Agli utenti Android la sicurezza non piace: solo 1 su 3 utilizza password e PIN

di |
android security

Un recente studio dimostra come gli utenti Android siano meno inclini a proteggersi rispetto a quelli iOS: solo 1 dispositivo di Google su 3 è protetto da password, mentre 19 iPhone su 20 hanno attiva una schermata di blocco

Un terzo degli utenti Android non utilizza PIN o password per proteggere il proprio smartphone. E’ quanto emerge dallo studio condotto dalla società Duo, mentre sul versante iOS i dati diffusi in rete risultano diametralmente opposti: su iPhone, solo 1 utente su 20 non protegge il proprio dispositivo con un codice.

Il diverso comportamento degli utenti iOS potrebbe trovare una spiegazione concreta nella presenza del Touch ID, che permette ai propri utenti di proteggere il terminale senza necessità di dover inserire una password, potendo sbloccarlo con il solo tocco di un dito. Di contro, su Android i sensori per lo sblocco tramite impronta digitale ha preso piede solo negli ultimi mesi. Per questo, probabilmente, lo studio riferisce che che solo 1 utente Android su 3 protegge il terminale con un qualunque sistema di blocco.

Sicurezza iOS
I risultati sono ancora più curiosi quando si parla di crittografia pre-boot: solo 1 utente su 10 ha attivo un sistema di crittografia pre-avvio: questo risultato, però, si spiega semplicemente perché la funzione su Android è stata da sempre disabilitata di default, probabilmente per evitare problemi di scarse prestazioni. La crittografia pre-boot, finalmente, è attiva per impostazione predefinita per i nuovi dispositivi su cui gira Android Marshmallow, limitatamente agli smartphone che supportano la crittografia AES con un throughput di 5 MB/s, con esclusione, dunque, dei terminali con processori entry level.

Tra gli altri dati interessanti della ricerca si scopre che 1 dispositivo Android su 20 presenta il root di sistema, mentre solo un iPhone su 250 è attualmente sbloccato con la procedura di jailbreak. Ancora, la ricerca pone l’accento su un dato, a dire il vero, già risaputo, ossia la lentezza con cui vengono adottate le ultime distribuzioni Android: il 32% dell’utenza dispone di uno smartphone su cui gira ancora la versione 4.0 del sistema operativo mobile di Google, mentre Android 6.0 non raggiunge nemmeno il singolo punto percentuale.

  • Roby Mj

    Non penso che un ufetto si preoccupi della sicurezza. Non sceglierebbe Android se cosi fosse.
    …fatta eccezione per una cerchia di persone con idee molto confuse. Ma sono affari loro.

  • CAIO MARIZ®

    Ignoranti si nasce e ci si resta

  • Imatio

    …Android e sicurezza sono due cose assolutamente in antitesi.
    Nessun sistema è inviolabile ma non passa giorno in cui non si parli di questo o quel problema per l’OS del robottino…

    • Roby Mj

      Anche la frase “nessun sistema é inviolabile” dovrebbe iniziare ad essere rivista.

      • Imatio

        …ovvero?

        • Roby Mj

          Esiste un sistema inviolabile.

          • Imatio

            …e sarebbe?

          • Roby Mj

            …iOS e OS X.

          • IlNonno

            Bella battuta

          • IlNonno

            Bella battuta

          • Imatio

            …mi dispiace ma anche iOS e OSX sono violabili. Sicuramente offrono un livello di sicurezza più elevato della concorrenza, ma come ogni cosa fatta dall’uomo non è perfetta…

          • Roby Mj

            La perfezione non esiste. L’inviolabilitá si ed e’ anche facilmente spiegabile. iOS ed OS X non hanno altre porte di accesso se non quelle da dove tutti devono passare e oltre a questo, non esiste la vendita di dati personali. Cosa che tutti fanno, tranne Apple. Prima capirete questa cosa, prima ci saranno meno discussioni a riguardo. Prima accetterete questa cosa, prima risparmierete energie. Tutto qui.

          • Non sono d’accordo.
            La perfezione è un concetto estraneo al nostro universo. È solo l’ ennesimo concetto che persiste unicamente nella mente umana.
            Ed è un dato di fatto che iOS e OSX siano stati violati più di una volta.
            Prima capirai questa cosa prima sradicherai le convinzioni che incatenano la tua razionalità.
            Poi la vendita di dati personali non implica la violabilità…
            Tutto qui.

          • Roby Mj

            Non sono daccordo.
            Sulla perfezione ci rientro, nel senso che ho abbastanza cervello per afferrare il tuo concetto e darti ragione, ma non dire un’altra parola che mi mandi fuori strada o quantomeno, lascia in pace l’Universo O.o
            Sono stati violati piú di una volta in…45 anni? Però! 🙂 Cos’hanno portato queste infezioni? Antivirus? Formattazioni? Ripristini? Non credo. Indi…
            Io non ho nulla da capire, a me piace parlare di veritá, di fatti che accadono nel quotidiano e possibilmente, capire perché accadono. Ad oggi, dopo 3 anni di utilizzo, la percentuale di virus incontrata nella mia navigazione é 0. Per cui, sdradichero’ le mie convinzioni quando gente SERIA ED ONESTA (non chi scrive qui) mi dirá: ma lo sai? ho preso un virus sul mac! Assurdo! e ne conosco di gente che ne usa.
            La vendita dei dati personali non implica SEMPRE la violabilitá, ma di certo se mi mandano spam e spyware che parlano di prodotti che STRANAMENTE si avvicinano a cio che a me piace comprare mentre io sto navigando per i fatti miei, gia quello mi rode. Se poi ci mettiamo altri fenomeni paranormali che ho dimenticato come riavvii improvvisi, pagine blu e tante altre belle cosette beh….prima che lo compri, un pc ste cose non le fa. E dato che comincia dopo che posso andare in qualsiasi sito o dopo qualche ricerca beh….io direi che un po d’implicazione c’e’.

            Ribadisco: INVIOLABILE. Se volete starci, stateci. Se vi brucia, ehi…io ho un mac, sapete che me ne frega se continuate con ste solfe,i ridicoli siete voi agli occhi di chi vi legge e vi legge da un iDevice. Di sicuro anche tutti voi con windows eh…eeeeeehhhh!! Ne sento pochi che vengono al negozio che quando parlano di windows sono entusiasti ^_^

          • Queste “infezioni” hanno portato alla violazione della privacy di un sacco di gente (famosa e non) che ha visto le proprie foto essere publicate nel web, giusto per fare un esempio.
            E guarda che Apple con iCloud non lucra sui dati.
            Altro che formattone Windows-like… ^_^
            Se ti rode ricevere spam e spyware che hanno una certa affinità colla tua identità allora non devi frequentare gli sciacalli del Web 3.0 tipo Google – and Co. ( ed in questo “Co.” non è incluso Facebook, incredibilmente) – la quale è già stata pescata a VIOLARE la privacy degli utenti Safari, trattati così al pari degli intrattenuti androidiani (meglio conosciuti come vegetali) e cioè come vacche da macello.
            Come sempre il 90% dei problemi risiede tra la sedia ed il monitor.
            La sicurezza non è un prodotto ma un processo.
            Poi ti assicuro che anche qui nonostante l’ infestazione di 1mbecilli c’è gente seria e onesta e tu ne sei una prova, no? 😉
            Ma evidentemente abbiamo entrambi un diverso senso della realtà e la finisco con un:
            Ognuno ha le sue convinzioni.

          • Roby Mj

            Allora, il bug delle celebritá, Apple l’ha riconosciuto anche per dare un’attenuante alle celebrita’ stesse. Quel caso lo seguí moltissimo. Ovviamente se una “grande” attrice mette come password il nome del proprio cane e in un intervista dici che ami il tuo cane, indovina un po l’hacher a cosa pensa per prima come password? E cosi via. Naturalmente uno step in meno e’ un ostacolo in meno, tant’e’ vero che ora esiste la verifica in 3 passaggi e l’ho provata anche io.
            …altro che scansione antivirus ^_^

            Io non ho piu spyware e spam e faccio ricerche con Google.

            Naturalmente l’1mbecille diventa tale quando vuole farlo e credo che qui sia noto chi lo sia e chi no, giusto? 😉

            Io ho le mie convinzioni maturate su campo. Non posso dire che c’e’ la guerra in italia se esco e vado a fare la spesa tranquillamente. io voglio dire che se qui dentro, in questo blog, la gente fosse onesta e seria, TUTTA, ci sarebbero meno discussioni ed e’ un bene! Perche’ se tutto fosse descritto nel bene, le discussioni non avrebbero luogo. E’ molto meglio acquistare un prodotto e parlarne mezzo mezzo, in questo modo le discussioni nascono. Se io ho un windows, fa molto piu discutere che io dica: mai avuto in virus e un impallamento! e’ perfetto! Con Apple, solo problemi! Una sentenza del genere, provoca circa 3 giorni di repliche.

          • Imatio

            “…Se volete starci, stateci. Se vi brucia, ehi…io ho un mac, sapete che me ne frega se continuate con ste solfe,i ridicoli siete voi agli occhi di chi vi legge e vi legge da un iDevice. Di sicuro anche tutti voi con windows eh…eeeeeehhhh!…”

            …qui sei proprio caduto in basso.
            Anch’io ho un Mac, anzi diversi, e allora? Cos’è una gara a chi ne ha di più?
            La comprensione non si misura con quello che si ha….

          • Roby Mj

            Se anche tu hai un mac, tu sei caduto in basso. Perché possiedi un prodotto e ne parli male. E, tra l’altro, leggi bene quello che ho scritto, ci ho tenuto a precisare sopratutto quanto da te detto: NON E’ UNA GARA A CHI CE L’HA PIU LUNGO..ma a chi dice la verita’. Io la dico..

          • Imatio

            …io ne parlo male? Beh, guarda, mi sa che hai dei grossi problemi di comprensione perché se dire che nessun sistema è inviolabile per te è parlar male, amico mio, come diceva Guzzanti “c’è grosse crisi”.

            In quanto alla verità guarda, una cosa ho capito leggendo i tuoi commenti ovvero che tu più che dire una verità professi un credo.

            Ribadisco ancora una volta quanto disse De Crescenzo e con questo ti lascio perché ho già perso troppo tempo…

          • Roby Mj

            Che hai perso troppo tempo e’ vero. Ma a scrivere scemate, perdonami 🙂

            Qui tu sei a dire NESSUN SISTEMA E’ INVIOLABILE….e poi mi dici che hai un mac. Perdonami ma oh…io leggo e sentenzio di grazia. Io non parlo professando un CREDO, ma DESCRIVENDO UN ESPERIENZA, se conosci la differenza tra le due cose. Come direbbe Robin Williams (visto che ami le citazioni): NON SONO UN ANALISTA, GIUDICO DA QUELLO CHE VEDO….e io vedo mio padre che ha virus con windows 9…e io che in 3 anni..non ne ho mai avuti. Dipende forse da dove andiamo io e mio padre? Vedessi dove vado io a volte…:/

          • Imatio

            “…Vedessi dove vado io a volte….:/…”

            …immagino dove tu vada, infatti i risultati si vedono.
            I miei omaggi…

          • Roby Mj

            …sto parlando con un prete? Vi chiedo perdono Padre. ma confessatevi anche Voi, peccate di menzogna.

          • La comprensione…
            Eccotela riassunta la comprensione:

            “Io non ho nulla da capire, a me piace parlare di veritá, di fatti che accadono nel quotidiano e possibilmente, capire perché accadono.”

            Tante idee e tutte confuse.

          • La comprensione…
            Eccotela riassunta la comprensione:

            “Io non ho nulla da capire, a me piace parlare di veritá, di fatti che accadono nel quotidiano e possibilmente, capire perché accadono.”

            Tante idee e tutte confuse.

          • Imatio

            …mi sa che stai facendo un bel po’ di confusione.

            La vendita o meno di dati personali non ha nulla a che vedere con la violabilitá di un sistema e se la vogliamo dir tutta neanche i virus non ne sono una prova.

            Qui non è una questione di voler accettare o meno, come dici tu, il fatto che un sistema come OsX o iOS sia inviolabile ma capire che nesuno lo è in determinate situazioni.
            Immagino che ti sia completamente sconosciuto il Pwn2Own, contest in cui vengono messi alla prova tutti i sistemi informatici più conosciuti e TUTTI sono stati violati, chi prima e chi dopo.

            Ricorda, come diceva De Crescenzo: “solo gli imbecilli non hanno dubbi” “ne sei proprio sicuro?” “non ho alcun dubbio”

          • Roby Mj

            Non sto facendo nessuna confusione. La vendita di dati personali e’ il primo scoglio per virus e spy. Poi ci sono altri fattori. So’ quello che sto dicendo. “Nessuno lo e’ in determinate situazioni”, tipo? Le competizioni tra hacher ci sono anche per far muovere il discorso virus riguardo agli antivirus. Tutti devono lavorare. Inclusi gli hacher. Imatio, non devo capire niente, mi stai a sentire? 🙂 Qui quello che dovrebbe capire penso sei tu perché, se dici di avere un mac, parli male di un tuo prodotto, parli male di qualcosa che con fatica hai acquistato.

            Io, come direbbe mancini (tecnico dell’inter) sono felice di essere un imbecille, se questo deve significare conoscere e avere rispetto di cio che riesco a comprarmi. OS X e’ impenetrabile, magari al 99%? Possono anche dire che il piu sicuro é windows, Android…del resto dicono pure da? quanti anni? Che Apple e’ alla canna del gas, che non vende, che dopo steve jobs bla bla…e invece?

            Ribadisco: OS X e’ impenetrabile, come lo é iOS. E ti diró di piu: non ci vuole buonsenso, ci vuole che chi lo programma, sappia fare il suo lavoro. Poi naturalmente se io DI MIO ci metto virus fatti apposta per Apple quello e’ un altro discorso. Io so solo che sono 3 anni che nn ho mai avuto un solo virus, uno. E posso assicurarti che vado anche in posti dov’e’ noto averne 😉 Devo dire di piu?

          • IlNonno

            Mai avuto virus da quando sono nato, uso Android e Windows.

            Non apro le mail di allungamento del pene però.

          • IlNonno

            Certo perché Apple non ha un certo sistema chiamato iad che fa pubblicità adattativa basata sui dati degli utenti, cioè li “vende” come dici tu.

          • Paradossalmente, nel mondo informatico vige una legge di Murphy:
            Un software senza bug è un software obsoleto. 😂😂😂
            Che purtroppo è molto vera.

          • Imatio

            …mi dispiace ma anche iOS e OSX sono violabili. Sicuramente offrono un livello di sicurezza più elevato della concorrenza, ma come ogni cosa fatta dall’uomo non è perfetta…

          • IlNonno

            Bella battuta

          • Imatio

            …mi dispiace ma anche iOS e OSX sono violabili. Sicuramente offrono un livello di sicurezza più elevato della concorrenza, ma come ogni cosa fatta dall’uomo non è perfetta…

          • Roby Mj

            …iOS e OS X.

          • IlNonno

            Quello non collegato a niente

          • Imatio

            …e non avente nessun tipo di porta esterna, aggiungo.

          • IlNonno

            Quello non collegato a niente

          • IlNonno

            Quello non collegato a niente

          • IlNonno

            Quello non collegato a niente

      • Imatio

        …ovvero?

      • Imatio

        …ovvero?

  • IlNonno

    Sì può usare lo sblocco con disegno che impiega lo stesso tempo del touch id ma è fondamentalmente inutile : se me lo rubano non lo restituiscono e le foto del cane che ci sono sono già su Facebook.

    Il touch id non ha scoraggiato i furti di iphone, il dispositivo più rubato di sempre , quindi viene riutilizzato.

    Crittografia: se voglio la attivo ma poi non vedo più niente da pc ed è scomodissimo ma almeno scelgo, cosa che chi ha iphone non può fare.

    • Saccente

      “Il touch id non ha scoraggiato i furti di iPhone”
      Perché non ti informi prima di sparare a caso?

      • IlNonno

        Mi sono accorto informato e rimane lo smartphone più rubato, a parte un fisiologico calo nei primi mesi di presentazione di una nuova tecnologia.

        Lascialo in giro e nessuno te lo prende , puoi stare tranquillo, tutti sanno che è inutilizzabile no? C’è una password…

        • Saccente

          Il più rubato? Diciamo pure l’unico. Chi vuoi che rubi un Android?
          In ogni caso i furti sono drasticamente diminuiti. Serve un link per dimostrare la tua…?
          La risposta all’ultima domanda è si, ma non riguarda la password dello sblocco, ma riguarda il blocco attivazione. In pratica un iPhone rubato è utile solo per fissare un tavolo traballante.

          • IlNonno

            Quindi è il più rubato perché serve per fissare tavoli, non certo perché pensano di formattarlo e rivederlo chissà dove …c’è una password e quella blocca tutto giusto.

          • IlNonno

            E comunque non sono tutti a caccia dei preziosissimi dati all’interno da proteggere gelosamente?

            Stranamente rubano invece iphone, inutilizzabile perché protetto da password….

          • Imatio

            …non perdere tempo a spiegargli cose che non capisce.
            Ricorda che ad un mulo puoi anche far la permanente ma rimane sempre un mulo… 😉

  • IlNonno

    Da che mondo è mondo si investe in sicurezza in base al rischio percepito, non in base al terrorismo mediático.
    se questo è basso preferisco la comodità che non il dover scalare montagne per fare le cose.

    • Saccente

      “Da che mondo è mondo si investe in sicurezza in base al rischio percepito”

      Perciò esiste il proverbio “è inutile chiudere la stalla quando i buoi sono scappati”.

      • IlNonno

        Quando il rischio percepito aumenta chiudo le porte della stalla, del resto mo sembra che sia ciò che fa la stragrande maggioranza delle persone.

        Casa tua è normale o è Fort Knox ?

        • Saccente

          Casa mia è costruita secondo regole oggettive e matematiche, non in base alla percezione del muratore o del sottoscritto.
          Ognuno il suo mestiere, mai sentita questa frase?

          • IlNonno

            Casa mia, come tutte le case, è protetta in base alla percezione del rischio del costruttore che, da capitolato, ha inserito la sola porta blindata.

            Io ho inserito un allarme cinese che mi pare sufficiente ma sono sempre io a scegliere, nessun obbligo di attivare alcunché “non disattivabile”.

          • Saccente

            Allora aspetta che ti rubino in casa, così la tua percezione cambierà di colpo.
            Io invece mi affido a chi le cose le fa in modo razionale.
            Tieniti pure la tua libertà di farti fottere gratuitamente.

          • IlNonno

            Io preferisco sempre scegliere e ragionare con la mia testa ma capisco che questo spaventi chi viene da anni di marketing di “lasciarsi affidare”

          • Saccente

            Parlando di sicurezza percepita hai dimostrato la vanità dei tuoi ragionamenti. Del resto se le cinture di sicurezza sono state rese obbligatorie è proprio per questa ragione.

          • IlNonno

            Lasciando fare alle persone le avrebbero usate o non usate in base al rischio percepito, la legge può obbligarmi ad usarle, la Fiat no.

            Se la Fiat lo fa io posso manomettere il sistema (come succedeva su certe volvo), così come è legale il jailbreak, ma non dovrebbero permettersi in caso di vendita del bene , altrimenti parliamo di comodato.

          • Saccente

            La Fiat, e non solo lei, ti obbliga a determinati funzionamenti del veicolo, e non solo ne ha tutto il diritto, ma solo uno sprovveduto (per usare un eufemismo) sarebbe contento di poter disattivare i vari sistemi di sicurezza o di preferirli disattivati per default.
            Ripeto, ognuno il suo mestiere. Se sei un incapace in un determinato mestiere, te ne fai una ragione: esiste anche il bicarbonato.

          • IlNonno

            C’erano quelle volvo che non superavano i 20 all’ora se non vedevano le cinture allacciate : ho tutto il diritto di metterci il gancio sempre infilato se voglio perché è un imposizione del costruttore non prevista dalla legge.
            Risponderò alla legge se non ho le cinture su strada pubblica ma è un altro discorso.

            Ho tutto il diritto di fare jailbreak e scaricare da dove voglio su un oggetto pagato da me.

            Imporre sicurezza obbligatoria , con tutte le sue scomodità (non vedere le cartelle ), è un basso trucchetto per “fare numeri”

          • Saccente

            “C’erano quelle volvo che non superavano i 20 all’ora se non vedevano le cinture allacciate : ho tutto il diritto di metterci il gancio sempre infilato se voglio perché è un imposizione del costruttore non prevista dalla legge.”

            È proprio grazie stolti che interviene la Legge.

            “Ho tutto il diritto di fare jailbreak e scaricare da dove voglio su un oggetto pagato da me.”

            No, non ce l’hai, perché stai manomettendo ciò che non è tuo.

            “Imporre sicurezza obbligatoria , con tutte le sue scomodità (non vedere le cartelle ), è un basso trucchetto per “fare numeri””

            No, è solo un rimedio contro gli stolti. Il casco in moto, ad esempio, è molto più scomodo del non poter vedere le cartelle, però la stoltezza dei piloti (che percepivano un rischio molto basso) ha fatto si che diventasse obbligatorio.

      • IlNonno

        Quando il rischio percepito aumenta chiudo le porte della stalla, del resto mo sembra che sia ciò che fa la stragrande maggioranza delle persone.

        Casa tua è normale o è Fort Knox ?

    • esatto,meglio prendere la funivia.

    • esatto,meglio prendere la funivia.

  • Saccente

    Gli utenti Android evidentemente si sono resi conto che anche attivando la sicurezza il loro sistema resta come prima: un colabrodo.

    Mi fa comunque ridere il throughput di 5 MB/s richiesto: su iPhone si viaggia a 150 MB/s e oltre e la crittografia è attivata su tutti gli iPhone dai tempi del iPhone 4. E non è disattivabile.

    • IlNonno

      non disattivabile appunto, con tutta la scomodità che ne consegue

      • Saccente

        Nessuna scomodità, è totalmente trasparente.

        • IlNonno

          collego il telefono al pc e vedo tutto senza storie?

          • Saccente

            Esatto.

          • IlNonno

            a me non è mai successo con iphone, non vedo assolutamente nulla se lo collego al pc, solo la cartella in sola lettura delle foto.
            Stessa cosa con un android ovviamente e lo scopo è poprio quello, impedire che chiunque mi veda i miei file anche se non conosce il pin, ma inserisce scomodità.

          • Saccente

            La scomodità di digitare il pin? Togli il pin, così non avrei seccature. Già che ci sei butta anche le serrature delle porte di casa e quella della macchina, meno seccature con le chiavi.

          • IlNonno

            Con iphone non basta togliere il pin per togliere la criptazione e vedere tutto da esplora risorse, il punto sta lì.

            In casa mia decido io se mettere la porta blindata o anche la serratura Europa o anche un cane o anche le inferriate o anche l’assicurazione.
            In base a cosa ? Al rischio percepito , tenendo conto che ogni cosa introduce costi e scomodità ma solo io devo poter scegliere, senza obblighi.

          • dice il saggio,ma ci sei o ci fai ?

          • IlNonno

            Faccio la super Cazzola in terapia tapioco

          • Buon appetito !

          • IlNonno

            Pensi di essere divertente ?

          • quindi ?

          • IlNonno

            Quindi vai a letto che c’è scuola lunedì

          • e quindi ?

          • IlNonno

            Quindi vai a letto che c’è scuola lunedì

          • IlNonno

            Quindi vai a letto che c’è scuola lunedì

          • IlNonno

            Quindi vai a letto che c’è scuola lunedì

          • quindi ?

          • quindi ?

          • IlNonno

            Pensi di essere divertente ?

          • dice il saggio,ma ci sei o ci fai ?

          • dice il saggio,ma ci sei o ci fai ?

          • Saccente

            Ecco bravo, ma siccome uno smartphone non è casa tua, come anche l’automobile, ecco che si cerca di rimediare all’imbecillità percepita.

          • IlNonno

            Ancora peggio: casa mia è sempre lì dove chiunque può andare mentre lo smartphone sta tranquillo nella mia tasca.
            Questo non inficia comunque il concetto base di scelta contro obbligo.

          • IlNonno

            Con iphone non basta togliere il pin per togliere la criptazione e vedere tutto da esplora risorse, il punto sta lì.

            In casa mia decido io se mettere la porta blindata o anche la serratura Europa o anche un cane o anche le inferriate o anche l’assicurazione.
            In base a cosa ? Al rischio percepito , tenendo conto che ogni cosa introduce costi e scomodità ma solo io devo poter scegliere, senza obblighi.

          • IlNonno

            Con iphone non basta togliere il pin per togliere la criptazione e vedere tutto da esplora risorse, il punto sta lì.

            In casa mia decido io se mettere la porta blindata o anche la serratura Europa o anche un cane o anche le inferriate o anche l’assicurazione.
            In base a cosa ? Al rischio percepito , tenendo conto che ogni cosa introduce costi e scomodità ma solo io devo poter scegliere, senza obblighi.

      • and so

      • and so

      • and so

  • avariatedeventuali

    2/3 degli enti android acquistano un telefono per farci telefonate di poco conto e qualche sms ad amici e parenti e scelgono in base a “quello che costa meno”. Costoro non hanno bisogno di progeggere alcunché ovvio non alzino scudi.
    Il restante terzo sono coloro che usano sistemi di fascia medio-alta per lavoro o cmq vanno oltre il telefono e quindi si tutelano.
    Non vedo questa gran sorpresona.

  • Gianluca Matterhorn Abbate

    Quando leggo certi commenti mi chiedo se parliate tanto per…
    Girare un iPhone di sopra e di sotto è più semplice che girare nello stesso modo un HTC… Ma è più complicato di un Samsung (Gran cacate LOL)
    Ma evidentemente rimango sull ipotesi che non capiate nulla…
    Ah, non sto difendendo android e attaccando iOS, sto attaccando solo i vostri luoghi comuni LOL 2
    Se io trovo a terra un dispositivo iOS o Android posso ripulirmelo qualsiasi blocco abbia 😉
    Fonte: ME

  • Roby Mj

    Qui dentro, in questo blog, ci sono molti, molti trolls..e tra di loro c’e’ anche ahime’ gente intelligente. Viene distorta la realta’ a colpi di termini da scienziato, vengono fatti discorsi talmente pieni di termini “misteriosi” che il discorso rischia quasi di deviare. Ci sono individui che pur di far soldi parlando male di un prodotto, venderebbero anche la madre. Io mi domando se almeno a coscienza si sta bene. Ma poi mi sento uno stupido perche’ mi dico: certo che sto bene a coscienza, MI PAGANO!

    Bravi. (ogni riferimento…bla bla bla)