iPhone, concorso a premi italiano ne offre 10

di |
logomacitynet696wide

iPhone non è ancora arrivato in Italia ma nei concorsi a premi è già  presente. Un produttore di orologi ne mette 10 in palio. Un altro segnale si popolarità  del telefono della Mela.

L’€™iPhone in Italia non è ancora arrivato, ma la sua popolarità  è già  tale che vale la pena usarla per trainare il successo di un concorso a premi. Questo quel che si sarebbe tentati di pensare apprendendo che Haurex, una società  specializzata nel design e nella produzione di orologi da polso di fascia alta, ha lanciato una iniziativa che prevede proprio iPhone come uno dei due principali premi.

Haurex 500 , questo il nome del concorso, mette in palio come primo premio una Fiat 500 e come secondo premio 10 telefoni di Apple. L’€™accostamento alla vettura del produttore torinese con i telefoni, fa ben capire come si sia cercato di colpire la fantasia dei clienti offrendo quanto di più ‘€œtrendy’€ ci sia oggi i circolazione rispettivamente nel settore delle auto e dei telefoni. Accanto ad iPhone e Fiat 500 c’€™è anche un Tv al Plasma da 42 pollici di LG che però è riservato solo ai rivenditori.

Tra gli aspetti di un certo interesse, la tempistica del concorso. L’€™estrazione dei premi avverrà  il primo febbraio, la loro consegna entro 180 giorni dall’€™assegnazione, ovvero sei mesi. Come dire che Haurex ha fiducia sul fatto che iPhone sarà  reso disponibile entro il mese di agosto del prossimo anno anche sul nostro mercato, un margine di sicurezza piuttosto ampio, visto che la maggior parte degli osservatori ritengono che il cellulare di Cupertino sarà  lanciato prima della tarda primavera anche in altri mercati, tra cui anche il nostro. Altro dettaglio quello del costo del telefono; Haurex fissa in 379 euro il prezzo ivato degli iPhone. Una cifra diversa da quella a cui viene venduto oggi in Europa.

Per partecipare al concorso di Haurex e provare a vincere un iPhone, basta acquistare uno degli orologi della società  bolognese, compilare e spedire l’€™apposita cartolina.

Grazie della segnalazione a Stefano Lotto.