iPhone in Italia: ribasso di prezzo e vendita anche su Apple Store?

di |
logomacitynet696wide

iPhone potrebbe arrivare presto su Apple Store Italia e a prezzo ribassato. Manovre in corso per l’avvicinamento al nuovo modello ma che potrebbero modificare nuovamente l’assetto di markting del telefono della Mela.

L’iPhone potrebbe presto essere messo in vendita anche su Apple Store. Ecco l’indiscrezione appresa nel corso della giornata di oggi da Macity che il nostro sito, dopo avere attuato alcune verifiche, ritiene di poter proporre ai suo lettori benchè sia di fonte univoca.

Secondo quanto abbiamo appreso, la scelta di mettere in vendita l’iPhone sul sito on line, deriverebbe da due fattori convergenti: la cessazione prossima dell’accordo con gli operatori che prevedeva l’esclusiva per la vendita in negozio ai gestori della rete (in Italia Tim e Vodafone) e la necessità  di supportare adeguatamente con un più ampio canale di vendita l’iPhone 3G che sta perdendo quota e che potrebbe perderne ancora di più quando da martedì sarà  annunciata la versione 3.0 di iPhone firmware. La presentazione del nuovo sistema operativo sarà  infatti intesa da tutti come il preludio ad un nuovo hardware e senza alcuna operazione di sostegno per spingere l’attuale hardware, il rischio è che i modelli 3G attualmente in commercio siano congelati nei magazzini e nei negozi.

L’operazione comporterà  una iniziativa su vasta scala (non dovrebbe essere coinvolto solo il nostro mercato) e che sarà  accompagnata, sostiene la nostra fonte, da un ribasso di prezzo. Il taglio al listino e il lancio sugli store Apple internazionali potrebbero rientrano alla perfezione in una strategia complessiva che, come accennato, dovrà  condurre alla presentazione di un nuovo modello.

Ovviamente l’iPhone in vendita su Apple Store sarà  sbloccato e libero da ogni vincolo operatore.

Al momento non abbiamo alcuna informazione sulla esatta data di lancio di iPhone su Apple Store. Ma la disponibilità  è annunciata “a breve”; anche in questo caso è possibile che la conferenza di martedì 17 marzo sia uno spartiacque da tenere d’occhio con attenzione. Non è neppure chiaro se ci sarà  un’azione parallela, con un ribasso del costo presso gli operatori, ma è molto probabile che se si tratta di liquidare l’attuale modello anche Vodafne e Tim saranno coinvolte e si avranno o bundle a prezzo più economico (piuttosto improbabile) o iPhone più economici.

Se l’indiscrezione ricevuta da Macity dovesse trovare conferma resterà  da vedere se la vendita on line di iPhone proseguirà  anche dopo il lancio del nuovo modello. In questo caso si potrebbe essere di fronte ad una seconda svolta del modello di vendita del telefono della Mela dopo la liberazione dall’esclusiva e quella dall’operator lock. Apple vendendo direttamente iPhone nei suoi punti vendita (e magari pur in quelli dei suoi partner), per altro non dovrebbe neppure dare molto fastidio agli operatori mobili che non hanno un grande interesse nè un profitto concreto nel vendere il cellulare, pur a prezzo pieno, nella versione senza operator lock e contratto. Nello stesso tempo Apple potrebbe incrementare la visibilità  e le vendite del suo dispositivo, oltre che il suo profitto.