iPhone 3G il 27 giugno?

di |
logomacitynet696wide

I dipendenti di AT&T si vedono cancellate le ferie dal 15 giugno al 12 luglio. Un simile provvedimento venne preso lo scorso anno per il lancio dell’iPhone. Apple vuole celebrare il primo anniversario del cellulare con il lancio in grande stile il 27 giugno del modello 3G?

L’iPhone 3G potrebbe essere rilasciato tra metà  giugno e metà  luglio? La data nessuno (salvo qualche eletto a Cupertino) ma in molti ipotizzano che questo sia l’arco di tempo entro il quale Apple avrà  il nuovo cellulare e ora c’è anche qualche conferma che arriva dai dipendenti di At&T che si sono visti cancelare le ferie tra il 15 di giugno e il 12 di luglio.

Il provvedimento (confermato sia da Engadget che dal solitamente informato, nel campo dei cellulari, Boy Genius Report) riporta alla mente quello che lo scorso anno venne disposto più o meno nello stesso periodo per fare fronte al lancio della prima generazione di iPhone.

Ovviamente At&T non conferma nulla al proposito, ma che si sia di fronte a qualche cosa che ha a che fare con il lancio di un prodotto di grande attrattiva lo dice lo stesso documento inviato ai dipendenti dove si legge che esso ha a che fare con “un traffico di clienti decisamente superiore al normale” nei punti vendita e nulla pare più in grado di scatenare i clienti del lancio dell’iPhone 3G. Lo scorso anno le ferie vennero cancellate dal 15 giugno al 15 luglio.

Se quanto accaduto lo scorso anno è destinato ad insegnare qualche cosa, possiamo pensare che il lancio dell’iPhone 3G potrebbe avvenire il 27 giugno che è un venerdì, nella ricorrenza di un anno dal lancio del primo iPhone. Apple potrebbe essere così in grado di creare un evento mediatico di grande impatto anche sotto il profilo simbolico che da solo verrebbe una campagna pubblicitaria da milioni di euro.

àˆ bene precisare che non è però detto che Apple stia pianificando un evento in contemporanea per tutti i paesi dove intende lanciare iPhone anche se da alcuni grandi media americani si apprende che l’Italia dovrebbe essere tra i primi paesi ad avere il cellulare di terza generazione.