iPod, Apple perde i punti vendita di Dell e Target

di |
logomacitynet696wide

Apple avrebbe deciso di chiudere il contratto che la legava a Dell e al grande distributore Target per la vendita di iPod. Al centro della scelta una disputa sui termini del contratto.

Apple avrebbe chiuso il rapporto che la legava a Dell e al marchio della grande distribuzione “Target” per la vendita di iPod. A fornire l’informazione il sito dedito alle indiscrezioni Thinksecret secondo il quale la decisione sarebbe stata determinata da non meglio precisate vertenze intorno agli accordi contrattuali.

In seguito a ciò, sempre secondo il sito, Target avrebbe messo in liquidazione lo stock di iPod che aveva a magazzino (proponendo uno sconto del 15%). Dell ha invece effettivamente confermato di avere già  smesso di vendere sul suo sito on line i riproduttori MP3.

Se la vicenda non verrà  superata da nuovi sviluppi si tratterebbe di un brutto colpo per Apple privata in un tempo di un frequentatissimo canale di vendita on line rappresentato dallo store su Internet di Dell (il principale rivenditore americano di computer) e di una popolare vetrina come quella di Target che ha punti vendita, simili a quelli dei nostri grandi magazzini, in moltissimi centri commerciali americani.

Thinksecrets nei giorni scorsi aveva avanzato la tesi secondo cui numerosi rivenditori, tra cui la stessa Dell e Target (oltre che Fry’s Electronics, Buy.com, MicroCenter e diversi negozi indipendenti) avevano respinto un nuovo contratto di vendita proposto da Cupertino. Uno dei fattori determinanti sarebbe stata la clausola contrattuale in base alla quale Apple sarebbe stata responsabile, in caso di violazioni dei termini, per non più di 100.000 dollari.

Dell, senza precisare ulteriormente, conferma che ha risolto il suo rapporto contrattuale con Apple rifiutando di firmare un nuovo accordo.