Dodocool DA109, gli auricolari Bluetooth per gli allenamenti in palestra

di |
Dodocool DA109

Macitynet prova Dodocool DA109, un paio di auricolari Bluetooth con magnete venduti insieme ad un pratico e tascabile astuccio per il trasporto: ottima insonorizzazione, ideali per l’attività sportiva in paestra

Dodocool DA109 sono un’interessante alternativa, per design ed accessori, ai classici auricolari Bluetooth da lasciare nel borsone della palestra. Provati di recente, Sono leggeri e piacevoli da indossare, inoltre offrono un’ottima insonorizzazione dai rumori esterni, ottimi quindi per dedicarsi ai propri allenamenti senza distrazioni. Vengono venduti insieme ad una pratica custodia per il trasporto il che, combinato con alette e gommini in-ear intercambiabili inclusi in confezione, rappresenta un valore aggiunto per un prodotto piuttosto economico in rapporto alla qualità generale.

Tornando a parlare per un attimo della custodia, è in effetti all’interno di questa che vengono spediti gli auricolari insieme al breve manuale utente ed agli accessori per personalizzare le cuffie. E’ piuttosto piccola (chiusa misura cira 11.5 x 6 x 3.6 centimetri) e con un guscio robusto sebbene risulti piuttosto flessibile allo schiacciamento. Guscio che troviamo esternamente ricoperto da uno strato in simil-pelle mentre all’interno il rivestimento è molto soffice e caldo al tatto. Ottima anche la cerniera, rossa e piuttosto robusta, che apre quasi totalmente la scatola per assicurare un pratico accesso all’interno. Qui, da un lato c’è ampio spazio per le cuffie, dall’altro per metà una retina garantisce un più stabile alloggiamento del cavo di ricarica, di gommini ed alette intercambiabili.

Gli auricolari sono esteticamente molto simili ad altri della stessa tipologia. Sono collegati tra loro da un cavo, in questo caso lungo quasi 50 centimetri e caratterizzato da una guaina di colore rosso e di tipo a piattina, molto comoda in quanto risulta leggera e maggiormente resistente ai grovigli. In prossimità dell’auricolare destro trova posto il telecomando, in plastica rivestita da un sottile strato gommato di colore nero. Dalla forma stondeggiata ai lati, è piuttosto grande ed accoglie tre pulsanti, quello multifunzione e i due tasti dedicati alla regolazione del volume ed alla gestione delle tracce audio (ma non solo). Dall’altro lato c’è il foro per il microfono mentre lungo un bordo è incassata la presa microUSB, ben protetta da un tappo in gomma per proteggerla da acqua e sudore.

Gli auricolari sono anch’essi caratterizzati da una scocca in plastica gommata: sul lato più esterno troviamo una piastra metallica, ben rifinita da una trama a cerchi sottoli e concentrici e sotto la quale è posizionato un magnete che permette di unirli per bloccarli intorno al collo a mo’ di collana quando si sfilano dalle orecchie. Rispetto ad altre cuffie di questo tipo, la calamita ha la sola funzione di blocco degli auricolari: non c’è infatti alcuna funzione associata alla riproduzione musicale. Inoltre la forza magnetica è sufficiente a tenerli ben fermi quando riposti intorno al collo ma non bisogna esagerare: è sufficiente qualche saltello per farli sganciare a seguito del contatto con il proprio petto.

Dodocool DA109

Le alette sono costruite in modo da non influire con il funzionamento degli auricolari e soprattutto con la loro estetica nel caso si decida di rimuoverle. Non sono cioè fondamentali o necessarie per l’ascolto musicale anche se la loro presenza assicura una migliore stabilità delle cuffie nelle orecchie, specialmente durante una corsa o in generale con bruschi movimenti del capo.

Dodocool DA109

La qualità audio, come ci si aspetta, è molto buona e concentrata sulla riproduzione delle basse frequenze. Il suono in generale risulta un po’ più chiuso rispetto ad altre cuffie pensate invece per l’ascolto audiofilo, ma anche i più comuni EarPods di Apple offrono un suono più chiaro e cristallino. Non sono insomma cuffie per ascoltare l’opera o la musica classica che, stando ad alcuni nostri test, perde tantissimo in termini di resa sonora generale.

Senza discutere i gusti e le abitudini musicali di chi si allena in palestra, da questo punto di vista risultano invece molto buone con tutti quei brani dov basso e batteria ricoprono nel contesto un ruolo importante. Ma anche in brani come Bohemian Rhapsody dei Queen la linea melodica di basso risulta maggiormente presente di quanto non sia in realtà: enfatizzando questo concetto si presterebbero quasi bene proprio per studiare tale strumento senza dover maneggiare con l’equalizzatore per sopprimere alcune frequenze nel tentativo di far emergere quelle più basse. Con un volume al 60% circa, le note di basso in Brass Monkey di Beastie Boys fanno letteralmente vibrare i timpani. Insomma, sono le classiche cuffie che, con i giusti brani, “pompano”.

Dodocool DA109

Conclusioni e prezzo al pubblico

Parlando di qualità audio, gli auricolari Dodocool DA109 non ci sono sembrati poi così diversi da tante altre cuffie che troviamo sul mercato e che si aggirano intorno alla stessa fascia di prezzo. In quest’ottica vale invece la pena acquistare tali auricolari se non se ne possiede neanche uno – o se i vecchi si sono rotti – e si vuole puntare a qualcosa di meglio dal punto di vista costruttivo, magari anche in considerazione del fatto che, nell’acquisto, sarà compresa un’ottima custodia per riporli nella borsa dopo gli allenamenti senza rischiare di romperli nel caso in cui lo zaino dovesse cadere o venire schiacciato incautamente.

Li comprate su Amazon per 24,99 euro.