iPod shuffle, i materiali costano solo il 28% del prezzo finale

di |
logomacitynet696wide

Secondo una analisi svolta da iSuppli il nuovo iPod shuffle genera un margine di utile del 72% per Apple. àˆ il prodotto a maggior guadagno mai realizzato da Cupertino in tempi recenti.

Il nuovo iPod shuffle è il prodotto a maggior margine mai prodotto da Apple in tempi recenti. Ecco quello che si apprende scorrendo le informazioni fornite sui costi dei materiali così così come essi sono stati presentati da iSuppli, una società  specializzata in analisi e trend di mercato della componentistica.

Le due parti più costose del nuovo iPod shuffle, privo di display e bottoni, sono rispettivamente la memoria da 4Gb e il processore applicazione. Tutti e due sono costruiti da Samsung (anche se iSuppli sospetta che Apple per la memoria si serva anche di Hynix e di Toshiba) e costano circa 6 dollari ciascuno. La batteria, la più piccola mai vista dagli esperti di iSuppli, costa circa un 1,20$. Il resto delle parti dello shuffle, incluso involucro e imballo, proietta il prezzo totale dei materiali a 21,77$, il 28% del costo al pubblico che è di 79$.

Anche se questa cifra non include elementi essenziali quali la ricerca, lo sviluppo e il marketing, si può dire che l’iPod shuffle di nuova generazione tra i prodotti Apple è quello che genera il maggior margine di profitto. Come riferisce BusinessWeek altri dispositivi da tasca presi in esame da iSuppli avevano materiali più costosi in rapporto al prezzo al consumo: il primo iPod touch aveva un prezzo in materiali di 147$ (il 49% del costo per i clienti finali), l’iPod nano era realizzato con parti che avevano un prezzo del 40% rispetto al costo finale.