iAd: la pubblicità  di Apple piace a inserzionisti e sviluppatori

di |
logomacitynet696wide

Grazie alla nuova piattaforma pubblicitaria mobile iAd di Apple gli sviluppatori ricavano di più degli spazi pubblicitari inseriti nelle App, mentre gli inserzionisti rilevano più click e più interesse da parte degli utenti. Il Los Angeles Times fa il punto su iAd a un mese dal lancio.

Grazie alla nuova piattaforma pubblicitaria mobile iAd di Apple gli sviluppatori vedono incrementare il valore degli spazi pubblicitari inseriti nelle proprie App, mentre gli inserzionisti rilevano più click e più interesse da parte degli utenti. E’ questo quanto emerge da un articolo pubblicato dal Los Angeles Times che fa il punto sul primo mese di funzionamento effettivo del sistema: ricordiamo che la piattaforma pubblicitaria mobile iAd di Cupertino è entrata in funzione il primo luglio.

Tra gli sviluppatori sono riportate le esperienze di Dictionary.com, su App Store in forma gratuita e anche a pagamento: grazie a iAd lo sviluppatore ha visto incrementare fino al 177% il prezzo a cui propone gli spazi pubblicitari all’interno delle proprie app. Il giudizio su iAd è positivo anche da parte di CBS Mobile che rileva fino a 25 dollari di CPM, il costo per migliaia, per gli spot all’interno delle proprie app.

Ancora più lusinghieri i primi giudizi su iAd raccolti tra gli inserzionisti, primo tra tutti Nissan. Il costruttore di auto è stato il primo a proporre in USA un spot realizzato in piena filosofia iAd. Invece di pubblicità semplicemente da osservare lo spot per la nuova auto ecologica Leaf offre maggiore interattività, quasi intrattenendo gli utenti con giochi. Gli utenti possono manipolare l’auto, cambiarne il colore e con pochi clic ottenere grafici e tabelle che confrontano i consumi e l’efficienza con altre vetture. Nissan ha dichiarato al Los Angeles Times che gli utenti spendono in media 90 secondi con lo spot iAd, un lasso di tempo 10 volte superiore rispetto alla pubblicità online standard.

Anche Unilever tra i primi ad adottare iAd promuove il sistema pubblicitario di Apple: per lo spot di un nuovo docciaschiuma Dove la società ha registrato una percentuale di ritorno degli utenti a doppia cifra. Circa il 20% degli utenti è tornato allo spot o a link collegati per ottenere ulteriori informazioni sul prodotto.

Tutte le società intervistate stanno pianificando una nuova serie di spot per altri prodotti, mentre altri nomi di grosso calibro negli USA e non solo stanno realizzando spot per iAd tra questi Campbell Soup, DirectTV, General Electric e Sears. Ricordiamo che Apple ha dichiarato di aver raccolto 60milioni in investimenti pubblicitari tramite iAd già al momento del lancio, una somma ingente che secondo J.P. Morgan equivale a circa la metà di tutti gli investimenti pubblicitari nel nascente mercato dell’advertising mobile.