iPhone anche in Spagna e Svizzera?

di |
logomacitynet696wide

Apple potrebbe lanciare iPhone anche in Spagna e Svizzera. Voci di prossime alleanze dai due paesi europei che potrebbero entrare nel prossimo lotto con l’Italia.

L’€™Italia potrebbe non essere sola nel giro, che appare ormai prossimo, con cui Apple lancerà  iPhone in nuovi paesi europei. Oltre ad accordo con Tim, di cui Macity ha detto nei giorni scorsi, Apple avrebbe già  concluso un patto Telefonica e con Swisscom.

La firma con il colosso delle telecomunicazioni iberico viene anticipata da El Periodico; in base alle informazioni raccolte dal giornale l’€™annuncio dovrebbe arrivare al 3GSM Congress di Barcellona, la grande rassegna dedicata alla telefonia cellulare che sia apre l’€™11 febbraio. Telefonica, sempre secondo il giornale spagnolo, intende dare grande evidenza all’€™evento con la visita a Madrid di Steve Jobs e l’€™apertura di un nuovo negozio presso la sede che l’€™operatore possiede su la Gran Via, il corso principale della capitale spagnola.

L’€™ipotesi che sia Telefonica ad avere iPhone in Spagna non è nuova ed è resa molto probabile sia dal fatto che si tratta di uno dei principali operatori di rete mobile al mondo sia dai già  buoni rapporti che intercorrono con Apple. Telefonica controlla quasi interamente O2 che è il partner di Apple nel Regno Unito.

Secondo El Periodico Tim, che è controllata al 10% da Telefonica, dovrebbe annunciare sempre al 3GSM Congress il lancio di iPhone in Italia. Sia per Telefonica che per Tim il lancio commerciale dovrebbe avvenire in luglio.

Per quanto concerne la Svizzera è il giornale Les Temps a fare cenno all’€™argomento. Il periodico sostiene che il lancio per la confederazione elvetica avverrà  a fine febbraio per iniziativa di Swisscom. Visto che si parla di vera e propria disponibilità  (e di un semplice annuncio) la data appare decisamente ottimistica; né Apple né il gestore hanno fatto fino ad oggi alcun cenno al lancio del telefono in Svizzera e sembra molto improbabile che entro 20 giorni il gestore possa essere già  pronto ad introdurre sul mercato il telefono. In tutti gli altri paesi europei dall’€™annuncio dell’€™accordo al lancio sono passati una quarantina di giorni. Altre informazioni fornite da Les Temps contribuiscono a diminuire l’€™attendibilità  delle indiscrezioni; sembra del tutto improbabile, ad esempio, che Apple entro fine febbraio possa lanciare quel cellulare Umts che secondo il giornale sarebbe auspicato dall’€™amministratore di Swisscom Carsten Schloter; che poi Apple introduca, come dice Les Temps, un chip per il DVB-H come sarebbe stato richiesto dall’€™operatore svizzero, appare come più che una indiscrezione, fantascienza.

A completezza del quadro e al di là  di quanto dicono El Periodico e Les Tempes va detto che attualmente quelle che possono essere considerate vere e proprie prove, toccano l’€™Italia. Tim è infatti l’€™unico dei gestori citati ad essere in qualche modo presente nel software di iPhone, da cui mancano Telefonica e Swisscom, come notato nei giorni scorsi da Macity.