di oggi. Apple è un brand premium, Ferrari non si sognerebbe mai di offire a catalogo una supercar a 50.000€ e non per questo non è cresciuta negli ultimi anni in termini di profitto e fatturato.

    • silvergold84

      Apple non fa Ferrari . Compri un iPhone e ti dura una vita funzionando bene . Un galaxy o roba simile lo cambi dopo poco spendendo più che il costo di un iPhone .

  • Apple

    Tanto e un iphone e Apple come lo ripropone, la gente lo compra lo stesso

    • silvergold84

      Per forza .comprateli tu dei dispositivi Android che sono brodo colato ..

  • Saccente

    Ottimo! Ho sempre sostenuto, da quando uscì l’iPhone 6, che Apple dovrebbe continuare a fare il 4″ con le stesse caratteristiche del top gamma. Io più grande del 4″ (o, meglio, della misura esterna dell’iPhone 5) non lo voglio neanche se me lo regalano. Portereste un paio di scarpe di 2 misure più grandi solo perché costano poco o perché ve le regalano?

  • Albert China

    Cook : «Non ci serve un iPhone economico per continuare a crescere»
    MAGARI NO…MA UN PO DI UMILTÀ SI,CARO IL MIO BEL COOK

    • silvergold84

      L’importante è fare dispositivi al meglio possibile , che non sono studiati per rubare soldi agli utenti come fa Android (lag, virus, instabilità , crash di applicazioni). Apple ci riesce benissimo e la gente , in base ai dati di vendita rilasciati dalle stesse aziende , vuole solo iPhone . E a ragione

      • IlNonno

        L’ecosistema Apple non è fatto per rubare soldi agli utenti in tutti i modi possibili?

        Bella battuta.

        Solo il 15% della gente vuole iphone e il 24% vuole ipad.

        • silvergold84

          Questo lo dici tu. Le emorragie finanziarie delle aziende che vendono android ci racconta un altra storia . Ed i record di vendite Apple pure

          • IlNonno

            Prima parli di cosa vuole la gente poi dei guadagni, decidi tu.
            L’80% della gente preferisce Android, se però ci sono 1000 concorrenti i guadagni sono più bassi.

            Xiaomi , huawei e google vanno benissimo e comunque.

            Cosa dovrebbe fare un’azienda che non ha un so e soprattutto uno Store , visto che Apple se ne frega altamente e non da nulla in licenza ?
            Andare da Win 10?
            Tutto il mercato del mobile vive grazie ad Android , Apple pensa solo a se stessa e basta.

          • silvergold84

            Ah si va talmente bene che Samsung ha tagliato il 30% della forza lavoro , htc ha chiesto scusa alla borsa di Taiwan per le innumereveli perdite , lg colma i debiti del mobile grazie alla vendita dei frigoriferi , haweei vende ai nipoti che regalano ai nonni lo smartphone da 80 euro .. E se si spartissero davvero l’80% del mercato da dove vengono sto debiti e sete poche vendite ? Ovvio che dal passato , mentre ora sono in caduta libera . Google ha buoni servizi che nulla hanno a che vedere con android, nonostante questo è stata scorporata in alphabet che non è molto proprio per via del disastro Android . Che stia bene perché risulta dal titolone di prima azienda lasciamo perdere . Ha una liquidità molto inferiore a Apple , è stata riorganizzata che è poco e ha risultati oltre il 280% inferiori a Apple . Certo Apple ha subito speculazione finanziaria in borsa e avrebbe perso il primato di prima azienda per investimenti . Ergo , fai ridere

      • Growing Tentacles 2.0

        Apple ha sempre ragione vero? guai che abbia torto!!!! ha ha ha ha ha ha…

  • Growing Tentacles 2.0

    e poi per apple il cliente e al primo posto… si come no! haha