iPhone traina le vendite Mac in Europa

di |
logomacitynet696wide

I dati di IDC analizzati dalla banca di investimenti Needham & Company portano buone notizie per il mercato Mac in Europa: i computer della Mela arrivano al 7% nel mercato casalingo. È l’effetto iPhone frutto di una larga diffusione del telefono e della sua immagine.

L’effetto volano di iPhone sul mondo Mac c’è e lo si sente particolarmente forte in Europa. A dirlo è una recente analisi svolta da Charlie Wolf di Needam sui dati forniti da IDC per il mercato del Vecchio Continente e riportata da Fortune.

Secondo Wolf, Apple starebbe avendo sui mercati europei una forte crescita, specialmente nel settore casalingo. In base ai numeri di IDC la quota dei sistemi con Mac Os sarebbe passata tra il primo e il secondo trimestre fiscale dal 3,4 al 7% di fatto operando un raddoppio (abbondante) delle vendite. E si guarda al valore in dollari del venduto (che è influenzato anche dal cambio e da altri fattori come i costi medi delle macchine della concorrenza) si è di fronte addirittura ad un triplicamento; al secondo trimestre infatti Apple aveva il 15,6% del fatturato del comparto contro il 4,6% del primo trimestre.

Wolf attribuisce la crescita europea ad iPhone, che starebbe trainando il Mac determinando il “mitico” “halo effect”, l’effetto volano di cui si parla da anni prima in riferimento ad iPod e ora ad iPhone ma che per il caso del telefono sarebbe indubitabilmente superiore a quello prodotto da iPod.

L’Europa sarebbe favorita da un secondo elemento sempre connesso ad iPhone: la quota di mercato del cellulare è superiore, dice Wolf, in Europa rispetto agli USA e questo per la particolare scelta attuata da Apple che al di fuori dei confini nazionali ha di fatto cancellato l’esclusiva per un solo carrier (attualmente nel Vecchio Continente solo in Germania sopravvive il mono-operatore con T-Mobile).

In ogni caso anche su scala planetaria le cose non si può dire che vadano male per i Mac. Nel secondo trimestre, sempre secondo i dati IDC citati da Wolf, Apple sarebbe cresciuta del 35%, di gran lunga di più della media del mercato globale (+20,9%); il tasso di crescita nel settore casalingo è stato del 31,4% contro il 25,2% del comparto. Ancora più interessante il fatto che nelle aziende, settore dove da sempre il Mac fatica, l’aumento è stato del 49,8% tre volte quello del mercato (15,7%); negli uffici governativi i Mac sono cresciuti addirittura 16 volte (+200%) rispetto al mercato (12,1%).

Un dato da tenere in considerazione per la compilazione di uno scenario completo sono le dimensioni delle aziende che hanno recentemente adottato il Mac. Quelle a maggior tasso di crescita sono le molto grandi e le grandi (intorno al +100%), seguite dalle medie imprese (+58%), come dire che il Mac sta diventando interessante per quel mercato che fino a ieri era il meno attento al sistema operativo della mela.