iPod in volo, Klm e Air France smentiscono Apple

di |
logomacitynet696wide

A poche ore dall’annuncio che sei compagnie aeree predisporranno i loro velivoli per connettere iPod al sistema video di bordo e per ricaricare le batterie, due di esse smentiscono Apple. Si tratta di Air France e Klm che dico: “l’annuncio è prematuro”. Scivolone Pr per troppa voglia di battere Zune?

A distanza di poche ore dall’€™annuncio ufficiale della collaborazione tra Apple e alcune compagnie aeree per un sistema d’€™intrattenimento di bordo compatibile con iPod, arrivano anche le prima smentita. A contraddire Cupertino sono Air France e Klm che in un comunicato diffuso ai media negano di avere definito di dettagli della questione.

‘€œAl contrario di quanto scritto in un comunicato diffuso nel corso ella giornata di oggi ‘€“ scrive la compagnia di bandiera francese ‘€“ Air France nega la prossima installazione di un sistema di connessione specifico per iPod’€ Air France, il cui intervento deve avere causato un qualche imbarazzo in seno ad Apple, non nega di avere avuto dei contatti con Cupertino e persino di avere già  raggiunto un accordo. Quello che sembra premere alla compagnia aerea è invece la tempistica con cui il sistema sarà  realmente disponibile ‘€œApple ‘€“ continua infatti il comunicato ‘€“ è un nostro partner, ma è del tutto prematuro parlare di un simile progetto’€.

Non diversa è la presa di posizione di Klm che nega anch’€™essa di avere definito i termini dell’€™accordo con Apple. ‘€œCi sono stati dei colloqui informali ‘€“ dice la compagnia olandese ‘€“ ma non abbiamo idea se l’€™idea di Apple sia fattibile dal punto di vista tecnico od economico né se ai nostri passeggeri interessi. Al momento non abbiamo alcuna intenzione di introdurre questo sistema a bordo dei nostri aereoplani’€.

‘€œEvidentemente ‘€“ è stata costretta ad ammettere Apple attraverso uno dei suoi portavoce, Tom Neumayr ‘€“ c’€™è stato un fraintendimento con Klm e Air France. Siamo comunque molto felici di annunciare l’€™integrazione di iPod sugli aerei di Continental, Delta ed Emirates a partire da oggi’€

Alcune osservatori stanno ipotizzando che qualche responsabilità  dell’€™imbarazzante dietrofront cui è stata costretta Apple sia frutto della volontà  di annunciare ad ogni costo l’€™importante accordo con le compagnie aeree nel corso della giornata di oggi. L’€™intenzione di Apple sarebbe infatti stata di rubare almeno parte della scena a Zune che proprio oggi ha fatto il suo debutto negli Usa e per riuscire nell’€™impresa è stato dato per definito un accordo che definito ancora non era.