iPod nano, non ci sarà  ritardo?

di |
logomacitynet696wide

Secondo un analista l’€™iPod nano potrebbe arrivare in ritardo, ma c’€™è chi in oriente la pensa diversamente. Sono gli osservatori del mercato delle memorie Nand che notano il perdurare dell’€™ottimismo su prezzi e fatturato da parte di Samsung.

Le informazioni secondo cui gli iPod sarebbero in ritardo e non arriveranno sul mercato prima della fine dell’€™anno potrebbero essere sbagliate. Almeno questo è quanto pensano alcuni osservatori del mercato basandosi su informazioni che giungono da Samsung.

La casa coreana, il principale partner di Apple cui fornisce memorie per Nano, ha infatti emesso molto di recente previsioni decisamente positive sul suo business delle memorie Nand, stilando un’€™analisi in base alla quale i prezzi dovrebbero risalire e il fatturato crescere. Se davvero Apple fosse costretta a differire il lancio dell’€™iPod nano la prima realtà  ad essere colpita dovrebbe essere proprio Samsung. Il surplus di memorie Nand che si riverserebbe sul mercato sarebbe infatti tale da determinare un effetto inverso a quello previsto con una diminuzione dei prezzi.

Alla vicenda del rilascio dell’€™iPod nano stanno guardando con interesse tutti gli operatori del settore delle memorie Nand, un ambito sul quale le mosse di Apple hanno un impatto molto significativo viste le percentuali di mercato detenute da Cupertino.

Secondo quanto si apprende dal Digitimes, un periodico on line taiwanese, per ora tutti i maggiori protagonisti del mercato delle Nand non hanno modificato i loro piani e manterranno l’€™output previsto senza farsi influenzare dal report che parlava di un ritardo dell’€™iPod nano. Modificare la capacità  delle linee di produzione non è un’€™operazione facile e la resa calerebbe durante il passaggio da un volume di produzione all’€™altro.